LIBRI - Le uscite di Bompiani per gennaio

Gennaio 2015, le novità di Bompiani

Bompiani inizia il nuovo anno con interessanti uscite nel campo della narrativa e della saggistica. Da segnalare l'atteso romanzo di Dasa Drndic, 'Trieste', toccante storia che documenta...

Le proposte di Bompiani per gennaio spaziono dall’atteso romanzo di guerra ”Trieste’ alla nuova edizione de ”La scienza della fantascienza” di Renato Giovannoli: ecco tutte le uscite di questo inizio 2015

 
MILANO – Bompiani inizia il nuovo anno con interessanti uscite nel campo della narrativa e della saggistica. Da segnalare l’atteso romanzo di Dasa Drndic, ‘Trieste’, toccante storia che documenta gli orrori della secondo guerra mondiale. Tra le novità, in arrivo anche le fiabe per bambini cattivi di Filippo Martinez e la nuova edizione de ‘La scienza della fantascienza’ di Renato Giovannoli.

Ecco le proposte di Bompiani per gennaio:
 

 
‘Trieste’ – Dasa Drndic
Trieste  è stato accolto in Inghilterra e in Francia come un capolavoro posizionato sulla stessa strada di Sebald e Don DeLillo. Troviamo la protagonista, Haya Tedeschi,  seduta da sola a Gorizia, circondata da una cesta di fotografie e ritagli di giornali. È una donna anziana, che dopo 62 anni aspetta di ricongiungersi a suo figlio, avuto da un ufficiale delle SS e rapito dalle autorità tedesche per far parte del programma segreto di Himmler: il progetto Lebensborn. Daša Drndic  scrive un grande romanzo sulle conseguenze del male. Raccontato con un linguaggio di immensa forza e utilizzando una gamma di incredibili dispositivi concettuali, Trieste è uno sconvolgente contributo alla letteratura del XX secolo.

In libreria dal 15 gennaio
 

 
‘Cammellini che entrano ed escono dalle orecchie’ – Filippo Martinez
Un vecchio console, nella notte, viene depredato dei ricordi da una miriade di piccolissimi cammelli che attraversano le sue orecchie. Un oratore ha sette minuti per raccontare il genere umano alla sterminata Assemblea degli Universi. Un papa disorientato confida a Dio di aver perso la fede mentre osservava tre guardie svizzere. Un’appassionante volata finale tra spermatozoi che si giocano tutto nella gara per la fecondazione. Un ciclope siamese descrive la malinconia di suo fratello. Le storie di Filippo Martinez sono “tragedie e fiabe per bambini cattivi”, da leggere prima di addormentarsi per affrontare i nostri sogni e le nostre paure.
In libreria dal 15 gennaio

 

 
‘Vita per principianti’ – Slawomir Mrozek
“Il fine della vita è la vita stessa”, diceva Goethe. Non è che sia di molto aiuto, in realtà, questa frase. Slawomir Mrozek invece non ci lascia all’asciutto; e, in questo libro, pensato e costruito assieme al leggendario fondatore della casa editrice Diogenes, Daniel Keel, tocca tutti i temi più urgenti della nostra contraddittoria e fugace esistenza. E tutti in rigoroso ordine alfabetico, per permetterci una consultazione più semplice, a semplice apertura di pagina. Ogni tema un apologo, fulminante e illuminante: Angoscia, Paura, Progresso, Vita, Morte, Crescita, Denaro e molti, molti altri. Perché ognuno di noi, per quanto abbia vissuto, è sempre un dilettante allo sbaraglio, nella vita.
In libreria dal 15 gennaio

 

 

‘La scienza della fantascienza’ – Renato Giovannoli
Le scienze della fantascienza, va da sé, hanno spesso un debito nei confronti delle vere scienze. Talvolta però sono il libero frutto della fantasia degli scrittori e al contrario hanno ispirato il lavoro degli scienziati. Attento a entrambi i fenomeni, questo è anche un libro di divulgazione (e virtualmente di didattica) degli aspetti più speculativi e “fantascientifici” della scienza contemporanea. Non è questo tuttavia il suo intento principale, ma quello di dimostrare piuttosto l’autonomia della scienza della fantascienza, che si configura come un sistema in cui le teorie si concatenano, si rivelano casi particolari di teorie unificate, si oppongono in dibattiti epistemologici e vere e proprie rivoluzioni scientifiche. Questo saggio – che si legge come un romanzo di fantascienza – ricostruisce la storia e la struttura di un tale sistema, spaziando dalle scienze umane (e superumane) alla biologia e alla linguistica aliene, dalla robotica ai fondamenti geometrici e astrofisici dei voli interstellari, fino a sconfinare, passando dalle teorie dei viaggi nel tempo degli universi paralleli, nella cosmologia e nella metafisica.
In libreria dal 15 gennaio

 

 
‘Gli scaduti’ – Lidia Ravera
Dopo gli anni del ‘grande disordine’ (questi), prende il potere, in nome dei trenta e quarantenni, il Partito Unico. La nuova regola impone un ritorno coatto alla natura: a venticinque anni ogni donna deve fare un figlio, i matrimoni fra un uomo di cinquanta anni e una donna di trenta sono vietati, è vietata la chirurgia plastica e così via. L’obbligo più pesante di tutti è la ‘scadenza’: compiuti i sessanta anni si viene ritirati dalla circolazione. Si lascia non soltanto il lavoro ma la casa, la libertà, tutto. Se si è abbastanza ricchi si va a stare in un hotel termale in una località sconosciuta, se si è più poveri si finisce nelle caserme. Il partito dice che si va a stare bene. Rilassati, sereni, a riposo. Lontani dalla concorrenza di chi ha un corpo ancora giovane. Ma è vero?  
In libreria dal 29 gennaio

 

 
‘Schegge’ – Ismet Prcic
‘Schegge’ è la storia di un giovane bosniaco, lo stesso autore, Ismet Prcic, fuggito dalla guerra in Bosnia e dalla sua città, Tuzla, e approdato in California. Qui tenta faticosamente di conciliare la sua vita presente con il proprio passato: i ricordi della guerra, i bunker, i bombardamenti, le notti insonni, gli amori rapaci tra violenze efferate di ogni tipo, sguardi di tenerezza e la bellezza dell’arte in mezzo all’odio più cocente. Schegge è uno dei romanzi più originali apparsi sulla scena letteraria anglosassone: un racconto di formazione che spezza il fiato per la sua bellezza, la crudezza e il coraggio e segnala una voce nuova.
In libreria dal 29 gennaio
 

 

‘A come animale. Voci per un bestiario’ – Felice Cimatti, Leonardo Caffo
A come animale è un bestiario ma non vi spiega come convivere con i gatti o come capire il “linguaggio” dei cani: è un libro che parla soprattutto di noi umani, e dell’animalità che attraversa le nostre vite. Un alfabeto della diversità che racconta da più punti di vista – attraverso la filosofia, la storia dell’arte, la scienza – il rapporto simbiotico tra l’uomo e il mondo animale. Un percorso curioso per scoprire che gli animali sono ovunque, dalle foto di famiglia alla filosofia di Hegel, mentre noi sappiamo molto più delle galassie distanti anni luce che dei desideri di un pesce rosso.

In libreria dal 29 gennaio

 

 

15 gennaio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti