I nomi dei cinque finalisti del Campiello Giovani

Sono stati annunciati questa mattina a Verona sul palco del Teatro Nuovo i cinque finalisti della 18sima edizione del Campiello Giovani...
Sono tre veneti, una ragazza dell’Abruzzo e un ragazzo lombardo i cinque finalisti della 18sima edizione del concorso promosso dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto  

MILANO  – Sono stati annunciati questa mattina a Verona sul palco del Teatro Nuovo i cinque finalisti della 18sima edizione del Campiello Giovani. Sono: Ilaria Catani, 22 anni, di Corfino (AQ) con il racconto “Un ricordo”; Valentina Giuliano, 18 anni, di Salzano (VE) con il racconto “Ibrido di fuoco”; Alberto Alarico Vignati, 21 anni, di Corsico (MI) con il racconto “Girasole impazzito di luce”; Paola Vivian, 18 anni, di Marostica (VI) con il racconto “Diciassette e cinquantaquattro”; Alberto Zanella, 17 anni, di Santorso (VI) con il racconto “Le strade primitive”.

L’ANNUNCIO – Questa mattina al Teatro Nuovo  i 25 semifinalisti del più autorevole premio letterario nazionale under 22 sono stati presentati al pubblico. A selezionarli la Giuria Tecnica del Concorso, composta da Giuliano Pisani, Giulia Belloni e Licia Cianfriglia. Il riconoscimento per il miglior racconto estero è stato assegnato alla svizzera Ambra Giacometti, 18 anni di Locarno, che si è presentata con “Scacco Matto”. Le motivazioni della Giuria sono consultabili sul sito della Fondazione Il Campiello. L’appuntamento è stato promosso e organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto in stretta collaborazione con Confindustria Verona e con la Fondazione Atlantide Teatro Stabile di Verona.

I SOCIALNETWORK, FILO CONDUTTORE DELLO SPETTACOLO
– “Scrivere? Mi piace. Comunicare è facile, basta un click!?” è il titolo scelto per lo spettacolo di questa edizione, condotto da Federico Basso e Davide Paniate di Zelig. Filo conduttore della manifestazione sono stati infatti i social network e il loro legame con la letteratura. Hanno partecipato oltre 600 ragazzi delle scuole medie e superiori.

UN LUME DI SPERANZA PER IL NOSTRO PAESE – “Il Campiello Giovani costituisce un lume di speranza nei tempi difficili che stiamo vivendo”, commenta Roberto Zuccato, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto. “Il progetto, oramai divenuto appuntamento tradizionale e autorevole tra i premi letterari, unisce infatti il talento e la cultura, elementi da cui il nostro Paese può e deve ripartire. Risulta fondamentale valorizzare le capacità dei giovani e promuovere il merito come fattore di crescita, professionale e umana. Il talento e la creatività di questi ragazzi, ad ogni edizione sempre numerosi, uniti al sogno che con determinazione perseguono, costituiscono un esempio positivo per tutta la società. In tal senso il Campiello Giovani svolge un ruolo che va oltre i confini della cultura”.

UN PUNTO DI RIFERIMENTO PER I GIOVANI – “Ci lusinga e al tempo stesso tempo ci investe di grande responsabilità che numerosissimi ragazzi, più di 7.000 dalla prima edizione ad oggi, abbiano partecipato al Campiello Giovani”, aggiunge Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello. “Responsabilità, perché questi numeri comportano un impegno sempre maggiore. Anche la 18sima edizione non sta deludendo le nostre aspettative. Il Campiello Giovani si pone oramai ai vertici delle competizioni letterarie dedicate ai giovani, affermandosi come punto di riferimento nei progetti impresa-cultura per le nuove generazioni”.

UN’OCCASIONE PER METTERSI IN GIOCO – “Per il quinto anno consecutivo ci troviamo a Verona  per la semifinale nazionale del Premio Campiello Giovani”, dichiara Andrea Pernigo, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Verona.   “Confindustria Verona crede molto  in questo concorso che ha la grande qualità di valorizzare il merito, di creare per i giovani l’occasione di mettersi in gioco e di trovare lo spazio per emergere attraverso l’arte della scrittura, un mezzo importante con cui esprimersi pienamente. Auguro a questi ragazzi di trasformare quello che più amano nel vostro”.

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO – Il vincitore, scelto dalla Giuria dei Letterati e quest’anno presieduta da Paolo Crepet, verrà annunciato sabato 7 settembre a Venezia in occasione della conferenza stampa di presentazione del Premio Campiello e premiato sul palco del Gran Teatro La Fenice durante la serata finale.

19 aprile 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti