Proclamati i vincitori del 41simo Premio Itas del Libro di Montagna

Sono ''Nero-Bianco-Nero'' di Mario Casella (Gabriele Capelli Editore) e ''La montagna dei folletti'' di Tony Howard (Edizioni Versante Sud) i vincitori del 41simo Premio ITAS del Libro di Montagna, rispettivamente per la sezione classica e per l'opera prima...
Va a Mario Casella il premio per la sezione classica e a Tony Howard quello per l’opera prima. Assegnato anche il nuovo Premio ITAS Montagnav(v)entura e il Premio Salewa, dedicati ai giovani dai 16 ai 26 anni

MILANO – Sono “Nero-Bianco-Nero” di Mario Casella (Gabriele Capelli Editore) e “La montagna dei folletti” di Tony Howard (Edizioni Versante Sud) i vincitori del 41simo Premio ITAS del Libro di Montagna, rispettivamente per la sezione classica e per l’opera prima, annunciati a Trento nella serata del 30 aprile.

LE MOTIVAZIONI DELLA SCELTA – “L’opera ‘Nero-bianco-nero’ di Mario Casella è stata giudicata con ampio consenso della giuria che ho l’onore di presiedere non solo come la migliore presente nel novero dei testi candidati, ma anche come un libro di valore assoluto”, spiega Enrico Brizzi, presidente della giuria. “‘Nero-bianco-nero’, infatti, rinverdisce la nobile tradizione di un genere che è nel DNA stesso del racconto di montagna, ossia il resoconto di un’impresa, nel nostro caso la traversata scialpinistica del Caucaso dal Mar Caspio al Mar Nero”. “La montagna dei folletti” di Tony Howard, vincitore del Premio per la sezione opera prima, viene invece definito “un libro di primordine, che spicca per la sua qualità narrativa. Siamo in Norvegia, nel 1965: un gruppo di ragazzi inglesi decide di aprire una via su una delle pareti rocciose più alte d’Europa, il Troll Wall. Sono in sette e si accampano sotto la gigantesca bastionata.[…] Come in un rock genuino anni 60, il lettore viene portato dritto al cuore di un’ascensione ad alta gradazione di difficoltà, su una parete immensa e difficile, grazie alla freschezza e alla precisione con cui Howard tratteggia vicende e personaggi, salvandosi dal cliché della letteratura di Genere”.

I PREMI – A Casella e a Howard va un premio in denaro e il Trofeo Aquila ITAS, quest’anno realizzato dall’artista trentino Paolo Tait. Come di consueto, ITAS donerà copia delle opere vincitrici e segnalate alle “piccole biblioteche di montagna” dei Rifugi SAT (Società alpinistica tridentina) presenti in regione.

I VINCITORI DI MONTAGNA(V)ENTURA – I vincitori delle tre categorie di Montagnav(v)entura, concorso dedicato ai giovani dai 16 ai 26 anni sono: “Blackout” di Alice Tomaselli per la sezione [email protected], “Il messaggio di Quinto” di Michael Moore per la sezione fantasy e  “Più veloce del vento” di Giorgia Cappelletti per la sezione umorismo. Alice è di Strigno (TN), compie in agosto 24 anni ed è una studentessa universitaria. Michael è di Oppeano, provincia di Verona, compie 20 anni a maggio ed è studente di liceo. Giorgia è di Trento, ha 26 anni ed è una studentessa universitaria. Ciascuno dei tre giovani si è aggiudicato 1.000 euro, sotto forma di fondo pensione PensPlan Plurifonds. Un modo, concreto, per aiutare i giovani scrittori a costruire il loro futuro.

IL VINCITORE DEL PREMIO SALEWA – Il Premio Salewa per il racconto più votato dal web, tra quelli selezionati dalla giuria, è andato a  “Non si poteva tardare Rubens”, di Federico Uez, dicianovenne di Trento, che  frequenta il Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci. Federico si è aggiudicato una indimenticabile giornata nel cuore delle Dolomiti in compagnia di un Atleta Salewa. “Da oltre ottanta anni SALEWA rappresenta passione pura per la montagna, a qualsiasi livello”, dichiara il noto marchio altoatesino che ha affiancato ITAS nell’organizzazione di questa sezione del Premio .  “Con ITAS condividiamo gli stessi valori, a maggior ragione rivolgendoci ai giovani, in cui crediamo profondamente e che con la loro creatività e grande entusiasmo rappresentano una continua fonte di ispirazione”. I racconti sono da oggi disponibili in una raccolta formato e-book, scaricabile gratuitamente sul sito web del premio.

I VINCITORI DI ROTARY&FOTO:MONTAGNE – A conclusione della serata, si è svolta la premiazione dei vincitori del concorso fotografico ROTARY&FOTO:MONTAGNE, organizzato da Rotary Club Trentino Nord. Centinaia le fotografie arrivate alla giuria tecnica. Le migliori sono protagoniste di una mostra in piazza Fiera, vicino al tendone di Montagnalibri, e sono raccolte in un volume “Imago montium” insieme ai migliori racconti di Montagnav(v)entura 2013.

2 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti