Sei qui: Home » Libri » Librerie » Marzia Corraini di Festivaletteratura, ”Il pubblico a Mantova testimonia grande passione per libri e cultura”

Marzia Corraini di Festivaletteratura, ”Il pubblico a Mantova testimonia grande passione per libri e cultura”

Sta avendo grande successo di pubblico del Festivaletteratura di Mantova, che pur in un momento di grande incertezza, dovuto alla crisi e al terremoto, non manca di richiamare migliaia di visitatori e ravvivare l'amore per i libri. Questo il bilancio che emerge dalle parole di Marzia Corraini, membro del comitato organizzatore dell'evento...

Un primo bilancio sull’andamento del Festival tracciato da uno membri del comitato organizzatore, Marzia Corraini

MANTOVA – Fucine di incontri tra persone e testi, tra autori e pubblico, laboratori dove nasce, si alimenta e si diffonde la passione per la cultura: questo sono i festival letterari. Basti guardare al grande successo di pubblico del Festivaletteratura di Mantova, che pur in un momento di grande incertezza, dovuto alla crisi e al terremoto, non manca di richiamare migliaia di visitatori e ravvivare l’amore per i libri. Questo il bilancio che emerge dalle parole di Marzia Corraini, membro del comitato organizzatore dell’evento.

GRANDE AFFLUENZA DI VISITATORI – “Quest’anno, dopo un’estate in cui eventi simili hanno avuto diversi problemi, legati al caldo torrido e soprattutto alla crisi, avremmo potuto avere un riscontro diverso, meno positivo. La città invece ha risposto in maniera straordinaria al nostro invito: sicuramente il pubblico non è diminuito, anzi, è stato forse più numeroso che negli altri anni”, spiega Marzia Corraini. “È un pubblico molto vicino a noi, molto vicino alla cultura, che sta esprimendo la sua soddisfazione e sta partecipando con entusiasmo sia agli eventi a pagamento sia a quelli liberi del Festival. Questo ci fa molto piacere: è la dimostrazione che con la cultura si possono cambiare le cose, soprattutto in questo momento in cui l’Italia e l’Europa stanno cercando di uscire dalla crisi. È una testimonianza che fa ben sperare, non solo per il Festival.”

UN EVENTO CHE COINVOLGE L’INTERA CITTÀ – Straordinaria la lista di autori che si ha occasione di incontrare, ascoltare e conoscere, un calendario eventi di cui Marzia Corraini si dichiara giustamente molto contenta, che ha trasformato la città intera in una grande festa. “Ovviamente noi siamo soddisfatti del programma messo in piedi, un programma che si svolge lungo un itinerario più esteso del solito: siamo da piazza Sordello a Palazzo Te, coinvolgendo tutto il percorso cittadino. I visitatori non si lasciano scoraggiare da nulla:  vediamo gente infaticabile che cammina, che si sposta da un luogo all’altro per non perdersi gli incontri.”

REAGIRE ALLA CRISI – Neppure il sisma che ha recentemente colpito la città ha potuto minare il successo di questo annuale appuntamento, divenuto imperdibile. “Anche se non nella stessa misura in cui ha colpito la provincia e altri luoghi del territorio modenese, il terremoto ha certamente segnato la nostra città. Un po’ di preoccupazione c’era rispetto a questo aspetto, perché ci sono stati diversi danni e fino a poco fa la città era praticamente vuota, ma forse più per la crisi che per il sisma. Una preoccupazione che però è stata da subito accantonata: la gente è determinata a ricominciare. Si fanno anche sacrifici probabilmente, ma la bellezza della città, la voglia di visitare questi luoghi facendoli rivivere attraverso incontri culturali fanno il successo della manifestazione: i numerosi partecipanti testimoniano una vera passione per questi eventi. Le nostre città possono contare sulle persone e sul loro patrimonio per riprendersi.”

 

7 settembre 2012

© Riproduzione Riservata