Da oggi in tutte le librerie

”La sposa”, il nuovo libro di Mauro Covacich arriva in libreria

Mauro Covachic, lo scrittore italiano dallo stile americano, ritorna a far parlare di se’. Da oggi, infatti, in tutte le librerie è in vendita ''La sposa'', l’ultima fatica letteraria dell’autore che sembra essere il seguito naturale di ''Anomalie'', del 1998...

Non è un romanzo, ma un insieme di racconti, 17 per la precisione, che ci riportano alla tradizione novellistica italiana: come il Decameron di Boccaccio o ai Sillabari di Parisi. Ad aprire la sequenza dei racconti, così veri da sembrare finti, è una sposa. Grande attesta per l’autore a PordenoneLegge il 21 settembre

MILANO – Mauro Covachic, lo scrittore italiano dallo stile americano, ritorna a far parlare di se’. Da oggi, infatti, in tutte le librerie è in vendita ”La sposa” (edito da Bompiani), l’ultima fatica letteraria dell’autore che sembra essere il seguito naturale di ”Anomalie”, del 1998. Sono 17 racconti che esprimono l’amore per la vita e che iniziano con una donna vestita di bianco, La sposa, che fa l’autostop.

LA SPOSA – Un giovane sacerdote, ignaro del suo futuro di papa, in un drammatico corpo a corpo con il desiderio. Gli attentati compiuti nei supermercati da un tranquillo padre di famiglia con la passione per gli esplosivi. Le peripezie di un cuore espiantato, in corsa verso la seconda vita. Un uomo deciso a condividere la casa con un branco di lupi. Fatti realmente accaduti che si fondono a invenzioni folgoranti e brevi digressioni autobiografiche, come la lezione di frisbee al nipotino, nella quale affiora la dolente sterilità di un’intera generazione che ha rinunciato ai figli per le proprie ambizioni personali.

PORDENONELEGGE – L’autore sarà ospite al festival letterario Pordenonelegge. Mauro Covacich, infatti, presenterà il libro il prossimo 21 settembre, alle 11, al Convento di san Francesco con Valerio Golino, attrice,  e Valentina Gasparet, curatrice del Festival.

 

17 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti