Da uno studio inglese

Perché i ragazzi leggono meno delle ragazze

Un recente studio ha dimostrato che i giovani lettori di sesso maschile tendono a scegliere libri più facili da leggere rispetto alle ragazze. Ecco i principali dati
Perché i ragazzi leggono meno delle ragazze

MILANO – A tutti i maschietti che credono di cavarsela dicendo che preferiscono leggere riviste piuttosto che i grandi classici volevamo dire che da oggi non ci sono più scuse, perché le due maggiori ricerche sui ragazzi inglesi e la lettura hanno confermato quello che tutti già sospettavamo, i ragazzi leggono meno delle ragazze, qualsiasi sia la loro età.

GLI STUDI – Come riportato dal sito del The Guardian, i due studi, progettati e seguiti dal professore Keith Topping, insegnante di ricerca sull’educazione e la socialità presso l’università di Dundee, hanno dimostrato che i lettori di sesso maschile tendono a saltare le pagine dei libri per arrivare più velocemente all’ultimo capitolo o addirittura ad abbandonare una lettura ancora prima di portarla a termine.  Il primo studio è stato condotto su 822.295 studenti in 3.243 scuole, mentre il secondo si è basato sull’analisi di un quiz sulla comprensione dei libri letti da 150.220 ragazzi in 967 istituti. I risultati hanno portato alla luce dei dati molto interessanti: i maschietti dai 5 ai 18 anni, infatti, non sono risultati molto costanti nella lettura. Gli studi hanno analizzato il livello di comprensione degli studenti in base alla difficoltà di lettura dei diversi libri ed è risultato che i lettori di sesso maschile si applicano meno delle ragazze e tendono a scegliere letture più facili.

LE CONCLUSIONI – La ricerca di Keith Topping ha permesso di individuare in Roald Dahl come “lo scrittore più gettonato tra i ragazzi”, perché “i suoi libri sono apprezzati dagli studenti di età diversa, sia ragazzi che ragazze, dai primi anni di scuola fino ad arrivare agli ultimi”. E’ stato inoltra notato che, durante i primi anni di scuola, i bambini tendono a leggere libri non affatto semplici per la loro età, come la saga di Harry Potter, riuscendo a portarli a termine con successo. Topping ha detto:”Quello di cui c’è bisogno, sono insegnanti e librai che dedichino il proprio tempo ai bambini per parlare insieme a loro delle loro scelte di lettura, in modo da suggerirli libri che possano stimolare la loro intelligenza e la loro capacità di leggere basandosi sui loro interessi”. Un programma di lettura mirato e personalizzato potrebbe aiutare tutti gli studenti ad entrare a contatto con il mondo dei libri ed imparare fin da piccoli a sviluppare una capacità di concentrazione e comprensione che sicuramente li aiuterà nella vita di tutti i giorni.

 

Ecco l’elenco degli scrittori preferiti dai piccoli grandi lettori delle scuole inglesi: 

1. Jeff Kinney, conosciuto sopratutto per “Diario di una schiappa”

2. David Walliams, I dieci bambini più cattivi del mondo 

3. J.K. Rowling, La saga di Harry Potter

4. Roald Dahl, Le streghe 

5. Susanne Collins, La saga di Gregor 

 

Questi invece sono gli scrittori che i bambini amano di più: 

1. Rick Riordan, Il libro segreto. Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo 

2. JK Rowling, La saga di Harry Potter

3. Cassandra Clare, The Mortal Instruments 

4. Christopher Paolini, Il ciclo dell’Eredità 

5. Daisy Meadows, La serie del magico arcobaleno

© Riproduzione Riservata
Commenti