Le top ten di Libreriamo

I 10 scrittori afroamericani più famosi della letteratura

Ha mobilitato tutti in Italia l'arrivo del presidente degli USA Barack Obama a Roma. Non c'è giornale che non ne parli, non c'è persona che non stia seguendo l'evento...

Da Langston Hughes a James Baldwin, in occasione dell’arrivo a Roma di Barack Obama ecco la lista 10 autori afroamericani che tutti dovrebbero leggere

MILANO – Ha mobilitato tutti in Italia l’arrivo del presidente degli USA Barack Obama a Roma. Non c’è giornale che non ne parli, non c’è persona che non stia seguendo l’evento. La figura di Obama ha rappresentato un vento di cambiamento forte in America e nel mondo, divenendo un simbolo, soprattutto perché è stato il primo afroamericano ad arrivare a occupare la posizione più importante negli Stati Uniti. Una grande svolta rispetto a pochi decenni fa, quando non solo sarebbe stato impensabile un afroamericana alla Casa Bianca, ma c’era addirittura una situazione di esclusione sociale e soprusi. In occasione di queste giornate, abbiamo pensato di proporvi la lista dei 10 autori afroamericani che tutti dovrebbero leggere, stilata da Forbes.

1.    LANGSTON HUGHES – Poeta, romanziere e drammaturgo. È noto per il suo lavoro all’interno del Rinascimento di Harlem, o Harlem Renaissance, il movimento culturale e artistico sorto negli Stati Uniti negli anni venti a opera della comunità afroamericana. Con poesie come “The Negro Speaks of Rivers” e “Let America Be America Again”, Hughes ha ritratto fieramente le vite dei poveri neri attraverso l’invenzione della “poesia jazz”.

2.    RICHARD WRIGHT – Autore di romanzi controversi ai suoi tempi, come “Paura” (titolo originale: “Native Son”). Nel 1945 scrisse il best seller “Ragazzo negro” (“Black Boy”), la storia della ricerca di realizzazione personale da parte di un giovane nero in una società razzista. Wright ha aperto la strada all’affermazione di altri scrittori afroamericani di successo.

3.     TONI MORRISON – La scrittrice, tutt’ora in vita, ha ricevuto sia il Premio Nobel per la Letteratura sia il Premio Pulitzer. È famosa per i suoi romanzi dai temi epici, popolati di personaggi dettagliati, come in “L’occhio più azzurro” (“The Bluest Eye”) “Canto di Salomone” (Song of Solomon) e “Amatissima “ (“Beloved”). Toni Morrison è anche famosa per la sua dichiarazione “Bill Clinton è il nostro primo presidente nero”

4.    ZORA NEALE HURSTON – Antropologa, studiosa di folklore, autrice di quattro romanzi e oltre cinquanta racconti commedia e saggi. Scrisse il suo romanzo “Con gli occhi rivolti al cielo” (“Their Eyes Were Watching God”) mentre lavorava ad Haiti con la Guggenheim Foundation per aiutare gli artisti locali con donazioni.

5.    FREDERICK DOUGLASS – Grande oratore e, dopo la liberazione dalla schiavitù, leader di spicco del movimento abolizionista. Douglass scrisse numerose autobiografie in cui raccontava della sua esperienza come schiavo, di cui via abbiamo già raccontato nell’Accadde Oggi a lui dedicato e che vi abbiamo suggerito tra i 10 libri da leggere nella Giornata mondiale contro la schiavitù. Incarnò un eccellente controesempio alla teoria degli schiavisti secondo cui i neri non avevano le capacità intellettuali per poter essere cittadini liberi.

6.    ALICE WALKER – Autrice e attivista, famosa per il suo romanzo “Il colore viola” (“The Color Purple”), per cui ha ricevuto il Pulitzer. Dal libro è stato tratto il film di successo di Steven Spielberg con Whoopi Goldberg e Oprah Winfrey e successivamente un musical di Broadway. Alice Walker fece parte del Movimento per i Diritti Civili e partecipò nel 1963 alla marcia di Washington.

7.    W.E.B. DU BOIS – Il primo autore afroamericano a conseguire un dottorato ad Harvard. Faceva parte dell’elite intellettuale afroamericana dell’inizio Novecento a aiutò a far crescere la rappresentanza politica dei neri. Fu co-fondatore della National Association for the Advancement of Colored People (NAACP) e fu direttore del magazine “The Crisis” a cui contribuì con numerosi saggi.

8.    RALPH ELLISON – Critico letterario, studioso e scrittore. Scrisse “Shadow and Act”, una raccolta di saggi politici, sociali e critici. Fu professore alla Rutgers University e alla Yale University. Ricevette il National Book Award nel 1953 per il libro “Uomo invisibile” (“Invisible Man”) che fu scelto nel 1998 dalla Modern Library Association come uno dei 100 migliori romanzi in lingua inglese del 20simo secolo. “Uomo invisibile” è al 19simo posto davanti a “Paura” di Richard Wright.

9.    AUGUST WILSON – Drammaturgo famoso per “The Pittsburgh Cycle”, chiamato spesso anche “Century Cycle”, che comprende dieci commedie ambientato in dieci differenti decadi sull’esistenza degli afroamericani nel 20simo secolo.

10.    JAMES BALDWIN – Romanziere, poeta e saggista. Esplorò gli intrichi delle discriminazioni razziali, sessuali e di classe nella società americana del 20simo secolo. Il suo romanzo “Gridalo forte” (“Go Tell It On the Mountain”) è 39simo nella top 100 della Modern Library Association.

27 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti