Forte presenza dell’editoria italiana alla Fiera del Libro di Francoforte

Saranno circa duecentocinquanta gli editori italiani presenti alla 64esima edizione della Fiera Internazionale del Libro di Francoforte, il più importante appuntamento internazionale...
250 editori italiani saranno presenti alla 64esima edizione della Fiera Internazionale del Libro di Francoforte, dal 10 al 14 ottobre. Nella giornata d’apertura, al Punto Italia, presentazione del Rapporto AIE 2012: secondo i primi dati la vendita dei diritti italiani all’estero cresce del 16% l’anno

MILANO – Saranno circa duecentocinquanta gli editori italiani presenti alla 64esima edizione della Fiera Internazionale del Libro di Francoforte, il più importante appuntamento internazionale per lo scambio dei diritti e l’evento più significativo per la promozione della cultura e dell’editoria italiana all’estero. La Buchmesse – in programma a Francoforte dal 10 al 14 ottobre – attende oltre 7000 espositori di 120 diversi paesi che occuperanno i 171.790 metri quadrati della Fiera, con la Nuova Zelanda ospite d’onore. Alla manifestazione l’editoria italiana verrà rappresentata da un Punto Italia, realizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE), dall’ICE – Agenzia per la Promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e dal Ministero per lo Sviluppo Economico. La sua inaugurazione durante la prima giornata della Fiera sarà seguita dalla presentazione del Rapporto AIE 2012 sullo stato dell’editoria in Italia, con tutte le cifre aggiornate dal mondo del libro. Un primo dato: la vendita di diritti italiani all’estero cresce in media del 16% all’anno.

MEDIA DIGITALI E INFANZIA – Il focus di questa edizione 2012 sarà sui media digitali e sulla letteratura per bambini: per questo la Buchmesse ospiterà "LEGGEVO CHE ERO. Ritratti con libro d’infanzia", un progetto della rivista Andersen con BolognaFiere, in collaborazione con AIE e una rete di realtà attive sul fronte della promozione della lettura. Una mostra questa che ha visto il suo debutto mondiale in occasione di Bologna Children’s Book Fair 2012 e che è stata scelta dalla fiera tedesca per raccontare creatività e impegno a favore della cultura del libro, attraverso una galleria di ritratti fotografici di personalità del mondo dell’editoria per ragazzi in posa con un proprio libro d’infanzia.

PUNTO ITALIA – Il Punto Italia sarà inaugurato mercoledì, 10 ottobre, alle 10.15 dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Paolo Peluffo, dal presidente dell’AIE Marco Polillo, dall’ambasciatore d’Italia in Germania Elio Menzione, dal console Generale d’Italia a Francoforte Cristiano Cottafavi e dai principali editori italiani. Qui verranno presentati ed esposti circa 1200 titoli di 48 editori italiani e sarà possibile consultare online il database dei libri in commercio. Seguirà alle 11.30 l’incontro con la stampa nella Room Effekt nella Halle 3.C East Side della Buchmesse: questa sarà l’occasione per presentare cifre, tendenze e prospettive sullo stato dell’editoria in Italia a cura dell’Ufficio studi AIE.

I PRIMI DATI – La vendita di diritti (o le coedizioni con case editrici straniere) cresce del 16% medio annuo (da 1.800 titoli si è passati a 4.629 in dieci anni). Non più solo per narrativa letteraria e d’autore (17%), ma anche di genere (rosa, giallo, fantasy), bambini (25%), saggistica (16%), arte e illustrati (21%). Il settore dei libri per ragazzi, in particolare, rappresenta il segmento di maggior successo internazionale dell’editoria italiana, nella vendita di diritti ma anche nelle coedizioni (sono 1.108).

4 settembre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti