Inizia oggi ”A tutto volume”, la festa dei libri a Ragusa

Taglio del nastro alle 18.00 di domani, venerdì 14 giugno 2013 per 'A tutto volume' la festa dei libri di Ragusa che si svolge fino alla tarda serata di domenica 16.

In programma da oggi fino a domenica la rassegna che accoglie i protagonisti della cultura italiana

 

MILANO – Taglio del nastro oggi alle 18.00 per "A tutto volume" la festa dei libri di Ragusa che si svolge fino alla tarda serata di domenica 16. La città accoglie i protagonisti della cultura italiana che per tre giorni si ritrovano con i lettori, i turisti e gli appassionati. La rassegna, diretta dal giornalista e scrittore Roberto Ippolito, autore di "Ignoranti" (Chiarelettere), e concepita dalla Fondazione degli archi per il quarto anno consecutivo presenta un programma molto ricco che dà voce a generi, argomenti ed editori diversi.

L’APERTURA – Si apre con Giancarlo De Cataldo, che nella conversazione "Io sono il narratore" racconta la sua passione per lo scrivere. Poi si succedono i dialoghi in cui le firme più prestigiose propongono i loro ultimi lavori. Per la narrativa ci sono i best seller di Donato Carrisi e Paola Mastrocola, Romana Petri, terza più votata alla cinquina dello Strega e Paolo Di Stefano con il suo romanzo verità. E inoltre Giulia Ottaviano, giovane e promettente esordiente.

VARI TEMI – Le questioni calde economiche sul tappeto sono proposte da Lorenzo Bini Smaghi e Gianni Dragoni e quelle politiche affidate a Pasquale Chessa. Dal caso Moro alle stragi impunite e alla ribellione alle mafie si dibatte con David Sassoli e Francesco Saverio Garofani, Ferdinando Imposimato e Lirio Abbate. Con Oliviero Beha e Mario Capanna è il momento di un confronto ricco sulle diverse filosofie sociali. Inoltre si parla di televisione con Carlo Freccero, di cinema e fotografia con Paolo Mereghetti, di arte con Margherita Loy, con un laboratorio per i bambini da 6 a 12 anni curato da Jenny Del Chiocca e di enogastronomia con Davide Oldani e Leonardo Romanelli. Tra i conduttori Carlo Ottaviano. Gli editori che partecipano all’edizione 2013 sono: Betelgeuse, Bollati Boringhieri, Chiarelettere, Contrasto, Einaudi, Fandango, Feltrinelli, Gallucci, Il Mulino, Longanesi,  Mondadori, Newton Compton, Rizzoli e Sellerio.  

CAPITALE DEL LIBRO
– Ragusa, con il fascino della sua storia e la sua capacità di attrazione, si trasforma nella capitale del libro. Chiunque può soddisfare i propri gusti letterari con i titoli proposti che stimolano il dibattito e la riflessione. La manifestazione nasce con l’intento di creare un clima conviviale che favorisca le relazioni e lo scambio di opinioni e di pensieri. L’evento gode di un affetto particolare che non è dimostrato solo dal pubblico che muove ma dalla spinta popolare alla sua realizzazione concretizzatasi con l’impegno di un comitato spontaneo di sostegno.

LUOGHI D’INCONTRO – Tra i protagonisti di "A tutto volume" risalta Ragusa, la città barocca che offre ai visitatori la meraviglia delle sue ricchezze storiche e architettoniche. Gli incontri si svolgono nei luoghi storici, negli angoli più suggestivi, nelle piazze, nelle librerie, nelle gallerie d’arte e in altri locali tra Ragusa Superiore, il cuore vivo e moderno con tracce importanti del passato e Ibla, l’incredibile squarcio del barocco. Tra gli spazi ricordiamo Palazzo Garofalo, pregevole edificio che si affaccia nel centro storico di Ragusa, Piazza San Giovanni con la maestosa Cattedrale di San Giovanni Battista che ne ospita alcuni nei suoi incantevoli giardini, l’elegante Circolo di Conversazione e le chiese sconsacrate di San Vincenzo Ferreri, oggi adibito ad Auditorium, e Santa Teresa a Ibla. Il festival è un’occasione per scoprire la variegata offerta enogastronomica della provincia iblea, che spazia in modo originale dal caciocavallo Ragusano DOP al vino Nero d’Avola, dalla cioccolata modicana all’olio extravergine d’oliva dei Monti Iblei passando per il pomodoro ciliegino e il miele. Nell’ambito della rassegna, si sviluppa il programma di "Extra volume" evento collaterale composto da spontanee, espressione del fermento culturale del territorio.

14 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti