Sei qui: Home » Libri » Libri “spicy”, 10 romanzi da leggere per scoprire questo genere in tendenza

Libri “spicy”, 10 romanzi da leggere per scoprire questo genere in tendenza

I libri "spicy" sono letture che nascondono dettagli piccanti. Scopriamo 10 titoli da leggere per scoprire il genere del momento.

Spopolano i libri “Spicy”, proprio come lo “speziato” di una pietanza che, con i suoi odori saporiti e piccanti, apre l’appetito. Gli “ingredienti” vincenti di questo nuovo genere che si sta sempre più affermando nella letteratura moderna, grazie anche al romance, sono un mix di romanticismo bollente e scene sentite che permettono di empatizzare con i protagonisti della storia.

Cosa sono i libri spicy

La parola inglese “spicy” tradotta in italiano significa “speziato“, ma viene anche usato come sinonimo di “hot”, ovvero bollente, in senso figurato erotico.

I romanzi spicy sono libri che racchiudono dettagli “piccanti”, più o meno erotici, capaci di tenere i lettori incollati alle pagine con un altissimo interesse.

Che il “piccante” sia esplicito o leggermente accennato, è naturale che esso generi un certo tipo di attrazione in chi vi si imbatte. Perciò, sin dai primordi, la letteratura si è avvalsa di tale strumento.

10 libri “spicy” da leggere

E benché il termine più moderno sia apparso solo ultimamente, anche grazie a TikTok che lo traina in tendenza, i romanzi “spicy” sono sempre esistiti. Ve lo dimostriamo in questo articolo, in cui esploriamo il sottogenere scoprendo 10 titoli, classici e contemporanei, che potrebbero essere definiti “spicy”.

Le relazioni pericolose” di De Laclos

Potrebbe essere ritenuto uno degli archetipi del genere “spicy”: è “Le relazioni pericolose”, l’affascinante romanzo epistolare di Pierre Chorderlos de Laclos, ambientato nella Parigi del Settecento in un ambiete alto-borghese.

la marchesa di Merteuil, falsa e devota, abbandonata dall’amante, Gercourt, decide di vendicarsi disonorandolo. A questo scopo conquista la complicità del visconte di Valmont, suo ex amante e noto seduttore senza scrupoli. Valmont accetta la sfida e decide di sedurre la giovane Cécile, promessa sposa di Gercourt.

Inizia così lo scambio epistolare (175 lettere) che mette in scena la rete diabolica elaborata da Valmont e dalla marchesa di Merteuil, tessuta in cinque mesi di progetti, manovre, sotterfugi, confessioni, elaborate ipocrisie, colpi di scena e complicatissimi intrighi.

L’amante” di Marguerite Duras

“L’amante” di Marguerite Duras si potrebbe ritenere un libro “spicy” per la vivacità attraverso cui la scrittrice racconta la storia d’amore che è protagonista delle pagine.

La storia d’amore di una francese quindicenne con un giovane miliardario cinese, sullo sfondo di un ritratto di famiglia, nell’Indocina degli anni trenta. Racconto di lucidità struggente, di terribile e dolce bellezza, “L’amante” trasfigura e risolve integralmente in una scrittura spoglia e intensa, il complice gioco che la memoria e l’oblio ricalcano sulla trama della vita.

L’amante di Lady Chatterley” di David H. Lawrence

Anche questa lettura “spicy” è considerabile un classico della letteratura, che continua ad appassionare lettrici e lettori sin da quando è stato pubblicato. Recentemente, è uscito anche un adattamento prodotto da Netflix, che ha fatto conoscere la passionale storia di Lawrence anche alle generazioni più giovani.

Nel suo capolavoro, divenuto il manifesto della passione autentica e travolgente, Lawrence narra le vicende di Connie Chatterley, moglie di Connors, uomo di nobili origini rimasto paralizzato durante la Prima guerra mondiale.

La giovane donna è dunque costretta a condurre una vita triste e monotona nella nebbiosa campagna inglese, fino a quando non incontra Mellors, affascinante guardiacaccia che vive nel capanno della tenuta. Connie, che non si è mai davvero abituata alla vita rigorosa richiesta a una nobildonna, riscopre così l’amore passionale, fisico, e inizia con l’uomo una relazione adultera.

Colori proibiti” di Yukio Mishima

“Colori proibiti” è un romanzo “spicy” sui generis: delicato ma al contempo profondo, indaga il tema dell’omosessualità e dei rapporti umani attraverso una rete intricata di relazioni che ricorda, a volte, il capolavoro di de Laclos.

Shunsuke è un anziano e celebre scrittore, che dubita delle proprie qualità artistiche e soffre della propria bruttezza e mancanza di seduzione, che gli hanno fatto sviluppare una forma di misoginia.

Yuichi invece è un bellissimo giovane, adorato da donne e uomini, e lo stesso Shunsuke ne subisce il fascino. Quando Yuichi, sul punto di sposarsi, gli svela di provare desideri omosessuali, il vecchio gli propone un patto che lo trasformerà nel suo strumento di vendetta.

A causa del suo individualismo narcisista, del carattere glaciale e della voluttà che prova a far soffrire chi lo ama, il giovane è il soggetto perfetto per conquistare le donne e poi lasciarle crudelmente vendicando così tutti gli abbandoni subiti da Shunsuke.

Twisted love” di Ana Huang

Ci spostiamo sul versante della contemporaneità scegliendo la saga di “Twisted love” come esempio per tutti quei romanzi contemporanei in tendenza su TikTok che al genere “spicy” attingono molto.

Alex Volkov è un diavolo dal viso d’angelo, tormentato da un passato a cui non può sfuggire. Ma quando gli viene affidata la sorella del suo migliore amico, Alex sente qualcosa di mai provato prima.

Ava Chen è intrappolata negli incubi di un’infanzia che non riesce a ricordare, eppure continua ad apprezzare ciò che di bello c’è al mondo. L’amore che nasce tra Alex e Ava non era previsto, e i segreti che porta alla luce potrebbero travolgerli, assieme a tutto ciò che hanno di più caro.

Lolita” di Vladimir Nabokov

Fra i classici da poter annoverare fra i romanzi “spicy”, “Lolita” è uno dei più attinenti.

“Lolita” è non solo un meraviglioso romanzo, ma uno dei grandi testi della passione che attraversano la nostra storia, dalla leggenda di Tristano e Isotta alla Certosa di Parma, dalle canzoni trobadoriche ad Anna Karenina. Ma chi è Lolita?

Questa «ninfetta» (geniale invenzione linguistica di Nabokov, poi degradata nell’uso triviale, quasi per vendetta contro la sua bellezza) è la più abbagliante apparizione moderna della Ninfa, uno di quegli esseri quasi immortali che furono i primi ad attirare il desiderio degli Olimpi verso la terra e a invadere la loro mente con la possessione erotica.

Mille luci sulla Senna” di Nicolas Barreau

Dei romanzi “spicy” che abbiamo selezionato, “Mille luci sulla Senna” è forse il più romantico. Adatto a chi vuole perdersi nelle strade di Parigi e in un’appassionata storia d’amore.

Quando, in una grigia giornata autunnale, Joséphine Beauregard esce dal suo monolocale sul canal Saint-Martin, a Parigi, trova due lettere nella casella della posta.

Una è dell’editore con cui collabora come traduttrice e l’altra di un notaio sconosciuto. E così, in pochi minuti, Joséphine scopre di aver perso il lavoro, ma anche di aver ereditato una casa, per quanto atipica e un po’ fatiscente: l’amato zio Albert le ha lasciato la sua vecchia houseboat, ormeggiata lungo il quai accanto al pont de la Concorde.

Per sbarcare il lunario, Joséphine decide a malincuore di vendere la barca, nonostante i ricordi di una gita spensierata lungo la Senna con l’eccentrico zio, da sempre il suo preferito in una famiglia fin troppo convenzionale e severa. Ma la sorpresa è grande quando, una volta a bordo, si trova di fronte un uomo che sostiene di essere il legittimo inquilino della Princesse de la Loire e che non ha nessuna intenzione di lasciarla.

Trash” di Dorothy Allison

Di seguito ti consigliamo una lettura intima, coinvolgente e personale in cui i dettagli “spicy” vengono inseriti per rivendicare la libertà e l’identità sessuale dell’autrice. Un libro consigliatissimo.

Pubblicato per la prima volta nel 1988, e premiato con il Lambda Literary Award, “Trash” é il libro di esordio di Dorothy Allison, e la palestra nella quale ha perfezionato lo stile e lo sguardo che animano le pagine più belle della Bastarda della Carolina.

Dando voce agli uomini e alle donne del Sud bianco e impoverito, i racconti di questa raccolta, dolorosi ed eloquenti, ci mostrano le terribili ferite che siamo capaci di infliggere a chi ci è più vicino. Sono storie di sconfitta e di redenzione; di colpa e di perdono; d’amore e di abusi, illuminate dalla forza e dal potere taumaturgico della scrittura.

Nel giardino dell’orco” di Leïla Slimani

Ci spostiamo sul versante dell’analisi psicologica con un libro “spicy” che scandaglia una protagonista femminile intrappolata nei lacci di una quotidianità asfissiante, e che nella libertà sessuale ed extraconiugale cerca la libertà di essere se stessa.

Adèle cammina per le strade di Parigi la sera, dopo il lavoro al giornale, talvolta anche durante la pausa pranzo, in cerca di incontri. Ha trentacinque anni, un marito medico dedito al lavoro e un bambino di pochi anni; una vita cui in fondo manca poco per potersi dire felice.

Eppure non può smettere di ribellarsi alla sensazione di vuoto che la assilla ogni giorno e che scaccia attraverso il corpo: è la fame per lo sconosciuto, da afferrare anche solo per un attimo. E non importa chi sia o dove, basta un incontro, un breve scambio di sguardi per trovare una veloce soddisfazione, o un’affinità che può trasformarsi in una vaga relazione.

Dopo, Adèle sa tornare a casa, preparare la cena al bambino e infilarsi nel letto accanto a Richard, come sempre.

Dove sei, mondo bello” di Sally Rooney

Infine, l’ultimo romanzo di Sally Rooney, che contiene al suo interno diverse caratteristiche del genere “spicy”, come del resto era già avvenuto nelle opere precedenti.

Alice ha scritto due romanzi di enorme successo, ma per trovare compagnia deve andare su Tinder. Eileen lavora per una rivista letteraria, però non ci paga l’affitto.

Simon ama da sempre la stessa donna, ma da sempre ne frequenta altre. Felix passa in birreria il tempo libero dal lavoro di magazziniere, ma la sua è una fuga.

Alice, Eileen, Simon e Felix si parlano, si fraintendono, si deludono e si amano e, mentre attraversano il cerchio di fuoco dei trent’anni, si chiedono se esista davvero, al di là, ancora, un mondo bello in cui sperare.

© Riproduzione Riservata