In attesa del Salone di torino

Ben Jelloun, Catozzella e Di Nicola-Musumeci inaugurano domani il Salone Off 2014

Quattro scrittori e le tematiche di attualità che con coraggio hanno affrontato nei loro recenti lavori editoriali: le stragi dei migranti, il traffico di esseri umani, la Primavera araba, la sessualità dopo la malattia...

Dal centro alla periferia un calendario di appuntamenti che per la prima volta coinvolge le dieci Circoscrizioni di Torino con le loro biblioteche e librerie, la Scuola Holden e gli istituti scolastici della città
              

MILANO – Quattro scrittori e le tematiche di attualità che con coraggio hanno affrontato nei loro recenti lavori editoriali: le stragi dei migranti, il traffico di esseri umani, la Primavera araba, la sessualità dopo la malattia. Saranno Tahar Ben Jelloun, Giuseppe Catozzella, Giampaolo Musumeci e Andrea Di Nicola con i loro ultimi libri a dare il via a marzo al nuovo ciclo del Salone Off di Torino.

FORMULA INNOVATIVA RIVOLTA AI GIOVANI – Il Salone Off intende recuperare lo spirito del Premio Salone Internazionale del Libro, che nel 2010 e 2011 con Amos Oz e con Javier Cercas aveva coinvolto quasi 10.000 ragazzi delle scuole piemontesi, questa volta con un’attenzione particolare alla città di Torino e alle sue Circoscrizioni. Con gli appuntamenti del Salone Off si consolida, infatti, quella formula innovativa di promozione della lettura e dei libri, che considera il punto di vista dei giovani quale lente privilegiata per affrontare criticamente le lettura e la riflessione. Grazie al lavoro di tutor e insegnanti, le tematiche e l’opera di uno scrittore vengono affrontate approfondite dai ragazzi e dai lettori prima dell’incontro con lo scrittore, per potergli porre le domande più puntuali e pertinenti.

SALONE OFF – Il Salone Off, il «Salone del Libro diffuso», è nato nel 2004 dall’intuizione della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura di portare i libri e gli autori del Salone Internazionale del Libro fuori dai padiglioni del Lingotto, sul territorio delle Circoscrizioni: dai teatri alle scuole, dai centri di quartiere agli ospedali, dai mercati alle case popolari, ai centri di protagonismo giovanile. Edizione dopo edizione ha raccolto sempre più consensi, si è arricchito e si è strutturato, toccando le 150 location e i 300 eventi nel 2013. Da quest’anno si uniscono nuovi partner come la Scuola Holden, i giovani allievi della scuola di scrittura fondata da Alessandro Baricco, le Biblioteche civiche torinesi con i suoi gruppi di lettura, le scuole superiori torinesi, le librerie della città ed i giovani «cronisti» del Bookblog del Salone Internazionale del Libro, i quali documenteranno con interviste, video, recensioni, resoconti giornalistici e contributi audio i diversi appuntamenti, mettendoli a disposizione di tutti grazie alla pubblicazione sul sito del Salone.

I PROTAGONISTI – Tahar Ben Jelloun nel corso degli incontri parlerà del suo nuovissimo romanzo “L’ablazione”, che racconta le difficoltà di un uomo, molto vitale e di successo, nell’affrontare la malatti. Nato a Fès (Marocco) nel 1944, il poeta, romanziere e giornalista ha vinto il Premio Goncourt nel 1987. È noto in Italia per i suoi numerosi libri, che affrontano soprattutto il tema del razzismo, dell’immigrazione e dell’integrazione. Altro scrittore protagonista del Salone Off è Giuseppe Catozzella. Nato a Milano nel 1976, scrittore e giornalista, è autore di poesie, romanzi-inchiesta, racconti e reportage. È stato a lungo consulente editoriale per Mondadori e attualmente lavora per la casa editrice Feltrinelli. Ultimi autori protagonisti del Salone Off sono Andrea Di Nicola e Giampaolo Musumeci autori di Confessioni di un trafficante di uomini, l’opera-inchiesta che riusciti a descrivere e a raccontare il sistema criminale del traffico di esseri umani. Andrea Di Nicola è dottore di ricerca e professore aggregato di Criminologia alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento, dove insegna Criminologia e Criminologia applicata e coordina il gruppo di ricerca eCrime – ICT, law & criminology, mentre Giampaolo Musumeci è un noto fotografo e film-maker, giornalista e conduttore radiofonico, che si occupa di immigrazione, attualità internazionale e conflitti dimenticati, soprattutto in Africa.

13 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti