Libri, una passione… da indossare

Dentro a molti booklover si nasconde un nerd – spesso, a dir la verità, non è proprio nascosto, anzi è ben evidente a prima vista. Poco male: nerd è diventato sinonimo di fashion...
Il magazine Flavorwire ha raccolto le immagini di 10 strabilianti capi di abbigliamento ispirati ai libri (o fatti di libri). Noi ve li riproponiamo qui
 
MILANO – Dentro a molti booklover si nasconde un nerd – spesso, a dir la verità, non è proprio nascosto, anzi è ben evidente a prima vista. Poco male: nerd è diventato sinonimo di fashion. Finalmente quei personaggi un po’ strani, con un quoziente intellettivo superiore alla media, amanti dei libri, in particolare di letteratura fantasy, e dei videogame – quelli che da ragazzini erano di solito isolati e presi in giro dal gruppo, per intenderci – si prendono la loro rivincita. Il “nerd style” è diventato chic, star di primo piano lo sfoggiano sui red carpet ai grandi eventi internazionali – chi non ha in mente, tanto per dirne uno, il volto di Johnny Depp incorniciato dai classici occhialoni con la montatura spessa, un tempo bollati come “da sfigati”?
 
Recentemente Flavorwire, magazine americano che si occupa di libri, arte, musica, design, televisione e cinema, ha dato la caccia ai vestiti più stravaganti ed eccentrici ispirati ai libri, o addirittura fatti di libri. Alcuni sono veramente “eccessivi” – ma la moda, si sa, è spesso eccessiva… e allora perché non dovrebbe esserlo anche il mondo del “fashion letterario”? Riproponiamo la “collezione” presentata da Flavorwire, chissà mai che qualcuno non possa trovare il vestito giusto per esprimere, in qualche grande occasione, il suo orgoglio di booklover…
 
Volete essere pronte a un viaggio inaspettato? Questo vestito riproduce una mappa eccellente delle Terre di Mezzo. La foto è di Matt & Kristy e ritrae una partecipante al Dragon*Con, la più grande convention al mondo di fantasy e sci-fi (fantascienza), che si tiene ogni anno ad Atlanta.
 
Se per voi però è troppo… “castigato”, potete scegliere uno di questi due, sempre ispirati a “Il Signore degli Anelli”. Quello a sinistra si chiama “Un vestito per domarli” – dai famosi versi della “poesia dell’anello” che recita “Un anello per domarli, un anello per trovarli / un anello per ghermirli e nel buio incatenarli”.
 
 
Che ne dite di questa maglietta con il simbolo dei Doni della Morte di Harry Potter?
 
 
Per vere principesse delle fiabe, la fashion designer Ryan Novelline ha creato il corpetto di questo vestito cucendo insieme i dorsi dorati dei Little Golden Books – una serie di libri per bambini molto popolari pubblicati dalla casa editrice americana Simon and Schuster. La gonna è fatta invece con le stampe delle loro pagine illustrate.  
 
 
“C’era una volta” la stilista Jennifer Pritchard Couchman, che realizzò questo abito – fatto cucendo insieme diverse copie del “Book of Fairy Tales” (la raccolta delle fiabe) di Angela Carter – appositamente per la scrittrice di fiabe Claire Massey. Non trovate anche voi che abbia qualcosa di davvero magico?
 
 
Avete amato ogni singolo capitolo di “Moby Dick”? Adesso potete “indossarli” tutti e 136 grazie a questa vestaglia, disegnata da Angela Cockayne, che li porta stampati sul davanti.
 
 
Questo maglione è ispirato alla storica copertina dell’edizione americana di “The Bell Jar” (“La campana di vetro”) di Faber & Faber – solo per ragazze “cool”!
 
 
La designer Tata Christiane ha creato un’intera collezione, intitolata “Realismo magico”, basata su “Cent’anni di solitudine” di Gabriel García Márquez. Tende di più al “magico” che al “realistico”, ma è sicuramente affascinante.
 
Questo vestito è una creazione di Carrie Ann Schumacher, realizzato con le pagine di 50 romanzi d’amore che la stilista ha recuperato da una scatola di libri che venivano dati in regalo dalla sua biblioteca locale.
 
 
Se mappe e copertine dei libri sono un riferimento troppo indiretto e non abbastanza chiaro, perché non indossare un intero romanzo stampato sulla maglietta? Nessuno accanto a voi avrà più occasione di annoiarsi.
 
 
13 novembre 2013
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti