LIBRI - L'identikit del lettore in spiaggia

Il libro sotto l’ombrellone è il miglior alleato per combattere stanchezza e stress per un italiano su 2

tanco della routine e dell’ansia quotidiana, amante del libro cartaceo, si rifugia in vacanza nella lettura per evadere dalla realtà. E’ questo l’identikit del lettore da spiaggia 2015. L’abitudine della lettura non va in vacanza, anzi...

Vittime di depressione (25%), stanchezza (31%) e stress (25%) nel corso dell’anno, oltre un italiano su due cercherà rifugio leggendo gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%). I lettori forti anche quest’estate si confermano le donne (56%) rispetto agli uomini (44%). Tra le motivazioni, spicca il maggior tempo a disposizione da dedicare alla lettura (34%), voglia di evasione (25%) e, per gli uomini, la voglia di darsi un “tono da intellettuale” con le donne. Dal pigro all’irriducibile, ecco le tribù dei lettori da spiaggia

 

MILANO – Stanco della routine e dell’ansia quotidiana, amante del libro cartaceo, si rifugia in vacanza nella lettura per evadere dalla realtà. E’ questo l’identikit del lettore da spiaggia 2015. L’abitudine della lettura non va in vacanza, anzi: ben un italiano su due (52%) decide di portare con sé in vacanza almeno un libro. Amanti del libro come mezzo fondamentale di conoscenza e, perché no, anche di svago, quest’estate gli italiani in spiaggia leggono prevalentemente gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%), con i più salutisti che opteranno per libri legati al benessere (23%) e saggi filosofici (18%). Tra i motivi per cui si legge, un uomo su 3 (34%)  ammette di leggere quest’estate per rimorchiare e far bella figura con l’altro sesso. E’ quanto emerge da uno studio promosso da Libreriamo realizzato su circa 1500 persone, uomini e donne di eta’ compresa tra i 16 e i 65 anni, realizzato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community, con focus principale su quelle dedicate alla lettura e ai libri. 

 

LIBRI COMPAGNI DELL’ESTATE – Abbandonate le città e prese di mira spiagge e località di villeggiatura, milioni di italiani sono alla ricerca del miglior modo  per rilassarsi e passare delle vacanze tranquille. Come arrivano alle ferie gli italiani? Stanchezza (31%), depressione (25%), stress (21%) sono i sentimenti che accomunano milioni di italiani alla fine del periodo lavorativo. Quanti si rifugeranno nella lettura per trovare il giusto antidoto? Oltre un italiano su due (52%) confessa che ha intenzione di leggere almeno un libro quest’estate. Un dato confortante, ben più alto rispetto alla media di lettura nel corso dell’anno, che secondo l’Istat si assesta al (46%).  ‘Possiamo attribuire l’aumentata voglia di leggere in estate a più fattori – afferma la Psicoterapeuta e Libroterapeuta Rachele Bindi – sicuramente è un dato culturale che per gli italiani l’estate sia il tempo più lungo senza impegni (impariamo a scuola la pausa estiva di tre mesi e ne conserviamo una sorta di ricordo anche quando le ferie si riducono a 15 giorni); d’altro canto la calura abbassa le attività fisiche e chiede momenti più ampi di riposo (a chi non piace stendersi magari al fresco dopo pranzo per una siesta meglio se con qualcosa da leggere vicino?). Inoltre la mente un po’ più sgombra dagli impegni lavorativi ci fa venire la voglia di “fare qualcosa per noi” e la lettura è sicuramente un ottimo nutrimento per l’anima”.

 

PERCHE’ SI LEGGE IN ESTATE – I motivi? Maggior tempo a disposizione da dedicare alla lettura (34%), voglia di evasione (25%), e bisogno di tenersi aggiornato (14%) sono le principali motivazioni. In particolare, tra gli uomini, ben il (34%) ammette di leggere quest’estate per rimorchiare e far bella figura con l’altro sesso, sperando di lasciarsi ispirare dalle farsi del contemporaneo Fabio Volo o dagli aforismi sempreverdi di William Shakespeare. ‘Gli uomini, o almeno una buona parte di loro, tendono a pensare che le donne siano più legate alla letteratura – afferma la Libroterapeuta Rachele Bindi – siamo ancora viste come le lettrici che sospirano nelle storie d’amore e che cercano un partner che sia anche intellettualmente stimolante. Pregiudizi a parte, comunque, chi legge tende ad avere un vocabolario più ampio e più argomenti di conversazione, che possono sicuramente far colpo. Inoltre, pensando che viviamo in epoca di messaggi istantanei e chat, magari leggere aiuta anche ad evitare gli strafalcioni grammaticali (non so a voi, ma un congiuntivo mal coniugato secondo me può spegnere parecchie passioni nascenti).’

 

CHI LEGGE IN ESTATE – Chi legge di più sotto l’ombrellone? Anche in estate sono le donne (56%) a leggere più degli uomini (44%), per le quali la passione per la lettura, evidentemente, rappresenta una costante nell’arco dei 12 mesi. Differenze di genere che si presentano in tutte le eta’: tendono infatti ad essere molto forti tra i 15 e i 17 anni (4 punti percentuale di differenza tra donne e uomini). Tali differenze si riducono progressivamente solo con l’avanzare dell’eta’, fino ad arrivare ad un quasi equilibrio tra gli over 65. A livello territoriale, a prescindere dal luogo di villeggiatura, le quote piu’ alte di lettori estivi provengono dal Nord (38%) e dal Centro (32%). Nel Sud e nelle Isole, invece, la media cala sensibilmente, attestandosi rispettivamente, al 30%. Rispetto agli altri, questo è un dato che rispecchia fedelmente l’origine territoriale dei lettori forti nell’arco dei 12 mesi annuali. La condizione professionale influisce fortemente sul numero di lettori anche a parita’ di eta’: con riferimento alle persone dai 15 anni e piu’, se si tiene conto della condizione professionale, si evidenziano livelli di lettura superiori alla media tra dirigenti, imprenditori e liberi professionisti (24%), direttivi, quadri e impiegati (22%) e studenti (19%). I piu’ bassi livelli di lettura tra i lettori si registrano tra gli operai (10%), i non occupati (13%) e le casalinghe (16%).

 

COSA E COME SI LEGGE IN VACANZA – In base a quali criteri gli italiani scelgono di leggere il loro libro di queste vacanze? Fondamentale il gusto personale (34%), ma molto rilevante e’ anche la scelta in base ad uno specifico autore (42%) o genere letterario (38%). Quali altri fattori influiscono nella scelta? Dai rumors che si susseguono sui social (21%), ai blog che promuovono interviste e suscitano attesa e interesse nei confronti di uno specifico libro in uscita (26%), le nuove frontiere del web influiscono nella scelte d’acquisto dei lettori in vacanza. I generi letterari più gettonati? Chi vuole evadere in una nuova dimensione ammette di preferire gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%), vivendo storie appassionanti e immedesimandosi in personaggi fantastici, mentre i  più salutisti, amanti del benessere sia fisico che psicologico, opteranno per libri legati al benessere (23%) e saggi filosofici (18%).  Su quale tipo di supporto prediligono leggere gli amanti della lettura in spiaggia? La maggioranza (68%) e’ affezionata e legata al libro cartaceo rispetto all’ebook. Nonostante riconoscano l’utilita’ dei supporti digitali, con il vantaggio principale di poter contenere un numero consistente di opere in un supporto unico e comodo per gli spostamenti (67%), la maggioranza degli amanti dei libri dichiara di preferire i libri di carta perché affezionata all’odore della carta (56%), al fruscio delle pagine sfogliate (47%)  e al fatto di poter conservare i propri libri in una libreria fisica (41%).

 

LE TRIBU’ DEI LETTORI DA SPIAGGIA

 

IL PIGRO

Per tutto l’anno ha promesso di leggere cose varie ed eventuali e poi nelle due settimane di vacanza  prontamente non lo fa. Magari compra anche un libro e lo porta continuamente in spiaggia riducendolo in poltiglia con acqua e asciugamani umidi, ma ogni volta che lo apre, pochi minuti dopo inizia a giocare a racchettoni o a pallavolo in acqua o ancora ti metti a corteggiare una bella ragazza. Altro che leggere, ricomincerà a farlo più costantemente sui mezzi pubblici una volta tornato dalle ferie.

 

IL MARPIONE

Ha letto l’ultimo libro di Fabio Volo e il piano è quello di accalappiare la donna desiderata tramite la lettura dei libri giusti e citando le giuste frasi. Dopo aver fatto la figura dell’intellettuale metterà in atto le varie tattiche consigliate da un libro che parla delle strategie per conquistare una ragazza. Attenzione però: anche la ragazza che ha puntato potrebbe aver letto  un libro per difendersi dalle Sue avances.

 

L’IRRIDUCIBILE

Durante l’anno si propone di leggere, ma non trovi mai tempo. Quindi parte per stare un mese al mare con la famiglia, ma finisce per tornare bianco come una mozzarella a causa del tuo perdurare sotto l’ombrellone. Voleva giocare con sua figlia, ma doveva prima leggere quei libri che in inverno proprio non sei riuscito nemmeno a sfogliare e senza i quali non  puoi stare.

 
30 luglio 2015

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti