Estate 2013, le letture proposte da Ponte alle Grazie

Agosto è alle porte e con lui anche le vacanze. In attesa del gradito riposo, ecco le novità estive proposte da Ponte alle Grazie...

Dalla narrativa ai manuali di cucina e botanica, ecco tutte le letture da gustare sotto l’ombrellone in questa calda estate

MILANO – Agosto è alle porte e con lui anche le vacanze. In attesa del gradito riposo, ecco le novità estive proposte da Ponte alle Grazie da assaporare sotto l’ombrellone. Dalla narrativa alla saggistica per arrivare sino ai testi di botanica e cucina, è ampia ed eterogenea l’offerta della casa editrice.

LA NARRATIVA DEGLI SCRITTORI – La prima proposta per quanto concerne la sfera della narrativa è “Il posto delle donne” di Rossana Campo. La vicenda è ambientata a Parigi e la protagonista è una donna di origini italiane, Emma, che è appena stata lasciata dalla sua compagna Carmen. Incontra una donna più giovane, una spensierata e sensuale ballerina di lap dance, Maxine, e se ne innamora; ma dopo pochi giorni, Maxine viene ritrovata uccisa in un parco della città. Emma non si rassegna e decide di capire, di indagare: ricostruisce la vita di Maxine incontrando la sua amante e la compagna di lei, entrambe raffinate intellettuali, esplorando l’ambiente omofobo e maschilista della lap dance; e nel frattempo, cerca di superare il fallimento della sua storia d’amore e il trauma della perdita della giovane amica aprendosi ancora alla ricerca erotica. Di tutt’altro genere è la proposta di Simone Caltabellota “Sa Reina”. Sa Reina in Sardegna, è un ulivo millenario, forse il più antico del Mediterraneo. Proprio da Sa Reina, nella regione del Sulcis, comincia il viaggio del protagonista Davide e dei suoi amici. Quello che attende i tre nel Sulcis, però, sarà un’avventura senza respiro, che si troveranno ad attraversare esperienze inimmaginabili. Esperienze che li condurranno infine sul limite di un precipizio fisico e psicologico, in cui rischieranno di cadere per sempre, sopraffatti dalla malia di quella terra arcaica e misteriosa.

FRA NEUROSCIENZE E SELF HELP – Il mondo della saggistica per questa estate è dominato da “Master-mind. Pensare come Sherlock Holmes”. Si tratta del saggio della psicologa Maria Konnikova che, da lettrice appassionata delle avventure di Sherlock Holmes, ne studia il processo mentale. Riprendendo una delle metafore più conosciute del detective e attingendo alle teorie neuroscientifiche, l’autrice individua in Watson e Holmes i rappresentanti di due sistemi di pensiero contrapposti, di due modi diversi di organizzare la propria “soffitta” e quindi di ragionare. Attraverso un’analisi attenta, la Konnikova fa luce sui meccanismi cognitivi umani innati e sulle loro falle, che conducono a scelte e deduzioni erronee; per contro ci introduce al sistema Holmes, aiutandoci a capire come anche noi, con un po’ di esercizio, possiamo aspirare a esso, potenziando così il nostro spirito di osservazione e le capacità decisionali in ogni ambito della vita.


IN CUCINA E NELL’ORTO, ANCHE IN ESTATE
– Per chi non abbandona i fornelli neanche durante le vacanze e vuole sperimentare nuove ricette, ecco la proposta di Jean-Michel Carasso. “La cucina greca. Sapori dal cuore del mediterraneo” oltre ad essere un ricettario è anche una completissima guida gastronomica. Per il suo carattere, che Carasso definisce “passabilmente rustico”, quella greca è una cucina di ingredienti, antica ma vicina a una sensibilità molto contemporanea, quella dell’attenzione al territorio. Pur essendo indiscutibilmente mediterranea, risente di molteplici e spesso raffinate influenze: innanzitutto quella turca, poi quella araba e quella persiana, dell’Asia centrale e addirittura indiana. Agli esperti coltivatori e agli ortolani fai – da – te è rivolto invece “Orto. Dal balcone al campo: come coltivare ortaggi con successo”. Leggendolo, si scoprirà che è un’attività alla portata di tutti, molto più di quanto forse abbiate mai pensato. L’agronomo Davide Ciccarese, forte della sua esperienza diretta, ha messo a punto una breve e pratica guida utile a tutti. L’autore suggerisce soluzioni per progettare, realizzare e coltivare un orto, sia in campagna sia in città, anche in presenza di pochissimo spazio. Con parole semplici, traduce in comode ricette le tecniche di coltivazione biologica e naturale, trasmettendo la sua filosofia dell’orto, basata sull’importanza di seguire il ritmo delle stagioni e soprattutto sulla grande responsabilità nei confronti della terra, madre generosa ma bisognosa delle nostre cure.

28 luglio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti