Sei qui: Home » Libri » 5 libri perfetti da leggere se ami viaggiare

5 libri perfetti da leggere se ami viaggiare

Le ferie sono ancora lontane anni luce ma hai già voglia di una fuga dal quotidiano? Ecco 5 bei libri perfetti da leggere se ami viaggiare.

I libri sono oggetti meravigliosi. In essi troviamo le risposte a tante e tante domande che assillano la nostra mente. Placano le nostre ansie, rischiarano i nostri dubbi, risanano le nostre ferite e, quasi sempre, ci aiutano a sognare, ad andare lontano nel tempo e nello spazio.

5 libri da leggere se ti piace viaggiare

Se ami viaggiare, che tu possa permettertelo spesso o meno, quelli consigliati in questo articolo sono i 5 libri perfetti per te!

Viaggio sentimentale” di Laurence Sterne

Il tema del viaggio è alla base di molti libri scritti fra il XVIII e il XIX secolo. “Viaggio sentimentale”, capolavoro di Laurence Sterne, è un romanzo che amerai se ti piace scoprire non solo luoghi nuovi, ma anche le persone che li abitano. Se riversi romanticismo in ogni angolo della tua vita e ti piace colorare le tue giornate attraverso il filtro dell’ironia, non puoi non leggere questo classico della letteratura.

Non ci sono viaggi, ma viaggiatori, non ci sono mete, ma itinerari. È quanto sembra suggerire Sterne nel “Viaggio sentimentale di Yorick lungo la Francia e l’Italia” (1768), parodistico controcanto all’ossessione per il tema del viaggio che attraversa tutta la letteratura del Settecento.

Il reverendo Yorick, già personaggio del “Tristram Shandy”, è il maturo protagonista dietro cui l’autore cela la sua identità di anomalo ecclesiastico.

Eroe e narratore, tentato ora dalla virtù ora dalla trasgressione, più che descrivere luoghi e monumenti, elargisce impressioni, sottigliezze, umori, ricordi di incontri: il frate e la gentildonna, il locandiere e la sartina, il giovane valletto ed ex tamburino e il vecchio ufficiale.

Episodi minuti, quadretti di vita e di costume venati di humour non meno che di malinconia, in cui il sentimento è l’unica regola alla quale il viaggiatore conformi andatura e linguaggio.

Shantaram” di Gregory David Roberts

Se ti appassionano i paesi lontani come l’India e le storie rocambolesche, apprezzerai di certo “Shantaram”, un romanzo che, per ricchezza di contenuto ed ecletticità, sembra contenere più e più libri al suo interno.

Nel 1978, il giovane studente di filosofia e attivista politico Greg Roberts viene condannato a 19 anni di prigione per una serie di rapine a mano armata.

È diventato eroinomane dopo la separazione dalla moglie e la morte della loro bambina.

Ma gli anni che seguono vedranno Greg scappare da una prigione di massima sicurezza, vagare per anni per l’Australia come ricercato, vivere in nove paesi differenti, attraversarne quaranta, fare rapine, allestire a Bombay un ospedale per indigenti, recitare nei film di Bollywood, stringere relazioni con la mafia indiana, partire per due guerre, in Afghanistan e in Pakistan, tra le fila dei combattenti islamici, tornare in Australia a scontare la sua pena.

E raccontare la sua vita in un romanzo epico di più di mille pagine.

Viaggiare in giallo” di AA. VV.

Se invece nutri un amore sconfinato per i libri gialli, ecco il consiglio perfetto per te: una raccolta di vivaci racconti nati dai giallisti più amati del momento e tutti incentrati sul tema del viaggio, da Alicia Giménez-Bartlett ad Alessandro Robecchi, da Marco Malvaldi ad Antonio Manzini…

Nella letteratura poliziesca sono molti gli scrittori che si sono messi alla prova con eleganti misteri ambientati in luoghi lontani dal quotidiano, dove l’investigatore deve ancora di più affinare le proprie capacità deduttive. In questi racconti i detective di casa Sellerio si mettono in cammino e il loro viaggio si tinge subito di giallo.

Outlander” di Diana Gabaldon

Attraverso lo spazio, il tempo e i sentimenti. Con i libri che compongono la saga di “Outlander”, Diana Gabaldon ha creato un mondo avvolgente e passionale con al centro una protagonista, Claire, che vive un’avventura unica nel suo genere. “Outlander” è la lettura perfetta se, oltre ad amare viaggiare, ti piacciono il genere storico e quello fantasy, e non disdegni le storie romantiche.

È IL 1945, la guerra è finalmente finita. Claire Randall, ex infermiera della Royal Army, sta trascorrendo una seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi assieme al marito Frank, professore di storia a Oxford.

Durante una passeggiata, Claire viene catturata dal misterioso cerchio di pietre eretto sulla collina di Craigh na Dun: inconsapevole viaggiatrice nel tempo, si ritrova straniera in terra straniera – una sassenach -, catapultata all’improvviso in un paese devastato dai conflitti e diviso tra i clan. È l’anno del Signore 1743.

Le coordinate della felicità” di Gianluca Gotto

Chiudiamo questo articolo sui libri perfetti da leggere per chi ama viaggiare con un titolo speciale, che consigliamo a chi è appassionato di viaggi ma anche a chi ha bisogno di una marcia in più nella vita di tutti i giorni.

“Le coordinate della felicità” è il libro in cui Gianluca Gotto ci racconta di quando ha iniziato a vivere viaggiando e di come abbia capito il valore del tempo che gli è concesso sulla terra. Il sottotitolo “Di sogni, viaggi e pura vita” è più eloquente di tutte le altre parole che potremmo utilizzare per raccontartelo.

 

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento