LIBRI - Approvato il bilancio

Ernesto Mauri (Ad Mondadori), ‘Tutto pronto per l’offerta d’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori’

''Entro il 29 maggio arriverà l'offerta per l'acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori''. Ad Affermarlo l'amministratore delegato della società di Segrate Ernesto Mauri, a margine della presentazione dei risultati 2014...

MILANO – ”Entro il 29 maggio arriverà l’offerta per l’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori”. Ad Affermarlo l’amministratore delegato della società di Segrate Ernesto Mauri, a margine della presentazione dei risultati 2014. ‘La società di revisione ci ha detto sei settimane per la ‘due diligence’ e poi faremo entro il 29 maggio l’offerta vincolante – ha spiegato – Il cda di Rcs ha aperto questa finestra, loro in qualsiasi momento si possono ritirare. Chi vende ci ha detto che e’ libero di cambiare idea in qualsiasi momento’.

IPOTESI DI OFFERTA – Mondadori ha già a disposizione linee di credito sufficienti per coprire l’eventuale acquisto dell’area Libri di Rcs. La forchetta dell’offerta, secondo le indiscrezioni, sarebbe compresa tra 120 e 150 milioni di euro: ‘Il nostro indebitamento di 291 milioni e noi abbiamo 550 milioni di euro di linee di credito’, ha spiegato il manager sottolineando l’azienda oggetto dell’offerta è valutata in una forchetta di 120-150 milioni di euro. Mauri non ha voluto comunque esplicitare la cifra che Mondadori intende mettere sul piatto per i libri Rizzoli, limitandosi a dire di aver fattoo un’offerta sulla base dei risultati e in linea con i multipli alti del mercato.

STRATEGIE DIFFERENTI – Dalle parole di Ernesto Mauri emerge come Mondadori si stia facendo avanti per l’area Libri Rcs in quanto vuole investire maggiormente in questo settore di mercato. ‘Il settore dei libri – ha spiegato Mauri – già oggi ha la più alta redditività ed è per noi logico andare in quella direzione’. Parallelamente, in Rcs ritengono più strategici altri settori. Parlando della vendita della divisione libri, l’ad del gruppo Scott Jovane ha dichiarato che questa ‘opzione genera l’opportunità di focalizzarci sulle due grandi aree in cui siamo leader e cioè l’informazione e lo sport’, e ‘collateralmente l’incasso ci permetterebbe anche di ridurre l’indebitamento’.

LA DIFFIDENZA DEGLI SCRITTORI – Infine, l’ad Stefano Mauri ha commentato i ‘mal di pancia’ degli autori per l’ipotesi di acquisizione da parte dei Mondadori dei libri del gruppo Rizzoli. Secondo Mauri, le diffidenze sono da legare alla proprietà della società editoriale che si propone per l’acquisto, e cioè la famiglia Berlusconi. ‘Penso che le preoccupazioni degli autori siano piuttosto di pancia e forse perchè Mondadori appartiene a qualcuno – ha affermato il manager – Se l’operazione l’avesse fatta Feltrinelli…’.

 

13 marzo 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti