Il Festival delle Storie, dove la gente si riunisce per condividere arte, storie e sogni

La Valle di Comino diventa la Valle delle storie. Da sabato 25 agosto si alzerà il sipario sulla terza edizione del Festival delle Storie, manifestazione culturale che si svolgerà dal 25 agosto al 2 settembre per i paesi della Valle di Comino. ''Qui la gente si riunisce per condividere storie, indignazione, sogni'', ha spiegato lo scrittore Gaetano Savattieri, ospite fisso del Festival.

Tutto pronto per la kermesse culturale che si tiene dal 25 agosto al 2 settembre in Val Comino 

 

MILANO – La Valle di Comino diventa la Valle delle storie. Da sabato 25 agosto si alzerà il sipario sulla terza edizione del Festival delle Storie, manifestazione culturale che si svolgerà dal 25 agosto al 2 settembre per i paesi della Valle di Comino. “Qui la gente si riunisce per condividere storie, indignazione, sogni”, ha spiegato lo scrittore Gaetano Savatteri, ospite fisso del Festival.

 

VARIETA’ DI TEMI – Gli appuntamenti, organizzati dall’associazione culturale “Il festival delle storie”, sorta dalla ceneri della precedente “Antrasarta”, con la supervisione dell’inventore e direttore del Festival, Vittorio Macioce, sono numerosi, variegati e imperdibili. La rassegna, nata nel 2009, trasformerà per 8 giorni la Valle di Comino, sul versante laziale del Parco nazionale d’Abruzzo, in una vallata sterminata dove, tra le strade e i vicoli densi di storia, lasciare rotolare mille storie provenienti da tutto il mondo. Alvito, Atina, Picinisco, San Donato, Gallinaro, Vicalvi e Casalvieri sono i sette centri della Ciociaria in cui si terrà la kermesse culturale. È così che la Valle di Comino diventerà la Valle delle storie.

 

STORIE MUSICALI – Come si arriva a scrivere per Ornella Vanoni e per Mina? Cantautori si nasce o si diventa? Ne parlerà Giorgio Conte, fratello di Paolo Conte, il 26, nel Palazzo Visocchi ad Atina. Ma le storie annidate tra le maglie della musica italiana, emergeranno anche dalle interviste a Vince Tempera, Ellade Bandini, Paolo Giordano, il 27 a Picinisco. A proposito di grandi voci, come si riconosce la voce di un angelo? Di questo parlerà il 29 a Gallinaro, Craig Warwick, sensitivo, ospite dei programmi di Caterina Balivo. A traghettare il pubblico da una storia all’altra, da un paese all’altro, saranno i commenti musicali di Rossoantico, dei 4Seasons, di The Original Slammer Band e delle Ebernies. Da non dimenticare, allora, il ballo anni ’50 che ci sarà il 25 agosto, a partire dalle 22 nel Salone di San Nicola, ad Alvito.

LE DIVERSE SFACCETTATURE DELL’ARTE – Famoso personaggio televisivo, ma in questa sede, presente in qualità di esperto d’arte, Vittorio Sgarbi, terrà una lectio magistralis nel Castello di Vicalvi, il 2 settembre. Anche il 30 agosto a Casalvieri, si parlerà di arte con il professor Luca Beatrice. Non è vero che l’arte si contempla soltanto: l’arte si mangia anche. E si beve. Infatti nella serata del 30 saranno protagonisti Spyros Theodoridis, vincitore di Master Chet Italia, e Giovanni Negri, che racconta nel suo ultimo libro la straordinaria storia di una bevanda raffinatissima, il vino nell’antica Roma. C’è sempre uno stretto legame tra arte e scienza, a dispetto del noto luogo comune: il 27 agosto, a Picinisco sarà presente il professor Antonino Zichichi. Su questo rapporto si fonda l’ultimo romanzo di Bruno Arpaia, presente ad Alvito, il 1 settembre, insieme a Santiago Gamboa e a Stefania Nardini, tutti membri del Club Dante, una rete virtuale, internazionale, che unisce scrittori e lettori.

 

LETTERATURA PROTAGONISTA – Tante sono le scrittrici che il Festival ospiterà, attento com’è alla visione femminile del mondo: tra queste, Valeria Parrella, donna che racconta di una donna, Clelia, il 31, a Picinisco, e Chiara Gamberale, con “L’amore quando c’era”. A metà strada tra la letteratura e l’arte visiva si pone il fumetto che, nell’edizione di quest’anno, avrà largo spazio, con gli sceneggiatori e i vignettisti della scuderia del fumetto di Sergio Bonelli, i “bonelliani”: Paola Barbato, Tito Faraci, Roberto Diso…Chi non ha mai letto Tex, Dylan Dog, Zagor? Ecco, dietro a quelle pagine godute avidamente, ci sono loro. Inoltre a partire dal 26 agosto fino al 2 settembre, dalle 16 alle 19 la casa editrice romana Minimum Fax terrà dei corsi gratuiti di scrittura e di editoria nelle aule dell’ex-monastero di San Nicola, ad Alvito.

 

22 agosto 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti