Isa Grassano, ”Nel mio libro esalto i caffè, i ristoranti ed i locali più glamour d’Italia, in stile Audrey Hepburn”

Un vademecum per soddisfare occhi e palato e regalare essenze di felicità. E’ questo “Colazioni da Tiffany”, il nuovo libro della giornalista Isa Grassano. Ispirato già dal titolo al celebre romanzo di Truman Capote, il libro elenca i caffè, i ristoranti e i locali più glamour d’Italia, in stile Audrey Hepburn...

La giornalista parla del suo ultimo libro “Colazioni da Tiffany”, un vademecum per soddisfare occhi e palato e regalare essenze di felicità

MILANO – Un vademecum per soddisfare occhi e palato e regalare essenze di felicità. E’ questo “Colazioni da Tiffany”, il nuovo libro della giornalista Isa Grassano. Ispirato già dal titolo al celebre  romanzo di Truman Capote, il libro elenca i caffè, i ristoranti e i locali più glamour d’Italia, in stile Audrey Hepburn. Una guida che ci insegna in che modo l’appuntamento conviviale sia capace di alimentare rapporti e amicizie.

Da cosa nasce l’idea di questo libro?
Io sono una mattiniera e la mia sveglia è sempre puntata all’alba. Quindi adoro il momento della prima colazione, soprattutto quando sono in compagnia. E poi ho sempre ammirato l’eleganza di Audrey e la scena in cui resta con il croissant e il caffè incantata davanti alle vetrine di Tiffany, sul marciapiede della Fifth Avenue.
Inevitabile è stato pensare di mettere insieme le due cose: posti eleganti dove sentirsi bene, un po’ come quando si entra in una gioielleria scintillante di preziosi e gli occhi si riempiono di meraviglie. Ovviamente ho inserito anche locali dove fare un pranzo, che sia un incontro tra amiche, un’occasione galante, un appuntamento di lavoro, un ritrovo familiare: perché l’appuntamento conviviale alimenta i rapporti e le amicizie. E una volta usciti fuori, ecco i suggerimenti per cosa fare: una visita al museo, un fashion tour tra negozi vintage o di griffe, una sosta in una piazza di design, un giro turistico.

Già dal titolo il libro si ispira al mitico “Colazione da Tiffany”. Esistono in Italia ristoranti, caffè e ritrovi così glamour come quello di Holly?
Sì, ci sono bellezze a 14 carati anche se non sono diamanti: sono ristoranti, pasticcerie, locali. Tutti salotti eleganti e alla moda, con una caratteristica comune: sono irresistibili, e varcando con assoluta nonchalance la soglia di questi “ritrovi”, ci si sente “protette”. Così, questa insolita guida vuole essere un vademecum per soddisfare occhi e palato e regalare essenze di felicità.
 
Puoi indicare un esempio di ristorante o caffè particolare in Italia che merita di essere citato?
Colazione da Bianca a Bologna, città dove vivo (sono di origini lucane). Già il nome fa pensare subito a Tiffany. Un open space bohémienne con arredi rétro e shabby chic, vetrine cartoon, pareti colorate (dal giallo a tutte le gradazioni dell’arancione) e un tavolo in comune che sembra un bistrot di Parigi o un caffè newyorkese. In pochi minuti si torna bambini e si sgranano gli occhi attaccati alle vetrine che espongono le più dolci e fantasiose golosità.
 
Dai ristoranti alle librerie, cosa occorrerebbe fare per rendere anch’esse glamour?
Bastano piccoli dettagli: un tocco vintage o un pezzo ultra moderno, luci d’atmosfera, musica di sottofondo. Ma soprattutto è importante il “calore” umano di chi riceve e accoglie i clienti-ospiti. Che si parli, che si sorrida, che si sia disponibili, che ci si mostri felice di avere “in casa” (perché un ristorante, una caffetteria, una libreria sono soprattutto “case”) un avventore che ha scelto proprio quel posto très chic.  

7 gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti