LIBRI - L'autore accusato di istigazione a delinquere sul caso NO TAV

Erri De Luca a processo, ”Posso solo istigare alla lettura e alla scrittura”

'In nessuna della manifestazioni a cui ho partecipato sono stati commessi atti di violenza e questa è la ragione per cui ho ribadito la mia adesione a questa comunità'. E' quanto affermato dallo scrittore Erri De Luca...

MILANO – ‘In nessuna della manifestazioni a cui ho partecipato sono stati commessi atti di violenza e questa è la ragione per cui ho ribadito la mia adesione a questa comunità’. E’ quanto affermato dallo scrittore Erri De Luca, rispondendo in aula a Torino alle domande del pm Antonio Rinaudo nel processo in cui è imputato per ‘istigazione a delinquere’ in relazione ad alcune dichiarazioni sui sabotaggi della Tav.

 

IL SIGNIFICATO DI SABOTARE – Come già dichiarato in una recente intervista su Libreriamo, l’autore ha ribadito in aula come l’ attività inquisitoria si stia infervorando al punto da trasformare una sua affermazione sul giornale online Huffington Post in corpo del reato. ‘Il verbo sabotare ha diversi significati sul dizionario – ha spiegato De Luca – il primo è danneggiamento materiale, ma gli altri coinvolgono i verbi intralciare, ostacolare e impedire. Per quanto mi riguarda ritengo che la Tav vada intralciata, ostacolata e impedita, e quindi sabotata‘. 

 

ISTIGARE SOLO ALLA LETTURA – ‘Sono uno che può istigare alla lettura o al massimo alla scrittura‘, ha sottolineato Erri De Luca in aula. ‘La conseguenza della parola – ha proseguito – è la parola stessa. Io sono responsabile di quello che dico. E basta. Non sono un tribuno o un politico, sono semplicemente uno scrittore che sostiene le cause che ritiene giuste, dalla Valsusa a Lampedusa’, ha detto. ‘Il cantiere della Tav – ha continuato – non è il Palazzo d’Inverno, che va espugnato con la forza e cancellato. Ma è come la città di Gerico, che fu abbattuta da un coro unanime di voci che fecero crollare le sue mura’. Un applauso ha accolto lo scrittore all’uscita. L’aula 44 del tribunale di Torino era gremita di amici e sostenitori.

 

20 maggio 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti