Fiction storiche, perché funzionano meglio in tv che in libreria?

Il romanzo storico contemporaneo è un genere poco considerato dai circoli letterari e in genere dai lettori. Questo è quello che scrive il Flavorwire. L'articolo parla chiaro: se fate un'indagine, chiedendo alle persone l'elenco dei loro libri preferiti, verranno nominate pochissime fiction storiche scritte negli ultimi dieci anni...

Le immagini descrivono gli ambienti meglio delle parole scritte, gli attori aggiungono quel qualcosa in più ai personaggi. Questi le due principali ragioni del successo delle serie storiche

MILANO – Il romanzo storico contemporaneo è un genere poco considerato dai circoli letterari e in genere dai lettori. Questo è quello che scrive il Flavorwire. L’articolo parla chiaro: se fate un’indagine, chiedendo alle persone l’elenco dei loro libri preferiti, verranno nominate pochissime fiction storiche scritte negli ultimi dieci anni. Crisi del genere? O cambio dei gusti di chi legge?

SERIE TV VINCENTI – Se il romanzo storico sembra non attirare più il pubblico, non si può dire lo stesso delle serie tv ambientate nel passato. Il successo di show come Boardwalk Empire,The Tudors e soprattutto di Mad Men e Downtown Abbey dimostrano che queste narrazioni funzionano alla grande sul piccolo schermo. Gli inglesi lo sanno da tempo, ma oggi anche i produttori americani hanno colto le potenzialità di questo genere, e sono tante le serie storiche in produzione o già in onda. Ce n’è per tutti i gusti: dalla storia romanzata della giovane Mary Stuart (Reign) a quella del Pontefice Alessandro Vi, alias Rodrigo Borgia, e dei figli Cesare e Lucrezia. (I Borgia). E cosa dire di Da Vinci’s Demons, dove tornano a vivere la Firenze del Rinascimento e il geniale inventore e pittore?

LE RAGIONI DEL SUCCESSO – Ma perché c’è tutto questo entusiasmo intorno alle serie televisive cosiddette in costume? Il potere delle immagini è innegabile. È vero che leggendo un libro ognuno è libero di immaginare quello che vuole partendo dalle parole scritte, ma quando si tratta di rendere nel dettaglio un periodo storico – costumi, abitazioni, ambienti – non sono molti gli scrittori che riescono a dare a chi legge tutti i dettagli necessari per farlo calare davvero nell’azione e avere un quadro esaustivo. Si può provare questa magia leggendo libri come Guerra e pace di Lev Tolstoj, la trilogia su Thomas Cromwell di Hillary Mantel, I tre moschettieri di Dumas. Molto spesso, invece, quello che i romanzi dicono non è abbastanza. L’immagine risolve tutti questi problemi. Va anche tenuto presente che, nelle serie tv, c’è un’attenzione maniacale per la caratterizzazione dei personaggi, e che gli attori che prestano il volto a questo o quello aggiungono qualcosa in più. Vogliamo parlare di Maggie Smith che interpreta la Contessa di Dowager? C’è qualcuno che potrebbe dare vita al personaggio meglio di lei?

Roberta Turillazzi 

12 dicembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti