Premi internazionali

Premio Pulitzer, Donna Tartt con ”Il cardellino” vince nella categoria narrativa

È Donna Tartt con ''Il cardellino'' ad aggiudicarsi il Premio Pulitzer per la narrativa 2014. Lo ha annunciato ieri il comitato organizzatore, che come ogni anno ha assegnato il riconoscimento ambito in particolare nel campo del giornalismo...

I vincitori del prestigioso riconoscimento sono stati annunciati ieri. Il premio per la categoria ”servizio pubblico” nel giornalismo è stato assegnato al Guardian e al Washington Post per lo scoop sul Datagate

MILANO – È Donna Tartt con ”Il cardellino” ad aggiudicarsi il Premio Pulitzer per la narrativa 2014. Lo ha annunciato ieri il comitato organizzatore, che come ogni anno ha assegnato il riconoscimento ambito in particolare nel campo del giornalismo. Per la categoria “servizio pubblico”, la principale, i vincitori sono il Guardian e il Washington Post con lo scoop sull’attività clandestina di spionaggio della Nsa (National Security Agency), sulla base delle rivelazioni di Edward Snowden.

IL LIBRO – Il romanzo di Donna Tartt è il terzo dell’autrice, che è una delle scrittrici meno prolifiche della storia – pubblica con il ritmo di un libro ogni dieci anni. “Il cardellino” è uscito in Italia per Rizzoli alcune settimane fa e arriverà sul grande schermo prodotto da Nina Jacobson, la stessa degli “Hunger Games”.
La trama ha inizio quando al Metropolitan Museum di New York, dove il giovane Theo Decker sta visitando una mostra di pittori fiamminghi, scoppia all’improvviso una bomba: tra le numerose vittime c’è anche sua madre. Per paura di essere affidato ai servizi sociali – il padre è a Las Vegas e si è rifatto lì una famiglia con la nuova fidanzata – fugge senza che i soccorsi e le forze dell’ordine riescano a intercettarlo e si nasconde nel suo appartamento. Con sé ha un pacchetto che una delle vittime gli ha affidato pochi minuti prima di morire e che contiene un piccolo prezioso dipinto raffigurante un cardellino. Questo sarà l’unica costante, il centro di gravità nella vita deragliata di Theo, simbolo di un’innocenza impossibile da riscattare. E insieme miccia di una pulsione autodistruttiva destinata a tormentarlo per sempre.

L’AUTRICE – Donna Tartt è nata a Greenwood, in Mississippi, e si è laureata al Bennington College. I suoi precedenti romanzi, “Dio di illusioni” e “Il piccolo amico”, sono bestseller internazionali tradotti in trenta lingue.

15 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti