Johann Wolfgang Goethe, le frasi più celebri dello scrittore tedesco

Fu lo scopritore della cosi detta Weltliteratur, ovvero letteratura mondiale, derivata dalla sua approfondita conoscenza e ammirazione per molti capisaldi di diverse realtà culturali nazionali (inglese, francese, italiana, greca, persiana e araba)...

Oggi ricorre l’anniversario di morte di uno dei più grandi personaggi letterari tedeschi: Johann Wolfgang Goethe. Per ricordarlo, ecco una selezione delle sue frasi più celebri

 

MILANO – Fu l’inventore della cosi detta Weltliteratur, ovvero letteratura mondiale, derivata dalla sua approfondita conoscenza e ammirazione per molti capisaldi di diverse realtà culturali nazionali (inglese, francese, italiana, greca, persiana e araba). Ebbe grande influenza anche sul pensiero filosofico del tempo, in particolare sulla speculazione di Hegel, Schelling e, successivamente, Nietzsche. Non a caso è stato definito uno dei più grandi personaggi letterari tedeschi. Oggi, per ricordare la sua grande opera, abbiamo selezionato le sue frasi più celebri.

 

“Bellezza femminil vale ben poco quand’è gelida forma senza fuoco.”
“Sarei già andato lontano,
tanto lontano quanto è grande il mondo,
se non mi trattenessero le stelle
che hanno legato il mio al tuo destino,
così che solo in te posso conoscermi.
E la poesia, i sogni, il desiderio,
tutto mi spinge a te, alla tua natura,
e dalla tua dipende la mia.”
“Se sai leggere devi capire; se sai scrivere devi sapere qualcosa; se sei in grado di credere devi comprendere; quel che desideri dovrai saperlo fare; se esigi non otterrai niente, e se hai esperienza devi renderti utile.”
‘La vedrò!’ Esclamo ogni mattina quando mi sveglio e mi volgo allegro verso la bellezza del sole.
‘La vedrò!’ E per tutto il giorno non ho altro desiderio.
Tutto sparisce in questa prospettiva!’
“Il suo sguardo oggi mi ha trapassato il cuore.”
“Ai sintomi ammonitori nessuno bada, soltanto a quelli lusinghieri e promettenti si rivolge attenzione e solo in quelli si ha viva fede.”
“Roma è la capitale del mondo! In questo luogo si riallaccia l’intera storia del mondo, e io conto di essere nato una seconda volta, d’essere davvero risorto, il giorno in cui ho messo piede a Roma. Le sue bellezze mi hanno sollevato poco a poco fino alla loro altezza.”
“Tutto quello che puoi fare, o sognare di poter fare, incomincialo. Il coraggio ha in sé genio, potere e magia. Incomincia adesso.”
“I più felici sono coloro che vivono giorno per giorno come i bambini, portando a spasso le loro bambole che svestono e rivestono, girando con gran rispetto intorno alla dispensa dove la mamma ha rinchiuso i dolci, e quando infine riescono a ottenere quanto desiderano, lo divorano a piena bocca gridando: ‘Ancora!’

22 marzo 2015

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata