Sei qui: Home » Libri » #ioleggoperché, una semina di libri, messaggi, entusiasmi senza precedenti
LIBRI - Il successo dell'iniziativa

#ioleggoperché, una semina di libri, messaggi, entusiasmi senza precedenti

30.000 Messaggeri “pronti a tutto”, decisi a trasmettere il piacere della lettura a chi non legge o legge poco, hanno invaso piazze, treni, università, scuole, librerie, biblioteche, mobilitando migliaia di persone in una grande festa della lettura nel corso di #ioleggoperché...

Il 23 aprile, nella giornata mondiale del libro e del diritto d’autore,30.000 Messaggeri “pronti a tutto”, decisi a coinvolgere nel piacere della lettura chi non legge o legge poco, hanno invaso piazze, treni, università, scuole, librerie, biblioteche, mobilitando migliaia di persone in una grande festa del libro e della lettura organizzata dall’AIE (Associazione Italiana Editori).

MILANO – 30.000 Messaggeri “pronti a tutto”, decisi a trasmettere il piacere della lettura a chi non legge o legge poco, hanno invaso piazze, treni, università, scuole, librerie, biblioteche, mobilitando migliaia di persone in una grande festa della lettura nel corso di #ioleggoperché. Consegnando 240mila libri in edizione speciale, una collana di 24 titoli scelti da editori associati ad AIE per la loro qualità letteraria, hanno trascinato con il loro entusiasmo migliaia di persone.  Un successo straordinario che dimostra quanto iniziative di questo genere, grazie soprattutto alla capillare mobilitazione attraverso la rete fisica e virtuale, siano molto importanti per seminare e sviluppare il gusto e la passione per il libro e la lettura.
 
LA FESTA DEL LIBRO – Milano, Roma, Cosenza, Sassari e Vicenza sono state palcoscenico di grandi feste, che hanno raccolto più di 20.000 persone. Sono state occasioni di incontri, con grandi eventi legati al libro e ai lettori, a cui si sono aggiunte più di 2.000 iniziative su tutto il territorio nazionale. Rai3 ha trasmesso il 23 aprile in prima serata un evento in diretta dedicato ai libri, condotto da Pierfrancesco Favino, che è stato visto da centinaia di migliaia di persone. Un evento nell’evento, valorizzato anche dai collegamenti in diretta da piazza Gae Aulenti, con tanti ospiti, artisti, musicisti, cantanti e scrittori, che si sono avvicendati in un percorso fantastico dedicato al libro e alla lettura.  
 
SUCCESSO DA MOLTIPLICARE – “#ioleggoperché rappresenta per noi un grande successo da coltivare e da moltiplicare – ha commentato il presidente di AIE Marco Polillo – . E’ il risultato più evidente di un lavoro comune e appassionato  durato mesi e che ha coinvolto davvero tutti: editori, autori, librerie, biblioteche, Messaggeri della lettura, potendo contare anche sul supporto del Ministro Franceschini e del Presidente Grasso. Un risultato che è anche derivato dall’entusiasmo della Rai, che ieri sera ha reso un grande servizio pubblico, fino alla disponibilità della Lega calcio che ha portato per la prima volta i libri in tutti gli stadi italiani. E poi ancora, dalle piazze ai treni, dalla piazza virtuale fino allo spazio – con il tweet di Samantha Cristoforetti – si sono messi al centro i libri. Anche in musica, con le strofe meravigliose di Samuele Bersani e Pacifico. Come ha ben detto Pierfrancesco Favino concludendo la serata di Rai3: “Se anche una sola persona entra in libreria, abbiamo vinto tutti”. Questa era la nostra scommessa e questo per noi è il vero successo”.  Il 23 aprile le cinque piazze coinvolte hanno proposto numerose iniziative per ogni fascia di età, in diversi e anche particolari luoghi delle città, riportando uno straordinario successo di pubblico e di partecipazione.

LETTURE A MILANO – Ieri in Piazza Gae Aulenti  a Milano pubblico numeroso sin dall’attacco del programma per i più piccoli. Più di un centinaio i bimbi milanesi assiepati sotto il palco per le letture, che hanno poi preso letteralmente d’assalto i tre spazi laboratorio dove illustratori e autori di fama li hanno intrattenuti e affascinati con le loro storie, raccontate e illustrate. A concludere il programma, l’attesissimo Geronimo Stilton, accolto come un divo dai suoi piccoli fan. Atmosfera molto entusiasta e partecipata anche al programma serale. Il pubblico è rimasto numeroso e attento sotto al palco fino al termine e si è scaldato subito con la musica degli Ottavo Richter e gli interventi musicali di gran classe del cantautore Nicola Cioce. Angelo Pisani ha coinvolto e divertito i partecipanti che hanno ascoltato con grande attenzione gli interventi e le letture dei tanti ospiti: l’assessore Filippo Del Corno, Laura Curino, Flavio Oreglio, Gherardo Colombo, Ferzan Özpetek, Zita Dazzi, Gianni Biondillo, Enrico Ruggeri, Nicolai Lilin, Selvaggia Lucarelli, Isabella Bossi Fedrigotti, Carlo Gabardini, Candida Morvillo, Antonio Di Stefano, Andrea Kerbaker, Giusi Marchetta, Massimo Polidoro, Antonella Caprio, Diego Parassole, e gli autori della collana #ioleggoperché Marcello Simoni, Roberto Riccardi, Paola Capriolo – in collegamento con la diretta di RAI3.
 
