Juergen Boos, Direttore della Fiera del Libro di Francoforte, ”Stiamo vivendo il Big Bang dell’industria editoriale”

“Ogni giorno emergono nel nostro settore nuovi operatori, nuove relazioni, nuove idee di prodotto e nuovi modelli i business. Abbiamo ragione di riferirci a questo sviluppo come al 'Big Bang' dell'industria editoriale'', ha dichiarato ieri Juergen Boos, Direttore della Fiera del Libro di Francoforte, alla conferenza d'apertura di questa edizione...

Le innovazioni legate al digitale e alle nuove tecnologie sono al centro delle discussioni e delle trattative di questa edizione della Fiera di Francorte

FRANCOFORTE – “Ogni giorno emergono nel nostro settore nuovi operatori, nuove relazioni, nuove idee di prodotto e nuovi modelli di business. Abbiamo ragione di riferirci a questo sviluppo come al ‘Big Bang’ dell’industria editoriale”, ha dichiarato ieri Juergen Boos, Direttore della Fiera del Libro di Francoforte, alla conferenza d’apertura di questa edizione, cui partecipano circa 7.300 espositori da 100 diversi Paesi. La principale fiera internazionale per il mercato dei libri, dei media e dei contenuti digitali rivela un’industria che sta ridefinendosi in concomitanza della più grande rivoluzione di paradigma dai tempi dell’introduzione della stampa a caratteri mobili.

LA MAPPA DEI NUOVI TREND – “Quest’anno abbiamo cercato di focalizzare le principali tendenze del cambiamento e abbiamo tracciato una ‘Mappa dei trend del settore editoriale’ che mostri quali nuovi modelli di business e schemi culturali stiano emergendo, quali competenze saranno determinanti per il futuro”, ha aggiunto Juergen Boos. Questa “mappa” sarà disponibile online, a partire da oggi, all’indirizzo www.book-fair.com/blog, e si propone come spunto per incoraggiare la discussione. “I cambiamenti più vistosi si sono avuti nel campo dell’editoria per bambini e ragazzi”, ha affermato Boos. Ecco perché a questo settore sarà riservata un’attenzione particolare in questa edizione della Fiera, con circa 1.500 esibitori e 340 eventi.

TECONOLOGIA E INNOVAZIONE – La Fiera del Libro di Francoforte attrae gruppi che operano nel multimediale come Sony e Nintendo, che quest’anno presenteranno a Francoforte le ultime innovazioni sui loro prodotti. I più recenti sviluppi internazionali  nel campo del digitale – dai device alle piattaforme per il self-publishing e ai servizi multimediali – verranno presentati presso i Frankfurt Hot Spots, sei aree espositive dedicate alla tecnologia. Su uno spazio di 1.400 metri quadri, esibiranno i loro prodotti un centinaio di operatori del settore, tra cui Nook Developer, Amazon, Jouve, Acapella e Neobooks.

I PUNTI PRINCIPE DEL PROGRAMMA – Tecnologia e innovazione costituiscono uno dei quattro punti principe del programma di quest’anno. Gli altri saranno la compravendita dei diritti – la Frankfurt Book Fair è la piazza principale per queste trattative, che riguardano sia i libri stampati sia il digitale e le nuove app interattive – i nuovi modelli di business e i trend di mercato. Con le innovazioni introdotte negli ultimi anni stanno sempre più prendendo piede progetti multimediali, dove la narrazione è a 360o e coniuga diversi mezzi di comunicazione: Francoforte è scenario d’osservazione privilegiato per comprendere gli scenari che si stanno delineando in questo senso, con l’aiuto di personaggi di primo piano nel mondo del media e dell’entertainment, come il regista hollywoodiano Stephen Daldry. La Frankfurt Book Fair è anche occasione privilegiata per  ricavarsi un posizione nei mercati in questo momento emergenti del Brasile, della Russia, dell’India e della Cina.

 

10 ottobre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti