Sei qui: Home » Libri » Premi e Festival » Grande attesa per l’edizione 2013 del Pisa Book Festival

Grande attesa per l’edizione 2013 del Pisa Book Festival

Partirà domani l'undicesima edizione del Pisa Book Festival: la kermesse italiana promossa e sostenuta dalla Fondazione Pisa, dal Comune di Pisa, dalla Provincia di Pisa, dalla Camera di Commercio di Pisa...

Prevista la partecipazione di 150 editori indipendenti e oltre 200 eventi.  La manifestazione si svolgerà al Palazzo dei Congressi di Pisa su una superficie espositiva di 4.000 mq.

PISA – Partirà domani l’undicesima edizione del Pisa Book Festival: la kermesse italiana promossa e sostenuta dalla Fondazione Pisa, dal Comune e dalla Provincia di Pisa, dalla Camera di Commercio di Pisa, dalla SAT Galileo Galilei, dal Comune di Montescudaio, da Palazzo Blu, e dall’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania in Italia. Una tre giorni questa dedicata all’editoria indipendente che ormai dal 2003 si svolge ogni anno nella città della Torre pendente e che ha visto crescere la sua importanza in termini di visitatori e non solo. Si è infatti passati da un flusso di 5.000 visitatori del 2003 ai 42.000 del 2012, così che oggi Pisa Book Festival è considerata la terza manifestazione nazionale libraria, dopo il Salone del Libro di Torino e la fiera Più Libri Più Liberi di Roma.

OSPITI  INTERNAZIONALI – Tante le novità e gli ospiti internazionali di questa edizione che vede come paese ospite d’onore la Germania, quindi sotto i riflettori sarà posta la cultura e la letteratura tedesca. Tra gli ospiti internazionali ricordiamo Karl Olsberg, Jo Lendle, Jan Peter Bremer, Birgit Vanderbeke,  Matthias Frings, Klaus Wagenbach, Philip Waechter.

ANTEPRIME – Tra le tante novità ricordiamo la presentazione in anteprima nazionale del libro “Buio per i Bastardi di Pizzofalcone” di  Maurizio De Giovanni. Anteprima anche per Vanni Santoni con il suo primo romanzo fantasy “Terra ignota”, Marco Mavaldi presenta “Argento Vivo”, Sergio Costanzo “La tavola dei Galilei”, José Castello  il romanzo “Ribamar” tradotto in italiano dalla casa editrice Urogallo. Previsto anche l’intervento di Marcello Fois che leggerà in anteprima l’ultimo suo libro “L’importanza dei luoghi comuni”. Per la prima volta disponibili in traduzione italiana grazie all’editore Obarrao i racconti del fondatore del genere poliziesco giapponese Okamoto Kido, autore del libro “Detective Hanshichi. I misteri della città di Edo” che verranno presentati da Ikuku Sagiyama, docente di lingua e letteratura giapponese all’Università di Firenze. Tra le novità, da segnalare anche l’esordiente Vanessa Roggeri, caso letterario del 2013 e autrice del romanzo “ Il cuore selvatico del ginepro” e il libro di Nello Scavo ‘La lista Bergoglio, i salvati di Papa Francesco’.

LE NOVITA’ EDITORIALI
– Per quanto riguarda le novità presentate dagli editori presenti al Pisa Book Festival, ricordiamo “La Saggezza del Marabù” di Pietro Calabretta, un romanzo dominato dal Dio tempo, “Poiché il mio cuore è morto” di Maissa Bey, la storia di una madre algerina che divide la sua esistenza tra il figlio Nadir e la sua professione di insegnante. “Elegia provinciale” di Giancarlo Micheli, l’affresco di una Torre del Lago nel primo decennio del Novecento, la storia di un luttuoso evento che riguarda da vicino il maestro Giacomo Puccini. “La ricetta per la coppia perfetta”, una strana e antica ricetta che le donne della famiglia di Lisa usavano tramandarsi in occasione dei loro matrimoni. Attesa è la presentazione di “Non è tempo di nostalgia” di Joseph Farrell, coautore con Franca Rame del libro-intervista. Il libro è l’ultima intervista di Franca Rame, concessa a Joseph Farrell nella sua casa di Milano nel febbraio 2013. Si tratta di un omaggio che il Pisa Book Festival ha pensato per la grande attrice recentemente scomparsa.

Francesca Bedini

14 novembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata