In Olanda la prima biblioteca al mondo permanente in un aeroporto

La biblioteca di Schiphol cerca di offrire ai viaggiatori un modo eccitante e stimolante per trascorrere il loro tempo di attesa e recuperare energia per il viaggio
In Olanda la prima biblioteca al mondo permanente in un aeroporto

MILANO – Spesso, almeno per quanto riguarda i voli continentali, il tempo di attesa supera il tempo di volo. Da Milano, per esempio, per raggiungere un qualunque aeroporto in Europa la durata del viaggio supera raramente le due ore, a meno che tu non debba andare a Reykjavik o San Pietroburgo. In ogni caso, in aeroporto, in attesa di partire o di tornare a casa, si passano varie ore. Gli aeroporti questo lo sanno e si sono dotati di diversi negozi, il più lungimirante di una biblioteca. In Olanda, allo Schiphol di Amsterdam, esiste infatti la prima biblioteca al mondo permanente in un aeroporto.

UN BEL MODO DI OCCUPARE IL TEMPO – Edoardo Albinati, in un’intervista di qualche tempo faci diceva che legge per vincere la noia. E proprio questo cerca di fare la biblioteca di Schiphol, offrire ai viaggiatori un modo eccitante e stimolante per trascorrere il loro tempo di attesa e recuperare energia per il resto del viaggio. La lettura ha una terribile capacità: quella di far scorrere il tempo ancor più velocemente di quanto già non scorra.

UNA FINESTRA SULLA CULTURA OLANDESE – Questa biblioteca si presenta essenzialmente come un salotto pieno di libri. In loco è inoltre possibile consultare una collezione multimediale che racconta la cultura olandese. Offre ai milioni di passeggeri in transito, che si trovano solo nei Paesi Bassi anche solo per passare da un aereo all’altro, la possibilità di farsi un’idea della cultura del paese che ha dato i natali a Van Gogh e Cees Nooteboom.

 

© Riproduzione Riservata