Una passione

La storia della prostituta che legge libri tra un cliente e l’altro

Anna fa la prostituta. Tra un cliente e l'altro tira fuori un libro e legge. Uno dei suoi scrittori preferiti è Dostoevskij
La storia della prostituta che legge libri tra un cliente e l'altro

MILANO – Si fa chiamare Anna ed è di origine ucraina. Ha 27 anni ed è madre di due figli. Per guadagnarsi da vivere fa la prostituta. Tra un cliente e l’altro tira fuori un libro e legge. Anche se volge lo sguardo a ogni macchina che passa, ama perdersi nelle storie e seguire le avventure dei loro personaggi.

LA STORIA – “Ho iniziato a fare questo mestiere quando un uomo mi ha portato con la forza dall’Ucraina in Sicilia” ha raccontato a Bianca Francavilla su Leggo.it. “Poi quest’uomo è stato arrestato e mi sono trasferita a Roma, dove avevo un’altra persona che mi controllava. Da un anno lavoro a Latina autonomamente, senza nessun protettore». Ora resta qui, ha raccontato, perché i soldi le servono per crescere i suoi due bambini. Una donna con una storia difficile che trova conforto nel mondo delle storie.

UNA PASSIONE LUNGA UNA VITA – Quella per i libri è una passione lunga una vita, che Anna coltiva da quando era piccola. Ama Dostoevskij, tanto che sta rileggendo “Delitto e castigo” per la terza volta, dopo che le è stato regalato da un cliente. “Ogni giorno ricevo circa 30 uomini – ha raccontato a Leggo – Si fermano anche perché sono attratti da me che leggo i libri. Ma non ho iniziato a farlo per questo”. Poco lontano da dove solitamente si apposta c’è la sua biblioteca, composta di diverse decine di libri, malandati ma leggibili. Anche se degli uomini non si fida (tanto da preferire la macchina ad abitazioni private o hotel), con alcuni dei suoi clienti condivide il piacere della lettura, ricevendo volumi in regalo e prestando loro libri che all’occasione successiva le ridanno indietro.

PHOTO CREDITS: Leggo.it

 

© Riproduzione Riservata
Commenti