Sei qui: Home » Classifiche » Festa della Donna, ecco le scrittrici più amate di sempre

Festa della Donna, ecco le scrittrici più amate di sempre

L’8 marzo non dovrebbe essere solo il momento per regalare mimosa a mamme, mogli e fidanzate, ma anche la giornata giusta per riflettere sull’importanza che le signore in gonnella hanno rivestito e rivestono nel mondo...

Da Alda Merini a J.K. Rowling, ecco le maggiori rappresentanti del talento femminile in letteratura

 

MILANO – L’8 marzo non dovrebbe essere solo il momento per regalare mimosa a mamme, mogli e fidanzate, ma anche la giornata giusta per riflettere sull’importanza che le signore in gonnella hanno rivestito e rivestono nel mondo. Ecco perché, con la Festa della Donna alle porte, Libreriamo vuole lanciare a gran voce un messaggio che dovrebbe accompagnarci tutto l’anno: “Donna è opportunità”! E quale miglior dimostrazione che quando si dice “donna” non si dice solo “danno” – come recita un famoso detto popolare – ma anche e soprattutto talento, creatività e spirito d’iniziativa, che passare in rassegna le scrittrici più amate di sempre? Così, dopo avervi parlato dell scrittrici contemporeanee, italiane e straniere, più lette oggi, la loro forza e la loro bellezza, ecco le dieci autrici che tengono alto il vessillo del gentil sesso. Donne diverse per periodo storico e produzione, che hanno vissuto esistenze tormentate oppure serene, ma tutte capaci di lasciare una traccia indelebile del loro passaggio.
 
ALDA MERINI – La Merini (1931 – 2009) è certamente una delle autrici più tormentate del panorama italiano degli ultimi cento anni e oltre. Dopo aver esordito giovanissima, a soli 15 anni, sotto la guida di Giacinto Spagnoletti, la sua vita è stata punteggiata da ricoveri in case di cura e periodi di solitudine e silenzio. Era il 1947 quando fu internata per la prima volta in una clinica, dopo l’incontro con “le prime ombre della sua mente”. Nonostante le difficoltà psichice, la Merini è riuscita a lasciare ai posteri un’intensa e ricchissima produzione.
 
MARGUERITE DURAS – La scrittrice, giornalista, regista e sceneggiatrice francese nacque in Vietnam nel 1914 e per tutto il corso della sua vita viaggiò molto. Tra i suoi scritti più noti figurano “Una diga sul Pacifico” e “L’amante”. Con 34 libri e 16 film al suo attivo, la Duras – morta nel 1996 – è stata una delle intellettuali più attive del secolo scorso.
 
ORIANA FALLACI – Non solo scrittrice, ma giornalista e attivista, la Fallaci (1929-2006) è stata la prima donna in Italia ad andare al fronte come inviata speciale. Come autrice, ha pubblicato 20 romanzi, vendendo venti milioni di copie in tutto il mondo.  
 
EMILY DICKINSON – In vita, la Dickinson (1830-1866) non ha potuto godere di una grande fama. In seguito, invece, è stata riscoperta e ora viene considerata una delle più grandi autrici del 1800. Tra i temi ricorrenti delle sue opere la natura, l’amore e la morte.
 
JANE AUSTEN – Una delle scrittrici più famose – e alla moda – di sempre. Jane Austen (1775-1817) viene ricordata per le sue opere (Orgoglio e pregiudizio, Ragione e sentimento, Emma), ma anche e soprattutto per aver portato in campo letterario uno stile e delle tematiche che poi sono diventate dei veri e propri topos.
 
MARGUERITE YOURCENAR – Tutta una vita dedicata alla letteratura, per questa scrittrice (1903-1987) che imparò il greco e il latino prima dei 12 anni. Il suo esordio come autrice arrivò nel 1929, ma il suo capolavoro “Le memorie di Adriano”, dove a prendere la parola è niente meno che l’imperatore romano, uscirà nel 1951.
 
MARY SHELLEY – La scrittrice inglese del periodo preromantico (1797-1851) è conosciuta soprattutto per il romanzo gotico “Frankenstein”, scritto a soli 19 anni, con il quale è entrata a pieno titolo nell’olimpo della cultura popolare. Anche la sua vita personale e artistica, però, è stata ricca di avvenimenti e tragedie, come la relazione con il poeta e scrittore Percy Shelley, osteggiata dalla famiglia di lei e la morte dell’uomo quando Mary aveva solo 25 anni.
 
ELSA MORANTE – Una delle autrici di romanzi più importanti del secondo dopoguerra, Elsa Morante (1912-1985) iniziò giovanissima come autrice di filastrocche e facole per bambini, oltre che di poesie e racconti brevi. Dopo il matrimonio con lo scrittore Alberto Moravia e la fuga da Roma per timore delle rappresaglie naziste negli anni ’40, la Morante passò a scrivere romanzi. Tra i più famosi La storia, L’isola di Arturo e Menzogna e sortilegio.   
 
VIRGINIA WOOLF – Virginia Woolf (1882-1941) è stata una scrittrice, saggista e attivista britannica, considerata tra i personaggi letterari più influenti del XX secolo. Nel corso della sua vita si impegnò attivamente nella lotta per la parità dei diritti tra i due sessi.
 
LE SORELLE BRÖNTE – Quando si parla di scrittrici del 1800 è impossibile non citare le tre sorelle Brönte, Charlotte, Emily e Anne. I romanzi che pubblicarono uno ciascuna nel 1847 – “Jane Eyre”, “Cime tempestose” e “Agnes Grey”, sono diventati dei veri e propri classici. Le sorelle sono state accomunate, oltre che dalla vena artistica, anche dalla brevità dell’esistenza: nessuna, infatti, è arrivata alla vecchiaia.  
 
AGATHA CHRISTIE – Come non citare la scrittrice di gialli per eccellenza? La Christie (1890-1976), che con la sua inesauribile vena creativa ha dato alle stampe una cosa come 85 romanzi, è anche l’autrice britannica più tradotta di sempre (persino più di Shakespeare). Tra i suoi personaggi più amati e famosi, Miss Marple e Hercule Poiroit.
 
SIMONE DE BEAUVOIR – Non solo scrittrice, filosofa e attivista femminile, la De Beauvoir (1908-1986) è stata uno dei personaggi culturali francesi più importanti del ‘900, insieme al compagno di una vita Jean-Paul Sartre. Tra le sue opere, la più nota è certamente “Il secondo sesso”.
 
ISABEL ALLENDE – L’Allende, nata in Cile nel 1942, è sicuramente la scrittrice sudamericana più letta e amata di sempre. I suoi romanzi prendono spesso spunto da vicende autobiografiche, come il celebre “La casa degli spiriti”, da cui è stato anche tratto un film con Meryl Steep e Jeremy Iron. Altre sono dedicati al Sud America, alle vicende storiche che hanno visti protagonisti indigeni e conquistatori, alle storie di donne indimenticabili.
 
J.K. ROWLING – Non poteva certo mancare “la mamma” di Harry Potter, da questa rassegna delle scrittrici più conosciute e amate di sempre. Partita dal nulla, la Rowling (1965) è oggi la donna più ricca del Regno Unito, nonché il prototipo dell’autrice contemporanea, una donna capace di essere madre e professionista insieme. 

Qual è la vostra autrice preferita? Ce ne sono altre che vorreste veder citate? Dite la vostra all’interno del Sondaggio di Libreriamo a questo link.
 
7 marzo 2015
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento