I best seller sul grande schermo

I libri da andare a vedere al cinema questo weekend

I LIBRI DA VEDERE AL CINEMA – Sempre più spesso i registi attingono dalla letteratura contemporanea delle storie originali per adattarle con maestria alla settima arte...

Tra i film tratti da romanzi di successo in programmazione questo fine settimana c’è il primo episodio della trilogia ”Divergent”, che porta sul grande schermo i best seller di Veronica Roth

I LIBRI DA VEDERE AL CINEMA – Sempre più spesso i registi attingono dalla letteratura contemporanea delle storie originali per adattarle con maestria alla settima arte, realizzando dei veri e propri ”libri da andare a vedere al cinema”, come li abbiamo chiamati nella nostra rubrica.  E’ il caso di “Divergent”, “Il Pretore” e “Mister Morgan”, in programmazione questa settimana sui grandi schermi del Belpaese.

DIVERGENT – Il film del regista Neil Burger è la trasposizione cinematografica del primo capitolo dell’omonima trilogia creata dalla scrittrice americana Veronica Roth nel 2011, diventata best-seller in tutto il mondo vendendo più di un milione di copie – potete leggere la nostra intervista all’autrice qui. In seguito a una guerra che ha costretto l’umanità a riorganizzare la propria società, la razza umana viene divisa in cinque caste a cui ci si unisce raggiunta la maggiore età: i Candidi esercitano la legge grazie alla loro onestà, i Pacifici rappresentano i lavoratori, gli Eruditi insegnano per via delle fini capacità intellettive, gli Abnegati governano e gli Intrepidi costituiscono l’esercito e la difesa. Al momento della scelta della casta, la protagonista Beatrice Prior, interpretata dalla promettente Shailene Woodley, dai test attitudinali risulta appartenere ai Divergent, cioè coloro che non risultano classificabili: un risultato davvero raro che la mette in serio pericolo di vita. Celando la sua natura, Beatrice sceglie gli Intrepidi e comincia il suo addestramento a un’esistenza di cui non è certa.

IL PRETORE – Questa divertente commedia di Giulio Base è tratta dal romanzo “Il pretore di Cuvio” di Piero Chiara, pubblicato da Mondadori nel 1973, che divenne in pochissimo tempo uno dei migliori best-seller dell’autore varesotto. Il protagonista dell’intreccio è Augusto Vanghetta, il pretore di un tranquillo paesino sulle pacifiche sponde lago Maggiore. L’uomo alcuni anni prima ha sposato Evelina, donna di diversi anni più giovane di lui; i due però da sette anni non dormono più nello stesso letto, portando la povera Evelina a sviluppare una forma di anoressia da privazione causata dalla mancanza di rapporti intimi col marito. Il pretore in realtà è attivissimo e frequenta assiduamente le donne locali, che siano vecchie o giovani, single o sposate. Nel frattempo si dedica all’attività di commediografo, inscenando in teatro le avventure che lui stesso sta vivendo alle spalle dell’inconsapevole e disperata moglie.

MISTER MORGAN – Questa produzione franco-americana è ispirata dal romanzo “La Doucer Assassine” di Françoise Dorner, uscito sugli scaffali nel 2006. Diretto da Sandra Nettelbeck, con la pregevole interpretazione del due volte premio Oscar Michael Caine, il film racconta di una splendida amicizia nata tra Matthew Morgan, un anziano insegnante oramai in pensione trasferitosi nella misteriosa e bellissima Parigi dopo la morte della moglie, e Pauline, una giovane donna francese. Come un fulmine a ciel sereno, dal giorno in cui la incontra a bordo di un anonimo autobus, il protagonista riscopre tutto d’un tratto il piacere di vivere, una felicità così dirompente che fa crescere in lui la voglia di non essere più solo, dopo un lungo periodo di sofferenza e nostalgia dei tempi passati insieme alla moglie.

11 aprile 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti