Libri e design

Le venti librerie di casa più originali al mondo – parte 1

Se tenere in ordine i file nel nostro pc diventa sempre più facile, con quegli oggetti che, invece di essere composti da bit, sono ancora in atomi le cose si fanno più complicate. La sfida è unire un crescente bisogno di praticità al desiderio di originalità ed eleganza...

MILANO – Se tenere in ordine i file nel nostro pc diventa sempre più facile, con quegli oggetti che, invece di essere composti da bit, sono ancora in atomi le cose si fanno più complicate. La sfida è unire un crescente bisogno di praticità al desiderio di originalità ed eleganza. Ecco dieci meravigliose librerie, suggeriteci dal magazine on line Incredible Things, che di sicuro accontenteranno i lettori più esigenti.

La libreria cava è ideale per chi vuole potersi sedere tra i propri libri e fuggire dalla realtà.

La “libreria farfalla” ha un doppio uso: se ci appoggiamo sopra un libro sembra una comune mensola, mentre se lo togliamo appare magicamente una farfalla che sembra planare sulla parete.

La libreria espandibile è perfetta per coloro che non hanno mai abbastanza spazio per i propri libri e che, in questo modo, non saranno costretti a interrompere la loro collezione.

La libreria a testa in giù è facile da realizzare e certamente molto sorprendente, oltre che assolutamente funzionale. Potete scoprire come costruirne una a questo link.

La Repisa N5 è costituita di tasselli ruotanti che si abbassano solo in caso di necessità, trasformandosi da libreria a parete in mensola in pochi istanti.

La libreria semovibile è fornita di ruote che le permettono di seguirvi ovunque e di una funzionale maniglia che vi permette di non separarvi mai dai vostri libri. Ideale per chi trasloca spesso e non si ferma mai.

La “libreria canina”, seppur priva del morbido manto tipico del migliore amico dell’uomo, è certo dotata della sua stessa fedeltà. Conserva per voi libri, giornali, riviste e può seguirvi persino in ufficio, grazie alle dimensioni ridotte che ne riducono al minimo l’invasività.

La libreria-letto, nata dal connubio tra la passione per la lettura e gli insegnamenti giapponesi in fatto di risparmio di spazio, è ideale per gli amanti dei libri costretti a vivere in spazi ristretti.

La libreria Tangram, come il mitico rompicapo cinese, non assume mai la stessa forma e permette di non annoiarsi mai, esprimendo sempre al meglio la propria creatività.

La “libreria terremoto” è un incontro tra il mondo di Barbie e quello dei Lego, dove i libri poggiano su mensole che appaiono instabili e sconvolte. Non adatta agli amanti dell’ordine.


 
Gloria Somaini

17 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti