LIBRI - Giornata per le vittime del terrorismo

In memoria delle vittime del terrorismo, gli aforismi per non dimenticare

Si celebra oggi in Italia, nell’anniversario dell'uccisione di Aldo Moro, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo interno e internazionale e delle stragi di tale matrice. Ecco gli aforismi più belli per non dimenticare...

 Si celebra oggi in Italia, nell’anniversario dell’uccisione di Aldo Moro, il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo interno e internazionale e delle stragi di tale matrice

MILANO – Si celebra oggi il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice. Si tratta una ricorrenza istituita dalla Repubblica Italiana il 4 maggio 2007. Viene celebrata il 9 maggio di ogni anno: in questa data fu infatti ucciso Aldo Moro, politico e statista italiano. Cinque volte Presidente del Consiglio dei Ministri e presidente della Democrazia Cristiana, fu rapito il 16 marzo. Il suo corpo fu ritrovato nel portabagagli di una Renault 4 rossa in via Caetani a Roma. Era il 9 maggio del 1978.

 

Nelle fiabe non si insegna ai bambini che esistono i draghi, quello lo sanno già, si insegna ai bambini che i draghi si possono sconfiggere.

(Roberto Benigni)

 

I vigliacchi muoiono molte volte prima della loro morte. L’uomo coraggioso non ha esperienza della morte che una volta sola.
(William Shakespeare)

 

Raccontare come stanno le cose vuol dire non subirle.

(Roberto Saviano)

 

Credo ancora che la pace e l’abbondanza e la felicità possano essere raggiunte in qualche modo. Io sono un pazzo.

(Kurt Vonnegut)

 

Il giorno in cui il potere dell’amore supererà l’amore per il potere il mondo potrà scoprire la pace.

(Mathama Gandhi)

 

Amo la vita e amo la giustizia; se, però, non potessi avere l’una e l’altra, rinuncerei alla vita pur di mantenere la giustizia.
(Mencio)

 

La sicurezza del potere si fonda sull’insicurezza dei cittadini.

(Leonardo Sciascia)

 

Chi vuole uccidere il suo nemico, consideri bene se proprio con ciò non lo renda, dentro di sé, eterno.
(Friedrich Nietzsche)

 

È normale che esista la paura, in ogni uomo, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.
(Paolo Borsellino)

 

La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per la realtà delle cose; il coraggio per cambiarle.
(Agostino d’Ippona)

 

Occhio per occhio servirà solo a rendere tutto il mondo cieco.
(Mahatma Gandhi)

 

9 maggio 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti