Sei qui: Home » Libri » Autori » Il caso letterario di E.L. James, la casalinga inglese diventata un fenomeno editoriale con la trilogia ”Cinquanta sfumature”

Il caso letterario di E.L. James, la casalinga inglese diventata un fenomeno editoriale con la trilogia ”Cinquanta sfumature”

È il fenomeno letterario del momento. La trilogia ''Cinquanta sfumature'' di E.L. James (pseudonimo con cui l’autrice Erika Leonard firma i suoi libri) ha venduto in Inghilterra 100.000 copie in sette giorni e negli Stati Uniti raggiungerà presto i 20 milioni di copie, equamente divise tra e-book ed edizioni cartacee. Nel mondo, le sole versioni inglesi dei tre romanzi hanno venduto complessivamente 31 milioni di copie e sono ovunque in vetta alle classifiche dei best-seller...

Esce oggi in Italia "Cinquanta sfumature di Rosso", l’ultimo libro della trilogia dell’autrice inglese che ha scalato le classifiche di vendita in tutto il mondo, battendo i libri di Dan Brown

MILANO – È il fenomeno letterario del momento: tutti ne parlano, la criticano o la adorano, storcono il naso o si entusiasmano, si interrogano sulle ragioni del suo successo, ma soprattutto la leggono. La trilogia “Cinquanta sfumature” di E.L. James (pseudonimo con cui l’autrice Erika Leonard firma i suoi libri) ha venduto in Inghilterra 100.000 copie in sette giorni e negli Stati Uniti raggiungerà presto i 20 milioni di copie, equamente divise tra e-book ed edizioni cartacee. Nel mondo, le sole versioni inglesi dei tre romanzi hanno venduto complessivamente 31 milioni di copie e sono ovunque in vetta alle classifiche dei best-seller.

LA STORIA – La vicenda attorno a cui ruota la saga è ormai nota: Anastasia Steele, giovane studente di 21 anni ancora vergine, conosce per la prima volta la passione quando incontra il ricchissimo, tenebroso e sexy Christian Grey, che le propone una relazione impostata sulla dinamica dominatore-dominata. I giochi erotici tra i due sono descritti senza reticenze, per solleticare la fantasia di un pubblico – prevalentemente femminile – pronto a dimenticare anni di femminismo, o a rivendicare che, anzi, E.L. James porta il vessillo della libertà sessuale della donna, che può finalmente dedicarsi al pari degli uomini a letture di questo genere.

EDIZIONI E DATI DI VENDITA – Appassionata di “Twilight”, sua fonte di ispirazione, l’autrice inizia a scrivere il primo romanzo su web, scatenando una marea di commenti e reazioni. Una piccola casa editrice, l’australiana The Writer’s Coffee Shop Publishing House, decide di pubblicare il libro in formato digitale: in men che non si dica “Cinquanta sfumature di Grigio” si conquista il primo posto della classifica e-book sul New York Times. Negli Stati Uniti ad aggiudicarsi i diritti sul titolo è stata la Vintage Books, che ne ha fatto un’edizione cartacea. Risultato: 10 milioni di copie vendute in sei settimane. Tradotto in 37 lingue, il primo romanzo della trilogia è stato edito in Italia da Mondadori ed è uscito il 25 maggio, andando immediatamente a ruba. Dopo dieci giorni 100.000 copie erano già scomparse dagli scaffali.

UN SUCCESSO INARRESTABILE – Con questi numeri E.L. James, ex produttrice televisiva soprannominata oggi mommy porn, ha battuto Dan Brown, insidia il primato di J.K. Rowling e si colloca secondo il Time tra le cento personalità più influenti al mondo. Ma il suo successo non è destinato ad arrestarsi qui. Il secondo e il terzo episodio della saga – “Cinquanta sfumature di Nero”, uscito in Italia il 23 giugno, e “Cinquanta sfumature di Rosso”, che esce oggi – confermano ovunque il favore del pubblico. “Cinquanta sfumature di Grigio” approderà anche sul grande schermo – la Universal ha acquistato i diritti per un film che verrà sceneggiato da Bret Easton Ellis – e i fan discutono su chi dovrà interpretare i ruoli dei protagonisti: in molti parteggiano per Kristen Stewart e Robert Pattinson, gli attori della saga di Twilight, ma le ultime voci parlano di Ryan Gosling e Scarlett Johannson. Niente meno che il presidente Obama, ospite a un talk-show, si è sentito in dovere di scusarsi per non aver mai sentito nominare la celebre autrice, promettendo che avrebbe chiesto informazione a sua moglie Michelle.

 

17 luglio 2012

© Riproduzione Riservata