Idee per i booklovers

I 6 modi più creativi per riordinare i libri nelle vostre librerie

Ogni volta che passate davanti ad una libreria, acquistate un libro. Per ogni ricorrenza, ve ne regalano uno. Insomma, amate talmente tanto i libri, che la vostra casa è piena e, di conseguenza, la vostra libreria è un caos! A quanto pare in America...

In estate è tempo di ‘selfie’, gli autoscatti: in spiaggia, in montagna, in acqua. Tutti i posti vanno bene, ma a quanto pare, oltreoceano, per gli amanti dei libri, è nata una nuova mania: il book shelfie, ovvero le foto alle proprie libreria. E la vostra, come è messa?

MILANO – Ogni volta che passate davanti ad una libreria, acquistate un libro. Per ogni ricorrenza, ve ne regalano uno. Insomma, amate talmente tanto i libri, che la vostra casa è piena e, di conseguenza, la vostra libreria è un caos!  A quanto pare in America, dopo la moda dei ‘selfie’, ovvero gli autoscatti da condividere sui social, è arrivare anche una mania più adatta agli amanti della lettura: il ‘book shelfie’, cioè gli scatti alla vostra libreria di casa. Un modo carino per condividere i vostri libri, ma soprattutto per far sapere agli altri come sono messi i vostri scaffali e, in particolare, che ordine avete scelto per riordinare i libri. L’Huffington Post ha selezionato i 6 modi più creativi per mettere in ordine la libreria. Qual è il vostro metodo preferito?

ORDINE CRONOLOGICO –  Doveroso dirlo: va bene amare i libri, ma forse scegliere di riordinarli in ordine cronologico è davvero un po’ troppo anche per i più diligenti booklovers. Eppure c’è chi, prima di mettere via un libro, legge la data di pubblicazione così da avere una lista ordinata dal più vecchio al più recente. E’ vero che così è come avere una storia della letteratura sempre a portata di mano, ma vi interessa veramente sapere in che giorno e anno sono stati pubblicati per la prima volta i vostri romanzi preferiti?

ORDINE PERSONALE – Probabilmente questo è il metodo più amato dai lettori. La libreria è come la vostra seconda casa: probabilmente passate più tempo tra i vostri libri che in bagno, per questo non c’è una metodologia ‘scientifica’ per i vostri libri, ma preferite fare più una scelta di cuore. Su uno scaffale mettete i libri che vi hanno regalato, e in un altro i vostri preferiti. Poi ci sono quelli che magari avete letto e studiato durante il periodo scolastico, accanto a quelli meno interessanti. E così via. 

ORDINE ALFABETICO – Quanto tempo avete passato dentro una biblioteca oppure in una libreria? Tanto? Be’ allora, sicuramente questo è il metodo che vi è venuto più naturale per riordinare i libri nella vostra libreria. Volete leggere un libro di Moravia? Semplicemente scorrete il dito sullo scaffale fino a raggiungere la lettera “M” e il gioco e fatto, semplice!

ORDINE DI ALTEZZA – A volte, ammettiamolo, i libri li scegliamo anche i base alla copertina. Non vi è mai capitato di comprare libri della stessa collana solo perché avevano tutti la copertina uguale in maniera tale da avere un bell effetto in libreria. Ecco c’è anche chi decide di posizionare i libri negli scaffali riordinandoli dal più piccolo al più grande. Un bell’effetto ottico, non trovate?

IN ORDINE DI COLORE – Appunto, come vi abbiamo anticipato: perché non riordinare i libri in base al colore di copertina? E’ bellissimo arrivare in soggiorno e trovare queste macchie di colore (giallo, nero, bianco) che vi ricordano, a colpo d’occhio, tutti i libri che avete letto (o che dovete ancora leggere). Un modo in più per dimostrare, a chi di libri non se ne intende molto, che la letteratura non è mai noiosa!

IMPILATI – Ma chi l’ha detto che i libri devono per forza essere riordinati in libreria? A volte è bello anche averli un po’ sparsi per casa, vicino al divano, sotto il letto…perché la letteratura fa parte del nostro quotidiano e i libri devono essere sempre a portata di mano. Quindi, va bene impilarli un po’ dove capita!

18 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata