Libri al mare

Estate 2014, tornano le Librerie da Spiaggia promosse da Legambiente

L'estate è oramai alle porte e, come ogni anno, per i booklovers arriva il grande dilemma: ''Che libro mi porto al mare?''. Anzi. ''Quanti libri riuscirò a mettere in valigia?''. Ora, forse, per tutti gli amanti dei libri ...

Dalle librerie libere degli ospedali a quelle nelle spiagge. Legambiente ripropone anche quest’anno il progetto ‘Librerie da Spiaggia’ arrivando a quota 100. Dalla Campania, a Ravenna, fino alla Toscana.

MILANO – L’estate è oramai alle porte e, come ogni anno, per i booklovers arriva il grande dilemma: ”Che libro mi porto al mare?”. Anzi. ”Quanti libri riuscirò a mettere in valigia?”. Ora, forse, per tutti gli amanti dei libri (e della tintarella) è arrivata la soluzione addatta a voi: lasciate pure i vostri libri a casa, e riempiete la valigia solo di costumi, vestiti leggeri e creme solari. I grandi classici della letteratura vi aspetteranno direttamente in spiaggia grazie all’iniziativa di Legambiente Campania che ha realizzato il progetto ‘Librerie da spiaggia’.

IL PROGETTO – L’idea di ‘Librerie da spiaggia’ nasce in via sperimentale nel 2012 ma il successo è stato devastante e il numero delle librerie, dei libri e delle persone coinvolte è aumentato in maniera esponenziale. Si è partiti con un numero esiguo di librerie (circa 20), per arrivare l’anno scorso a quota 50, sfiorando per l’estate 2014 ben 100 librerie da spiaggia. Pasquale Colella, referente del progetto si dice decisamente soddisfatto ‘In occasione dell’incontro a Roma per la presentazione della nuova guida blu – spiega – abbiamo proposto a livello nazionale il progetto di Librerie da Spiaggia ricevento fin da subito grande consenso’. Il progetto sperimentale, partito sul litorale campano, ora si diffonderà anche sulle spiagge di Ravenna, Emilia Romagna, Toscana e ovviamente Siracusa, di cui vi avevamo già parlato in merito al bookcrossing da spiaggia.

LIBRERIE DA SPIAGGIA, COME FUNZIONANO – “La rete delle Librerie da Spiaggia” rientra in un progetto che si basa esclusivamente sul volontariato, le peculiarità del progetto sono rappresentate da alcuni punti fondamentali: le librerie si autogestiscono, il progetto non è una iniziativa “flash” ma avrà una durata almeno decennale; verranno realizzate presentazioni di libri in spiaggia con incontri con gli autori; la rete di librerie da spiaggia regionale e poi nazionale, verrà pubblicizzata su Guida Blu di Legambiente e sugli altri canali di comunicazione dell’associazione.

LIBRI IN SOCCORSO – Oltre alle Librerie da Spiaggia, Legambiente Campiana, si è occupata di portare avanti un altro grande progetto coinvolgendo questa volta gli ospedali. Con ‘Libri in soccorso’, infatti, i ragazzi delle scuole elemantari e medie, hanno donato volontariamente dei libri per arricchire i reparti pediatrici e di cardiologia. ‘Siamo già a quota 21 librerie e questo è un progetto a cui io tengo molto – spiega ancora Pasquale Colella – innanzitutto abbiamo trovato un bel modo per rendere un po’ più divertente la permanenza dei malati all’interno delle strutture ospedaliere e, soprattutto, abbiamo ridato fiducia ai ragazzi nelle istituzioni. Sono loro che donano i libri e sanno perfettamente che fine faranno e dove si trovano’.

LA LIBRERIA ‘LIBERA’ DI PONTICELLI – Pasquale Colella, ci informa anche che, da circa un anno è aperta al pubblico una libreria di 150 metri all’interno del Centro Commerciale di Ponticelli, a Napoli. Non un luogo qualunque. Ponticelli, infatti, è conosciuta come una località dalla realtà molto difficile. ‘Quello che mi rende particolarmente entusiasta è che questa libreria esiste da circa 1 anno senza alcuna presenza umana – spiega Colella – tutte le nostre librerie si autogestiscono e nessuno, nonostante i dubbi iniziali, ha mai tentato di rubare dei libri. Anzi, ho personalmente notato il grande amore dei lettori che amano donare e scambiare libri, come fossero esperienze’.

I NUMERI – Con l’esate 2014, quindi, le Librerie da Spiaggia arrivano a quota 100. Gli spazie dedicati ai Libri in Soccorso all’interno degli ospedali sono oramai 21 e i libri donati, dalla partenza del progetto sperimentale nel 2012 sono ben 32mila, tutti ovviamente donati da soggetti privati.

14 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti