Booklovers protagonisti

La top 10 dei romanzi in cui il protagonista è un vero booklover

Li abbiamo letti, li abbiamo apprezzati e forse ce ne siamo innamorati proprio perché in quei romanzi l’eroe era uno di noi: sì, un booklover. Chi l’avrebbe mai detto che alla fine di tutto sarebbe stato Bastian a decidere le sorti...

Quando un libro parla di libri, inutile negarlo, ci affascina. Per non parlare, poi, di quando il progatonista è un po’ come noi, ovvero un appassionato di lettura. Come non immedesimarsi, quindi, con quella storia? Il Guardian, ci ripropone i 10 romanzi dove il protagonista è un vero booklover

 

MILANO – Li abbiamo letti, li abbiamo apprezzati e forse ce ne siamo innamorati proprio perché in quei romanzi l’eroe era uno di noi: sì, un booklover. Chi l’avrebbe mai detto che alla fine di tutto sarebbe stato Bastian a decidere le sorti del Regno di Fantàsia? Inutile negarlo, abbiamo tutte sognato di essere Elizabeth Bennet, irriverente e amante della poesia, che trova in quello che sembra il suo antagonista, il grande amore della sua vita. È vero: un lettore appassionato che diventa il protagonista di un romanzo sembra essere una trama poco avvincente; ma se il lettore viene a patti con la realtà che lo circonda, andando oltre le pagine del libro, entra in azione diventando indiscutibilmente l’eroe. Il giornale britannico The Guardian ha elencato 10 libri in cui il lettore è l’attore principale della storia. Ve li riproponiamo, per continuare a sognare!

 

AMLETO di Shakespeare – Sebbene l’autore l’abbia descritto solo una volta nell’atto di leggere, si percepisce fin da subito che Amleto è un lettore compulsivo. Un uomo che potrebbe leggere e camminare contemporaneamente. Legge, scrive poesie e conosce i classici della letteratura. Non solo, come tutti i topi di biblioteca, ha il perenne assillo di non riuscire a conciliare il mondo che trova nelle sue letture con quello che lo circonda.

DON CHISCIOTTE DE LA MANCIA di Miguel de Cervantes – L’autore è il primo ad ammettere che non esiste nessun Don Quixotte.  Esiste però un uomo devoto alla lettura, e in particolar modo al romanzo cavalleresco; un uomo tanto devoto da vendere la sua terra per continuare a comprare libri. Finché un giorno, trasportato dalla sua fantasia e dalla follia, decide di reinventare se stesso e diventa un cavaliere errante, chiamato a difendere i più deboli in nome dell’amore che nutre verso Dulcinea del Toboso.

VITA DI SAMUEL JOHNSON di  J. Boswell – Più che un topo oserei dire una pantegana di biblioteca. Un uomo enorme che divora libri, anche se da un occhio è cieco dalla nascita e la luce della candela che tiene costantemente accesa per continuare a leggere, spesso gli brucia la sua parrucca.

LA SOVRANA LETTRICE di Alan Bennet – La regina si ritrova davanti ad una libreria mobile, sente che la cosa giusta da fare in quel momento è prendere un libro. Diventa così per lei un’ossessione, la lettura, che la distrarrà dai sui severi compiti da sovrana, ma che le donerà una bellissima sensazione di assoluta libertà.

POSSESSIONE di  A.S. Byatt – Il luogo non c’è nuovo, è la London Library; neanche l’occupazione del protagonista ci sorprende, è un ricercatore universitario; la trama è avvincente, perché Roland, sfogliando le pagine del libro che un tempo era appartenuto al suo poeta preferito, trova delle lettere scritte senza alcun dubbio dal poeta stesso. Da qui inizia l’avvincente storia che corre attraverso la vita passata di Randolph Henry Ash e le vicissitudini presenti del giovane ricercatore che si improvvisa detective.

84, CHARING CROSS ROAD di Helene Hanff – La corrispondenza tra due perfetti topi di biblioteca, ossia la Signora Hanff, americana e appassionata di classici sconosciuti che si rivolge al negozio di libri antichi di Londra Marks & Co. Nasce così una fitta corrispondenza tra lei e Frank Doel, responsabile del negozio, che da perfetto topo di biblioteca riesce a reperire ogni opera che gli viene richiesta. Magari esistesse davvero!

MATILDE di Roald Dahl – Matilde è una bambina dalle enormi capacità, di grande intelligenza, ma disgraziatamente nata nella situazione familiare sbagliata. Un topo di biblioteca tenuto lontano dai libri, fin quando alle elementari non conosce la signorina Dolcemiele che la porta a conoscere il favoloso mondo dei libri. È uno dei pochi casi in cui il topo di biblioteca ha anche dei super poteri!

PICCOLE DONNE di  L. M. Alcott – Jo è una delle quattro sorelle March. L’unica dotata di una forte personalità, l’unica che riesce ad andare oltre gli schemi della visione delle donne nel 1860. Lei è l’unica che legge. Il suo sogno? Ovviamente diventare una scrittrice. Attraverso la sua creatività prova ad adattare il suo mondo a quello che la realtà le propone, inventando un suo proprio modo di essere.

LA BREVE FAVOLOSA VITA DI OSCAR WAO di Junot Diaz – Trasferitosi dalla Repubblica Domenicana nel New Jersey, Oscar a sette anni vive un meraviglioso ménage à trois con due bellissime ragazze, ma quando la liaison giunge al termine Oscar si rifugia nel fantastico mondo dei fumetti Mervel e dei libri di fantascienza di Asimov, Howard, Lovecraft. In questo romanzo, Oscar riesce a rendere il suo essere nerd qualcosa di assolutamente figo

IL PICCOLO BRUCO MAI SAZIO di Eric Carle – Il nostro eroe è davvero un verme, anzi un bruco che va avanti per la sua strada facendo buchi sulle pagine del libro. Per i vostri bimbi sarà bellissimo scoprire che anche i lettori più accaniti possono essere magici!

 

 

Eleonora Ferrante

7 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti