Grande successo mediatico e di pubblico per la prima edizione del BiblioPride

Non può che riassumersi in un successo di adesioni e attenzione mediatica la prima edizione del BiblioPride, la Giornata nazionale delle biblioteche organizzata da AIB Associazione Italiana Biblioteche, che sabato 13 ottobre ha visto la città di Napoli protagonista, a conclusione di una settimana di iniziative organizzate in tutta Italia...

Bilancio estremamente positivo per la prima Giornata nazionale delle biblioteche, ospitata a Napoli sabato 13 ottobre

 

MILANO – Non può che riassumersi in un successo di adesioni e attenzione mediatica la prima edizione del BiblioPride, la Giornata nazionale delle biblioteche organizzata da AIB Associazione Italiana Biblioteche, che sabato 13 ottobre ha visto la città di Napoli protagonista, a conclusione di una settimana di iniziative organizzate in tutta Italia.

 

IL FUTURO È IL PRESENTE DELLE BIBLIOTECHE – Più di 260 manifestazioni da nord a sud della penisola, tra aperture straordinarie al pubblico e visite guidate alle biblioteche, didattica per bambini, incontri con gli scrittori, flash mob, aperitivi letterari: tante testimonianze unite insieme per affermare l’importanza del sistema bibliotecario nazionale perché, come ha ricordato il presidente nazionale AIB Stefano Parise, “Il futuro è già il presente delle biblioteche: oggi mettiamo a disposizione libri e contenuti digitali, cerchiamo di abituare il lettore ad utilizzare le nuove tecnologie nella maniera più corretta per accedere ai saperi con competenza. Un Paese, senza biblioteche, senza libri, senza cultura, non ha alcun futuro”.

 

I PROTAGONISTI – A Napoli, al fianco dei bibliotecari, hanno testimoniato la loro vicinanza nomi di primo piano della cultura italiana: condotti dalle appassionate interviste della giornalista e scrittrice Loredana Lipperini, nel magnifico contesto della Basilica di San Giovanni Maggiore si sono avvicendati il giornalista Giovanni Tizian, il documentarista Marcello Sannino, lo scrittore e sceneggiatore Maurizio Braucci, gli scrittori Mariolina Venezia e Ivano Porpora, i librai Paolo Pisanti e Diego Guida. In collegamento telefonico Michela Murgia, mentre Andrea Camilleri e Guido Conti hanno registrato due calorose testimonianze. Messaggi di adesione sono giunti anche da Dacia Maraini, Riccado Muti e Marino Sinibaldi.

 

PROGETTI E INIZIATIVE – Nel corso della serata, animata dagli interventi musicali del Border Jazz trio, sono stati ricordati l’impegno dei bibliotecari a favore dei bambini con il progetto Nati per Leggere e la vicinanza dell’AIB ai bibliotecari scolastici, il cui futuro potrebbe essere seriamente compromesso dalle decisioni del governo. E’ stato inoltre presentato il libro “Alzando da terra il sole – Parole per l’Emilia”, pubblicato da Mondadori con il patrocinio dell’AIB, i cui proventi sono destinati alla ricostruzione della biblioteca di Mirandola, seriamente danneggiata dal sisma dello scorso maggio. Anche le iniziative della mattina, come il seminario “Fatti non promesse. Un’agenda per le biblioteche italiane”, le visite guidate alle biblioteche napoletane di pregio storico organizzate in collaborazione con il FAI, le letture animate per bambini al PAN Palazzo Arti Napoli hanno riscontrato partecipazione da parte del pubblico.

 

LE BIBLIOTECHE, PIAZZE DEL SAPERE – Tutto questo è stato reso possibile grazie all’impegno delle istituzioni e soprattutto dei  bibliotecari italiani che hanno aderito con entusiasmo alla prima Giornata nazionale delle biblioteche. Le istituzioni, in particolare il Comune di Napoli attraverso la voce dell’Assessore alla Cultura Antonella di Nocera presente al BiblioFest, hanno voluto ricordare l’impegno per il mondo delle biblioteche, che devono diventare “piazze del sapere”. E riprendendo la frase conclusiva del videomessaggio di Camilleri, l’augurio è che iniziative come il BiblioPride possano veramente aiutare a cambiare le cose, perché “nelle biblioteche c’è tutto lo scibile”.

 

16 ottobre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti