Sei qui: Home » Libri » Pablo Neruda e l’importanza della consapevolezza
Un libro, una penna e il mare

Pablo Neruda e l’importanza della consapevolezza

Oggi voglio proporvi uno scritto, di fortissimo impatto emotivo, a mio avviso, a firma del grande poeta e attivista cileno, Pablo Neruda...

Oggi voglio proporvi uno scritto, di fortissimo impatto emotivo, a mio avviso, a firma del grande poeta e attivista cileno, Pablo Neruda, che sicuramente tutti voi conoscerete. Preciso però una cosa e cioè che da alcuni miei controlli, pare non sia del tutto certo che l’autore sia realmente lui. Per cui, se qualcuno di voi dovesse saperne di più, è pregato di avvisarmi.

 

Ma perchè mi è venuta l’ idea di pubblicare questo brano.. perchè forse oggi più che mai, avverto una fortissimo calo di quel senso di responsabilità che dovrebbe appartenere a ciascuno di noi. A iniziare dai più giovani. Divenire i protagonisti delle nostre vite, penso sia lo scopo principale dell’ esistenza stessa, che comporta tutta una serie di responsabilità appunto, di cui dovremmo prendere ampiamente coscienza, di modo da interagire nella società stessa, in armonia con i nostri simili, che non dovrebbero invece divenire i nostri capri espiatori o meglio, gli alibi per giustificare i nostri insuccessi. Fatte salve tutte le eccezioni, naturalmente. Vi auguro una buona lettura.

"Non incolpare nessuno", di Pablo Neruda

Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento
né attribuirlo agli altri.

Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bimbo.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno è così terribile per cedere.

Non dimenticare
che la causa del tuo presente è il tuo passato,
come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

Apprendi dagli audaci,
dai forti
da chi non accetta compromessi,
da chi vivrà malgrado tutto
pensa meno ai tuoi problemi
e più al tuo lavoro.

I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
Impara a nascere dal dolore
e ad essere più grande, che è
il più grande degli ostacoli.

Guarda te stesso allo specchio
e sarai libero e forte
e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
perché tu stesso sei il tuo destino.

Alzati e guarda il sole nelle mattine
e respira la luce dell’alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina,
deciditi e trionferai nella vita;
Non pensare mai al destino,
perché il destino
è il pretesto dei falliti.

(Immagine articolo Dipinto di Vladimir Kush " Alba sull’ oceano ".)

20 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

Per il condominio nuove regole ed un posto d’onore nella letteratura

Arriva a Milano la mostra fotografica dedicata al maestro del brivido Alfred Hitchcock

Successivo

Lascia un commento