LE INIZIATIVE A ROMA – Grande successo per le iniziative di #ioleggoperché anche a Roma: le tre giornate dedicate alla promozione della lettura hanno visto una partecipazione straordinaria con oltre mille persone nel weekend e altrettante coinvolte nella giornata del 23 aprile. La città è stata invasa dai messaggeri di #ioleggoperché che sulla scalinata del Campidoglio si sono destreggiati tra passanti interessati e turisti incuriositi a cui hanno lasciato un libro. Entusiasmo alle stelle anche al Macro dove tra la musica dei Bamboo, gli anagrammi di Ennio Peres e le battute taglienti di Edoardo Ferrario si è conclusa questa festa del libro tutta romana.
 
LETTURA AL BUIO – Partecipazione, contaminazione culturale, inclusione e divertimento sono stati gli ingredienti di Cosenza presso l’Università della Calabria. Roberto Crocco, uno studente non vedente, è stato protagonista della lettura al buio, organizzata con la Fondazione LIA, che ha introdotto lo straordinario intervento di Vinicio Capossela al mattino. Il Rettore Gino Mirocle Crisci è stato l’ultimo testimone della staffetta di libri animata dalle street band Girlesque e Takabum, che ha dato il via a letture multilingue ad alta voce mentre migliaia di giovani scrivevano la loro passione su grandi pannelli e… sul corpo di modelli. Chiusura con un aperilibro e una magistrale interpretazione di Moni Ovadia degli Scritti corsari di Pasolini.
 
I MESSAGGERI A VICENZA – Grande partecipazione a Vicenza: i messaggeri hanno catalizzato l’attenzione delle persone intrattenendole  sul loro libro preferito e coinvolgendole nella lettura dal primo pomeriggio fino a sera. Tutti, ma proprio tutti i gruppi coinvolti hanno dato il meglio di sé, partendo dai 150 ragazzi delle scuole superiori convenuti per la finale di Bravo chi legge, passando per l’ottima performance di Pino Costalunga  che ha intrattenuto i più piccoli giocando con le parole delle filastrocche e arrivando alla Book Parade dei libri più amati dai vicentini (1000 votanti nelle biblioteche e nelle librerie) animata da Stefano Ferrio e che ha visto vincitrice Jane Austen con il suo Orgoglio e pregiudizio. Un evento iniziato alle 15 e terminato alle 22,30 con un’ottima e costante partecipazione di pubblico.

MERCATO DI LIBRI E FIORI – Numerosissime le presenze a Sassari, in un mercato immerso nei libri e nei fiori per l’ioleggoperché sassarese. Un flusso costante di persone ha affollato i banchi di libri e ha invaso l’area eventi. Già dalla mattina oltre 300 studenti hanno partecipato con entusiasmo alla chiaccherata di Carlo Tomassetti con Licia Troisi, con una  lunghissima fila finale per firme, dediche e foto.  Dal pomeriggio il mercato è stato nuovamente preso d’assalto dai lettori e potenziali lettori con i giochi di Viva Gutenberg a dare l’avvio alle attività, la presentazione affollatissima di I Regni di Nashira a fare da preludio al reading ioleggoperchè: il piacere di leggere di Lorenzo Braina e Donato Cancedda. Oltre 400 persone hanno assistito alla performance del duo, che ha indagato le dinamiche che regolano la passione o meno per la lettura: con l’ausilio delle regole di Kurt Vonnegut per scrivere racconti Braina ha condotto il pubblico alla conclusione che la vera forza dei libri risiede nel piacere stesso del leggere.
 
AUTORI IN VIAGGIO – Andrea Vitali, Cristiano Cavina, Diego De Silva sono gli autori coinvolti a bordo di tre dei cinque Frecciarossa che hanno portato #ioleggoperché a coprire, grazie alle linee ferroviarie, tutto il territorio nazionale. Gli autori hanno incontrato un pubblico piacevolmente sorpreso e incuriosito, che si è lasciato coinvolgere e soprattutto ha mostrato di gradire molto il contatto diretto con chi scrive. Da Venezia a Torino, da Napoli a Bari, quasi quattromila i viaggiatori che ieri hanno potuto incontrare in carrozza i super Messaggeri #ioleggoperché messi a disposizione da diverse associazioni italiane (Accademia della Felicità, Caffeina, Letteratura Rinnovabile, La Bottega delle parole, Master ALMED-Centrimark), e a cui sono stati letti, raccontati e consegnati i libri della collana. Un’attività graditissima, che ha riscontrato grande entusiasmo e attenzione sui convogli e curiosità sulle banchine e nelle stazioni. Alcune centinaia i Messaggeri che hanno viaggiato invece sui treni regionali, sfruttando le autorizzazioni di viaggio messe a disposizione da Trenitalia, per consegnare lì le loro copie della collana. Con alcuni casi particolari da segnalare, come la Messaggera che sui social network ha lanciato la sfida, indicando il suo percorso di tratta in tratta alla ricerca di nuovi possibili lettori, e il gruppo che ha unito la pendolarità alla propria missione di Messaggero della lettura. Lungo binari molto particolari, in ultimo, si è svolta l’attività straordinaria organizzata da un editore siciliano, con scuole ed enti locali, sulla linea ferroviaria Circumetnea.
 
24 aprile 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata