Sei qui: Home » Libri » Autori » In Italia i bambini leggono di più rispetto alla media nazionale

In Italia i bambini leggono di più rispetto alla media nazionale

Decresce nel 2012 il settore dei libri per ragazzi (-6%) ma due punti in meno rispetto al resto del mercato trade del libro (-8%): il merito è loro, dei più piccoli...
Secondo un recente studio Nielsen commissionato dall’AIE, decresce nel 2012 il settore dei libri per ragazzi (-6%), ma meno del resto del mercato trade del libro (-8%)
 

MILANO – Decresce nel 2012 il settore dei libri per ragazzi (-6%) ma due punti in meno rispetto al resto del mercato trade del libro (-8%). Il merito è loro, dei più piccoli, che leggono molto di più della media italiana. L’editoria per ragazzi si affaccia alla 50ma edizione della Fiera del Libro per ragazzi di Bologna, in programma da lunedì 25 marzo a Bologna, con qualche ombra e buone prospettive.

IL MERCATO DELL’EDITORIA PER RAGAZZI – Il settore registra infatti per la prima volta nel 2012 una frenata (-6%), anche se decisamente inferiore rispetto alla media del mercato trade del libro (-8%, dati Nielsen per Associazione Italiana Editori – AIE): “La crisi non risparmia nessuno, ma per il mercato ragazzi è prevedibile un più rapido attraversamento del tunnel – ha spiegato il responsabile del gruppo editori per ragazzi di AIE Antonio Monaco -. La nostra forza sta nel fatto che i ragazzi leggono più degli adulti. E’ in questa fase della vita che se si semina, si semina bene per sempre: la vera sfida che ci attende è dunque quella di accrescere ulteriormente lo sviluppo della lettura nei primi anni di vita e poi di saperlo conservare. Le nostre iniziative in Fiera, da Bookfaces a Facce da libri, sino alla nuova campagna per le biblioteche che lanceremo a Bologna, e che realizzeremo a maggio in tutta Italia, vogliono raggiungere proprio questo obiettivo”. Il settore, secondo i dati dell’Ufficio studi AIE, vale 200 milioni di euro con 184 editori attivi e 5.164 titoli pubblicati per oltre 33 milioni di copie stampate. I più piccoli leggono (molto) più della media degli italiani: se in media sono il 46% degli italiani a leggere almeno un libro in un anno, per la fascia 2-5 anni si arriva al 63,3%, per quella 11-14 anni al 60,8% e per quella 15-17 anni al 59,8%.

IL PROGRAMMA DELLA FIERA –  Scommette su grandi e piccini la programmazione dell’AIE in occasione della 50ma edizione della Fiera internazionale del Libro per ragazzi. Per la prima volta infatti una particolare attenzione si rivolgerà anche al grande pubblico con incontri con autori internazionali assolutamente imperdibili: si chiama Bookfaces l’iniziativa promossa da AIE in collaborazione con Fiera del libro per ragazzi e in programma il week end del 23 e 24 marzo (antecedente la fiera) in centro città in Archiginnasio e Salaborsa. Cinque appuntamenti che intendono valorizzare altrettanti autori e illustratori internazionali da far conoscere non solo ai ragazzi ma anche alle loro famiglie. E che porteranno a Bologna in quei giorni Andrew Lane (Gran Bretagna), Yves Grévet (Francia), Simon Scarrow (Nigeria), Svjetlan Junaković (Croazia), Hervé Tullet (Francia).

FACCE DA LIBRI – Per il terzo anno consecutivo torna la serie di incontri tra scuole (elementari e medie) e autori/illustratori, organizzata da AIE in collaborazione con la Fiera e il Comune di Bologna. Un programma ormai molto atteso dalle scuole e previsto il 25, 26 e 27 marzo: 1800 bambini coinvolti per l’edizione 2013, 42 appuntamenti in varie biblioteche cittadine con grandi nomi dell’editoria per i più piccini.

GLI SCAMBI CON L’ESTERO – Mercoledì 27 marzo nella Sala Ouverture della Fiera alle 10 è in programma Editori e bibliotecari: le collaborazioni possibili per la promozione della lettura. La situazione italiana e gli esempi dalla Svezia, un convegno organizzato da AIE, AIB e Nati per Leggere con la collaborazione della Fiera del libro per ragazzi, per  proseguire il dialogo e individuare possibili forme di collaborazione per la promozione della lettura tra i bambini e i ragazzi per un confronto con quanto avviene in Svezia, ospite d’onore della Fiera 2013. Sarà anche l’occasione per il lancio della grande iniziativa di promozione di lettura in Italia “Amo chi legge e gli regalo un libro” che sarà proposta dal 23 al 27 maggio nell’ambito del Maggio dei libri.
 
20 marzo 2013

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

In un paese dove si legge poco vince la corruzione, la criminalità e il degrado

Arriva per la prima volta in Italia la conferenza The Child and the Book

Successivo

Lascia un commento