Giallo italiano vs giallo tedesco. Marco Malvaldi incontra Karl Oslberg

Confronto/scontro tra Italia e Germania attraverso le parole di due bravi giallisti, Malvaldi e Olsberg, i cui romanzi presentano alcuni tratti in comune e molte divergenze. Il dibattito è ritmato e incalzato dalle domande della Marmugi la quale introduce i due scrittori specificando i loro interessi “anomali”...

Moderati da Chiara Marmugi i due giallisti si confrontano e presentano in anteprima i loro ultimi romanzi, Argento vivo (Sellerio) e Il sistema (BookSalad Edizioni) al Pisa Book Festival

PISA – Confronto/scontro tra Italia e Germania attraverso le parole di due bravi giallisti, Malvaldi e Olsberg, i cui romanzi presentano alcuni tratti in comune e molte divergenze. Il dibattito è ritmato e incalzato dalle domande della Marmugi la quale introduce i due scrittori specificando i loro interessi “anomali”. Oslberg ha studiato economia e lavora come consulente economico, Malvaldi ha studiato chimica e ha lavorato per alcuni anni come assegnista di ricerca presso l’Università di Pisa. Come possono uno scienziato e un economista scrivere libri? Mentre Karl spiega di amare raccontare storie e adorare scrivere, Marco afferma che «si scrive perché il mondo così com’è non va bene e si cerca di modificarlo attraverso la scrittura».

GIALLO GENERE D’INTRATTENIMENTO – Due scrittori, quindi, che hanno scelto il genere giallo. Oslberg spiega la sua decisione affermando: «Viviamo in un mondo cattivo ma amiamo conoscere storie che parlano di male, forse perché, leggendole, comprendiamo di essere fortunati. Inoltre volevo scrivere qualcosa che piacesse alla gente». Malvaldi replica: «Il giallo è il genere di intrattenimento per eccellenza, molti scrittori sono stati ignorati fino a quando hanno scritto dei gialli. Inoltre, i gialli vendono!».

ANALOGIE E DIFFERENZE – I due romanzi, Il sistema e Argento vivo, presentano delle analogie, soprattutto nell’attenzione rivolta alle scienze e all’informatica e alla presenza di personaggi che perdono il lavoro, ma spiccano con maggiore forza le differenze. Mentre Il sistema è un thiller, una storia di tensione, con due morti ammazzati e la ricerca di un colpevole, Argento vivo è una commedia romanzesca, senza il morto, ricca di battute e di desiderio di distruggere i cliché. Il protagonista di Oslberg è simile all’autore, ha creato una start-up, è intraprendente e dinamico,ma presenta anche caratteristiche diverse dallo scrittore, che non ha voluto immedesimarsi completamente nella materia narrata. I protagonisti di Malvaldi invece sono combinazioni di persone realmente esistenti: «prendo le persone reali e ci gioco, soprattutto con quelli che mi stanno sulle scatole».

L’IMPORTANZA DELLE DONNE – Elemento che accomuna i due giallisti è la presenza di personaggi femminili in ruoli chiave. Ne Il sistema, Karl introduce la figura di una hacker professionista, Lisa : «Ho introdotto Lisa per sfatare il mito delle donne incapaci ad usare le tecnologie. Lisa controbilancia le competenze che il protagonista, Mark, non possiede». Marco, che prima inseriva personaggi femminili molto marginali, è finalmente riuscito nel difficile intento di tratteggiare protagoniste donne: «Prima non avevo grossi personaggi femminili ma ora ne ho messi per sottolineare le discriminazioni sessuali ancora in atto nel nostro paese».

Cristina Rendina

16 novembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti