LIBRI - Ricorrenze letterarie

In occasione del compleanno di Nick Hornby, ecco il suo consiglio su come affrontare la vita, tratto dal bestseller “Un ragazzo”

Oggi compie 58 Nick Hornby, autore britannico amatissimo per i suoi romanzi, diventati veri e propri bestseller a livello mondiale. “Alta Fedeltà”, “Febbre a 90” e “Non buttiamoci giù” sono diventati dei veri e propri cult per milioni di lettori...

Festaggiamo il compleanno dell’amatissimo scrittore inglese con un emozionante estratto dal romanzo “Un ragazzo”, in cui l’autore ci spiega con quale spirito affrontare la vita senza farsi abbattere dalle situazioni

 

MILANO – Oggi compie 58 Nick Hornby, autore britannico amatissimo per i suoi romanzi, diventati veri e propri bestseller a livello mondiale. “Alta Fedeltà”, “Febbre a 90” e “Non buttiamoci giù” sono diventati dei veri e propri cult per milioni di lettori. Per celebrare questa ricorrenza, vi proponiamo un estratto da un altro suo celebre romanzo “Un ragazzo” (“About a Boy”, del quale è stato fatto anche un adattamento cinematografico interpretato da Hugh Grant). In questa sequenza, Nick Hornby ci racconta col suo stile semplice, diretto, colloquiale eppure vibrante e di grande effetto, come affrontare le sfide con le quali la vita ci mette alla prova.

 

“E com’è che ti sentivi?”

“Arrabbiata.”

“Perché?”

“Per niente… per la vita.”

“Cosa c’è che non va nella vita?”

“È una vita di merda.”

Marcus ci pensò su. Si chiese se la vita era una merda, e in particolare se la vita di Ellie era una vita di merda, e si rese conto che Ellie non faceva altro che desiderare che la vita fosse una merda, e alla fine ci riusciva perché si complicava le cose.

“Non perdere tempo a piangere, il mondo non si ferma perché stai male. Se sei in una stanza piena di persone che ti guardano e tu vuoi ballare, balla. Prenditela con chi ti va di prendertela, urla oppure ridi quando meno è opportuno. Adesso non ha senso stare davanti a quello schermo e piangere, non ha senso non mangiare. Hai ragione se ce l’hai con il mondo, ma se ci pensi hai sofferto tanto che una volta in più cosa è alla fine? Prendi anche questo colpo, incassa e poi ti giuro che se hai la forza di superare questa cosa diventi invincibile. Il mondo non si ferma perché stai male, non fermarti tu. Prendi in mano la tua vita come sai fare solo te. Devi credere in te se vuoi che gli altri lo facciano. Io credo in te. Se non hai voglia di ridere fallo solo perché c’è qualcuno che per quel sorriso ci vive.”

  

17 aprile 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti