Sei qui: Home » Libri » Il mio inno alla Lettura
Un libro, una penna e il mare

Il mio inno alla Lettura

La lettura è una vecchia signora molto paziente e il libro è dimora solitaria e accogliente. E' un simposio infinito in cui vi è posto per tutti...

La lettura è una vecchia signora molto paziente e il libro è dimora solitaria e accogliente. E’ un simposio infinito in cui vi è posto per tutti, per i vari lettori che in realtà,quasi mai s’incontreranno. Un libro dona un pò di armonia nei giorni più storti, spazzando via noia, cattivi pensieri e mediocrità, a volte annidati nella quotidianità. Credo che niente sia più distensivo di un viaggio tra le pagine di un libro ed è sublime leggere fino a notte fonda.

Finchè gli occhi non bruciano, per poi giungere al sonno, cullati dalle voci dei suoi personaggi.

A volte mi soffermo ad immaginare di essere immortale, per poter leggere tutti i libri che vorrei e amo leggere di tutto, per arrivare in ogni luogo ed essere chiunque. Certe volte incontro un libro capace di donarmi inattese primavere, ricco di pensieri da colorare. E quando rileggo quelli di un tempo, ritrovo me stessa, così come ero. Perchè la lettura mi mantiene giovane dentro: è l’antirughe dell’anima.

Certi libri, quelli più datati, sono scrigni di anime generose e io li sfoglio e li ascolto come fossero musiche silenziose di anime e cuori, sparsi nello spazio e nel tempo. E di quel silenzio mai mi sazio, tanto che immagino, a volte, d’esser ogni granello di polvere, di ogni libro, di una biblioteca dimenticata dal mondo.

© Riproduzione Riservata