Nasce ”#ManifestAmi. Racconti di cuore e di protesta”, il primo concorso letterario sul tema della protesta

Il concorso ''#ManifestAmi. Racconti di cuore e di protesta'' ha l'obbiettivo di raccogliere i momenti in cui siamo stati ''vivi'', in cui abbiamo portato avanti il conflitto...

Parte il Primo Concorso Letterario gratuito finalizzato a creare una nuova, promosso dal magazine online Dazebao

MILANO – In seguito alle varie traversie politiche che hanno visto protagonista il nostro Paese, si è perso lo spirito e la capacità di unire in un’unica forza le proteste. Sulle spalle degli italiani pesano la precarietà dell’esistenza, l’assenza di lavoro, di meritocrazia, la diseguaglianza sociale, l’assenza di diritti, l’impossibilità di far sentire le nostre voci attraverso i media tradizionali. Il concorso “#ManifestAmi. Racconti di cuore e di protesta” ha l’obiettivo di raccogliere i momenti in cui siamo stati “vivi”, in cui abbiamo portato avanti il conflitto. In Italia, oggi più che mai, c’è un fortissimo e concreto bisogno di allargare la coscienza civile. La storia italiana è costellata di significativi momenti  in cui il Paese si è messo insieme ed ha sognato di riprendersi tutto.

IL CONCORSO – Questo concorso, promosso dal magaize online Dazebao si pone come obiettivo quello di mettere insieme i racconti di esperienze, convinti che partendo dal particolare, dal locale, si possano costruire dei ponti, dei legami tra le persone, si possa vedere un mondo altro, ma possibile. Partecipare è molto semplice: basta inviare dei racconti brevi, delle poesie ma anche dei disegni o delle fotografie all’indirizzo mail: [email protected] I soggetti delle opere inviate dovranno essere le Manifestazioni di protesta, le emozioni che queste hanno suscitato in noi: gli incontri, i sogni, gli amori, le amicizie, le sofferenze, le gioie, le perdite, le conquiste. I migliori racconti verranno inseriti in una raccolta dal titolo “#ManifestAmi. Racconti di cuore e di protesta”, che sarà autoprodotta da Dazebao in un e-book scaricabile gratuitamente e in un’edizione cartacea mediante P.O.D.

26 agosto 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti