I libri vanno in spiaggia al lido Shulùq di Marina di Modica

Sono arrivate le tanto desiderate vacanze e finalmente si ha tempo a disposizione per andare in spiaggia, rilassarsi e leggere un buon libro davanti al nostro meraviglioso mare. Al Shulùq – che in arabo significa ''Scirocco'' –, lido di Marina di Modica in provincia di Ragusa, i membri dello staff hanno così pensato di dar vita a un lido-libreria...
Eumyr Aprile, uno dei gestori del locale, ci presenta il suo innovativo lido che è anche una libreria sulla spiaggia
MILANO – Sono arrivate le tanto desiderate vacanze e finalmente si ha tempo a disposizione per andare in spiaggia, rilassarsi e leggere un buon libro davanti al nostro meraviglioso mare. Al Shulùq – che in arabo significa “Scirocco” –, lido di Marina di Modica in provincia di Ragusa, i membri dello staff hanno così pensato di dar vita a un lido-libreria. Eumyr Aprile, uno dei gestori, ci spiega come funziona. 
Com’è venuta l’idea di un lido sul mare che mette a disposizione dei clienti anche libri da leggere?
Il lido esisteva da tempo ed è una zona molto appartata e riservata dove i clienti, già anni prima, portavano i loro libri per rilassarsi e leggere. Abbiamo così deciso di dare questo mood al locale adottando il claim “Shulùq storie di mare”.
Abbiamo fatto una selezione di tutti i libri che riguardano il mare, da Melville a siciliani d’eccezione, come Sciascia e Camilleri, e abbiamo deciso di permettere alla clientela di poterne usufruire  sul lido o anche a casa – previa registrazioni, possono infatti prendere i volumi in prestito. Possono anche dare il loro contributo portandone di altri da aggiungere alla collezione. 
La nostra programmazione prevede anche dei reading che vengono svolti da una compagnia teatrale locale e proiezioni di film basati sui libri.   
Da dove arrivano i titoli che avete “a catalogo”?
A noi dello staff piace molto leggere, e in questa prima fase i libri sono stati portati dalle nostre biblioteche personali. 
Abbiamo avuto anche la possibilità di avere la Mondadori locale di Modica come sponsor ufficiale, che ci ha fornito una serie di libri e consulenze a riguardo. 
Quanti titoli avete a disposizione?
Una cinquantina. Abbiamo voluto inserirli anche all’interno del menù del locale: l’ultima pagina è una “carta dei libri”.
Qual è il riscontro da parte delle persone che vengono al lido? I libri sono richiesti?
Il riscontro è molto positivo. Da quando abbiamo attivato la pagina su TripAdvisor, uno dei commenti fondamentali è che nessuno si sarebbe mai aspettato di trovare una libreria sul mare.
Quotidianamente ogni cliente ne prende uno per leggerne almeno qualche pagina e sono molti i clienti che hanno deciso di portarci i loro libri. 
Con il passaparola la notizia arriva a chiunque, anche a chi non frequenta il lido di giorno ed è qui solo di passaggio. 
Da chi è composta prevalentemente la vostra clientela?
Si tratta di persone che vengono da fuori, frequentatori assidui del lido che quest’anno apprezzano la nuova gestione e la nuova tipologia del locale. 
In base all’osservatorio privilegiato che ha sul mare, la lettura è un passatempo diffuso in spiaggia?
Sì, si legge molto. Parliamo di persone che sono in vacanza, che durante l’anno hanno a lungo desiderato di avere quelle due o tre ore di relax da dedicare alla lettura di un buon libro. 
Qualche suo consiglio di lettura per le vacanze?
A me è piaciuto molto, e lo teniamo anche al Shu Lùq, “I pesci non chiudono gli occhi” di Erri De Luca. Tra i libri richiesti dai clienti – vuoi per la copertina che richiama immediatamente il mare, vuoi per il titolo – è il più gettonato.
9 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti