La fondatrice racconta il Festivaletteratura

Marzia Corraini, Festivaletteratura di Mantova: ”I libri servono ancora a qualcosa”

Fino a domenica 7, il centro storico di Mantova si trasformerà in un paradiso letterari per tutti gli amanti di libri e scrittura. Parte la nuova edizione di Festivaletteratura, il festival letterario più importante in Italia...

E’ iniziato il Festival delle letteratura di Mantova, uno tra i più importanti festival letterari italiani. Tantissimi gli eventi in programma e altrettanti ospiti di grande calibro. Marzia Corraini, fondatrice del festival, ci racconta tutte le novità e i punti di forza dell’edizione 2014

MILANO – Fino a domenica 7, il centro storico di Mantova si trasformerà in un paradiso letterari per tutti gli amanti di libri e scrittura. Parte la nuova edizione di Festivaletteratura, il festival letterario più importante in Italia: gli incontri in programma saranno più di 300 (qui i 10 appuntamenti da non perdere) e interesseranno grandi e piccini. Marzia Corraini, fondatrice del festival, che quest’anno compie il 18esimo anno di età, spiegato gli obiettivi e le novità di questa importante kermesse letteraria.

GLI OSPITI – Saranno davvero molti gli scrittori noti che intratterranno, per tutto il giorno, gli appassionati di lettura. “Tra gli scrittori letterari del festival, quest’anno ospiteremo Pierre Lemaitre, Elizabeth Strout, Michael Cunningham, per la saggistica Jeremy Rifkin – spiega Corraini – Ma tra i tanti nomi noti, continueremo il nostro percorso di ricerca di nuovi talenti, il pubblico richiede sempre nuove scoperte da fare: tra gli altri ci saranno Adriana Lisboa, tra i più significativi autori under 40 dell’America Latina, l’olandese Tommy Wieringa, che è stato paragonato a Salinger e NoViolet Bulawayo, che con il suo romanzo d’esordio è entrata nella shortlist del Man Booker Prize 2013′.

L’OBIETTIVO – L’obiettivo principale di questa edizione del Festivaletteratura è quella di puntare alla scrittura, ma anche al futuro. “Innanzitutto con Meglio di un romanzo, in collaborazione con Luiss Creative Summer School, dove il festival farà conoscere al pubblico alcuni dei migliori giornalisti-narratori italiani e stranieri e inviterà giovani aspiranti giornalisti a cimentarsi con questo tipo di scrittura. E poi ancora con Prototipi, uno spazio di sviluppo, collaudo e verifica di progetti per orientare il pensiero a nuovi oggetti di lettura verso Festivaletteratura 2015.”

LE NOVITA’ DI QUEST’ANNO – ‘Tra le novità dell’edizione 2014, quella in cui il Festivaletteratura diventa maggiorenne, ci sarà la sezione sulla memoria. ‘Testimoni d’archivio’ punta a raccogliere dalle persone che hanno vissuto vicino ai grandi della cultura i racconti sull’attività, sulle relazioni intellettuali, sulle passioni, sulla vita quotidiana per evitare che questo patrimonio di conoscenze vada irrimediabilmente perduto. Registreremo i loro ricordi’.

LA CULTURA E’ IN PIAZZA – Gli incontri, come ogni anno, sono pensati per soddisfare un ampio target di pubblico: dai più piccoli ai più grandi, dagli appassionati di genere, agli studenti etc. Grazie al Festivaletteratura di Mantova, la cultura arriva in piazza: “Abbiamo iniziato con Festivaletteratura di Mantova diciotto anni fa aprendo in Italia la strada dei festival. E ancora oggi i festival letterari sono la prova che i lettori esistono e hanno voglia di leggere, i libri servono ancora a qualcosa – conclude Marzia Corraini – Ci identifichiamo molto con l’idea di Piazza, di spazio d’incontro. Festivaletteratura è luogo di scambio, infatti  la rete di scrittori amici, biblioteche, scuole, giovani suggeritori è la forza fondamentale che ci consente di fare il festival.’

4 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti