LIBRI - Per l'8 marzo ecco le autrici più celebri

Festa della Donna, ecco le scrittrici più amate di sempre

L’8 marzo non dovrebbe essere solo il momento per regalare mimosa a mamme, mogli e fidanzate, ma anche la giornata giusta per riflettere sull’importanza che le signore in gonnella hanno rivestito e rivestono nel mondo...

Da Alda Merini a J.K. Rowling, ecco le maggiori rappresentanti del talento femminile in letteratura

 

MILANO – L’8 marzo non dovrebbe essere solo il momento per regalare mimosa a mamme, mogli e fidanzate, ma anche la giornata giusta per riflettere sull’importanza che le signore in gonnella hanno rivestito e rivestono nel mondo. Ecco perché, con la Festa della Donna alle porte, Libreriamo vuole lanciare a gran voce un messaggio che dovrebbe accompagnarci tutto l’anno: “Donna è opportunità”! E quale miglior dimostrazione che quando si dice “donna” non si dice solo “danno” – come recita un famoso detto popolare – ma anche e soprattutto talento, creatività e spirito d’iniziativa, che passare in rassegna le scrittrici più amate di sempre? Così, dopo avervi parlato dell scrittrici contemporeanee, italiane e straniere, più lette oggi, la loro forza e la loro bellezza, ecco le dieci autrici che tengono alto il vessillo del gentil sesso. Donne diverse per periodo storico e produzione, che hanno vissuto esistenze tormentate oppure serene, ma tutte capaci di lasciare una traccia indelebile del loro passaggio.
 
ALDA MERINI – La Merini (1931 – 2009) è certamente una delle autrici più tormentate del panorama italiano degli ultimi cento anni e oltre. Dopo aver esordito giovanissima, a soli 15 anni, sotto la guida di Giacinto Spagnoletti, la sua vita è stata punteggiata da ricoveri in case di cura e periodi di solitudine e silenzio. Era il 1947 quando fu internata per la prima volta in una clinica, dopo l’incontro con “le prime ombre della sua mente”. Nonostante le difficoltà psichice, la Merini è riuscita a lasciare ai posteri un’intensa e ricchissima produzione.
 
MARGUERITE DURAS – La scrittrice, giornalista, regista e sceneggiatrice francese nacque in Vietnam nel 1914 e per tutto il corso della sua vita viaggiò molto. Tra i suoi scritti più noti figurano “Una diga sul Pacifico” e “L’amante”. Con 34 libri e 16 film al suo attivo, la Duras – morta nel 1996 – è stata una delle intellettuali più attive del secolo scorso.
 
ORIANA FALLACI – Non solo scrittrice, ma giornalista e attivista, la Fallaci (1929-2006) è stata la prima donna in Italia ad andare al fronte come inviata speciale. Come autrice, ha pubblicato 20 romanzi, vendendo venti milioni di copie in tutto il mondo.  
 
EMILY DICKINSON – In vita, la Dickinson (1830-1866) non ha potuto godere di una grande fama. In seguito, invece, è stata riscoperta e ora viene considerata una delle più grandi autrici del 1800. Tra i temi ricorrenti delle sue opere la natura, l’amore e la morte.
 
JANE AUSTEN – Una delle scrittrici più famose – e alla moda – di sempre. Jane Austen (1775-1817) viene ricordata per le sue opere (Orgoglio e pregiudizio, Ragione e sentimento, Emma), ma anche e soprattutto per aver portato in campo letterario uno stile e delle tematiche che poi sono diventate dei veri e propri topos.
 
MARGUERITE YOURCENAR – Tutta una vita dedicata alla letteratura, per questa scrittrice (1903-1987) che imparò il greco e il latino prima dei 12 anni. Il suo esordio come autrice arrivò nel 1929, ma il suo capolavoro “Le memorie di Adriano”, dove a prendere la parola è niente meno che l’imperatore romano, uscirà nel 1951.
 
MARY SHELLEY – La scrittrice inglese del periodo preromantico (1797-1851) è conosciuta soprattutto per il romanzo gotico “Frankenstein”, scritto a soli 19 anni, con il quale è entrata a pieno titolo nell’olimpo della cultura popolare. Anche la sua vita personale e artistica, però, è stata ricca di avvenimenti e tragedie, come la relazione con il poeta e scrittore Percy Shelley, osteggiata dalla famiglia di lei e la morte dell’uomo quando Mary aveva solo 25 anni.
 
ELSA MORANTE – Una delle autrici di romanzi più importanti del secondo dopoguerra, Elsa Morante (1912-1985) iniziò giovanissima come autrice di filastrocche e facole per bambini, oltre che di poesie e racconti brevi. Dopo il matrimonio con lo scrittore Alberto Moravia e la fuga da Roma per timore delle rappresaglie naziste negli anni ’40, la Morante passò a scrivere romanzi. Tra i più famosi La storia, L’isola di Arturo e Menzogna e sortilegio.   
 
VIRGINIA WOOLF – Virginia Woolf (1882-1941) è stata una scrittrice, saggista e attivista britannica, considerata tra i personaggi letterari più influenti del XX secolo. Nel corso della sua vita si impegnò attivamente nella lotta per la parità dei diritti tra i due sessi.
 
LE SORELLE BRÖNTE – Quando si parla di scrittrici del 1800 è impossibile non citare le tre sorelle Brönte, Charlotte, Emily e Anne. I romanzi che pubblicarono uno ciascuna nel 1847 – “Jane Eyre”, “Cime tempestose” e “Agnes Grey”, sono diventati dei veri e propri classici. Le sorelle sono state accomunate, oltre che dalla vena artistica, anche dalla brevità dell’esistenza: nessuna, infatti, è arrivata alla vecchiaia.  
 
AGATHA CHRISTIE – Come non citare la scrittrice di gialli per eccellenza? La Christie (1890-1976), che con la sua inesauribile vena creativa ha dato alle stampe una cosa come 85 romanzi, è anche l’autrice britannica più tradotta di sempre (persino più di Shakespeare). Tra i suoi personaggi più amati e famosi, Miss Marple e Hercule Poiroit.
 
SIMONE DE BEAUVOIR – Non solo scrittrice, filosofa e attivista femminile, la De Beauvoir (1908-1986) è stata uno dei personaggi culturali francesi più importanti del ‘900, insieme al compagno di una vita Jean-Paul Sartre. Tra le sue opere, la più nota è certamente “Il secondo sesso”.
 
ISABEL ALLENDE – L’Allende, nata in Cile nel 1942, è sicuramente la scrittrice sudamericana più letta e amata di sempre. I suoi romanzi prendono spesso spunto da vicende autobiografiche, come il celebre “La casa degli spiriti”, da cui è stato anche tratto un film con Meryl Steep e Jeremy Iron. Altre sono dedicati al Sud America, alle vicende storiche che hanno visti protagonisti indigeni e conquistatori, alle storie di donne indimenticabili.
 
J.K. ROWLING – Non poteva certo mancare “la mamma” di Harry Potter, da questa rassegna delle scrittrici più conosciute e amate di sempre. Partita dal nulla, la Rowling (1965) è oggi la donna più ricca del Regno Unito, nonché il prototipo dell’autrice contemporanea, una donna capace di essere madre e professionista insieme. 

Qual è la vostra autrice preferita? Ce ne sono altre che vorreste veder citate? Dite la vostra all’interno del Sondaggio di Libreriamo a questo link.
 
7 marzo 2015
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti