Libri non tradotti di Murakami

I libri di Murakami non tradotti in italiano

Quasi tutti i romanzi e i racconti di Murakami possiamo trovarli sugli scaffali di tutto il mondo, ma alcuni saggi non hanno lasciato il Giappone.
Il libri di Murakami non tradotti in italiano

MILANO – Haruki Murakami,tra i favoriti per il Premio nobel per la Letteratura 2016, da quando ha iniziato a scrivere le prime storie durante la notte sul banco della cucina, ai tempi del Jazz Bar, non ha più smesso. La sua produzione è ampia e variegata e non tutti i suoi lavori sono stati tradotti nella nostra lingua. A questo gruppo di libri appartenevano fino a poco tempo fa anche “Ascolta la canzone del vento” e “Il flipper del ’73”, due romanzi brevi usciti in Giappone tra il 1979 e il 1980 e pubblicati in italiano solo quest’anno in un unico volume (“Vento e Flipper”). Murakami considerava queste due storie – le prime che ha scritto – lavori non ancora maturi. Anni dopo, grazie anche alla pressione degli editori, ha concesso la pubblicazione all’estero e prontamente Einaudi li ha portati nelle nostre librerie.

“ROMANZIERE PER VOCAZIONE” – L’anno scorso è uscito 職業としての小説家, che provvisoriamente traduciamo con “Romanziere per vocazione”, un saggio autobiografico di Murakami, non ancora portato fuori dal Giappone. Un testo intimo, in cui lo scrittore si mette a nudo, come in parte ha anticipato nell’intensa ed evocativa prefazione di “Vento e Flipper”, scritta ad hoc per la riedizione. Nel 2015, all’uscita di “Romanziere per passione”, su 100.000 copie della prima tiratura, 90.000 sono state comprate dalla libreria Kinokuniya di Tokyo per contrastare lo strapotere degli store online. La metà delle copie acquistate è stato ceduto ad altre librerie locali.

RELEGATI IN GIAPPONE – Mentre quasi tutti i romanzi e i racconti possiamo trovarli sugli scaffali di tutto il mondo, ci sono alcuni saggi che non hanno abbandonato il suolo giapponese, a meno che qualche turista di Tokyo in viaggio in Italia non l’abbia lasciato per sbaglio su un vagone della metropolitana di Roma o di Milano. Tra gli altri, c’è un reportage di un viaggio compiuto dal candidato Premio Nobel in Grecia e in Turchia intitolato “Uten enten”, risalente al 1990. Sono sicuro che arriveranno presto in Italia anche questi libri, perché troppo interesse c’è per Murakami e gli editori hanno tutto l’interesse a soddisfarlo.

LEGGI ANCHE: “9 aspetti della vita che solo i lettori di Haruki Murakami possono capire”

PHOTO CREDITS: New York Times

© Riproduzione Riservata
Commenti