LIBRI - Cosa leggere a Natale

Libri di Natale e pellicciotti zoccoleschi – di Rossella Calabrò

Premesso che io per Natale vorrei uno di quei pellicciotti sintetici che sono, diciamocelo, un po' zoccoleschi, ma che a me piacciono tantissimo, fatemi pensare ai libri che potrei consigliarvi...

Premesso che io per Natale vorrei uno di quei pellicciotti sintetici che sono, diciamocelo, un po’ zoccoleschi, ma che a me piacciono tantissimo, fatemi pensare ai libri che potrei consigliarvi, così oltretutto mi distraggo dal pensiero dei pellicciotti e siam tutti più contenti (renne della slitta per prime, che, a parlar di pelliccia, anche se sintetica, secondo loro non c’è mai da stare tranquilli).

 

Dunque: intanto, per far bella figura, due libri seri, un romanzo e un romanzo-manuale.

Il romanzo, bellissimo e tanto ben scritto, è Coordinate d’Oriente, di Alessandro Perissinotto. Io, l’autore, l’ho conosciuto un paio d’anni fa, e abbiamo parlato solo di gatti per un’ora intera. A parte questo, e se anche non avete una passione per i felini (ma dovreste, eh), Coordinate d’Oriente ve lo consiglio davvero.

 

Poi, il romanzo-manuale, si intitola Giù le mani dalle donne, è di Alessia Sorgato, un avvocato, e racconta con sensibilità e umanità vari episodi di violenza sulle donne con – e qui è la parte manuale – anche i relativi consigli legali per difendersi. L’autrice, l’ho ascoltata durante la presentazione del suo libro a Milano, mi è piaciuta molto. Fresca, brillante, delicata, attenta e spontanea. E il suo è un libro che tutti dovrebbero leggere.

 

Ma io non posso rimanere seria per troppo tempo, quindi passo subito a consigliarvi due libri dedicati a chi ha un senso dell’umorismo molto sviluppato e un po’ caciarone. Il primo è L’orribile karma della formica, di David Safier. Leggendolo sono morta dal ridere e, siccome leggo di notte, le mie risate sgangherate hanno sicuramente svegliato qualche vicino, ma pazienza. Alla fine della lettura ho pensato, con un sospirone, che era un libro che avrei voluto scrivere io. Uno invece che, caso vuole, ho scritto io veramente, e che pare abbia fatto ridere molte persone, è Facebook per romantiche, un ebook di EmmaBooks. Ma non vi dico di più sennò sembra che io sia di parte.

 

Per finire, vi consiglio un libro che è per metà umoristico, per metà serio, scritto meravigliosamente da Daniel Pennac: Signori bambini è il suo titolo. Lo sto leggendo in questi giorni, non so ancora come andrà a finire, ma mi piace proprio tanto.

 

Una cosa che invece so come andrà a finire è che, coi saldi, il pellicciotto di peluche mi seguirà fino a casa. E chi sono io per dirgli Sciò, sciò, stai a casa tua?

Buone feste, lettori e pellicciotti.

 

Rossella Calabrò

21 dicembre 2014

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti