I motivi per cui amare i libri è complicato

Ecco i 12 motivi per cui essere un booklover è davvero difficile

Spesso vi abbiamo parlato di quanto si bello (e sano) leggere i libri. Ma essere un vero appassionato di lettura, a volte, è anche difficile. Dai problemi più pratici (non avete più spazio in libreria) a quelli più emotivi...

A volte non si trova il libro giusto, altre volte ci si trova in mezzo ad una folla ed è  impossibile concentrarsi. Altre volte ancora, a causa della passione per libri, si viene etichettati come ”topi da biblioteca”. Insomma, se anche voi pensate che essere dei booklover è davvero difficile, ecco 13 motivi che vi danno ragione

MILANO – Spesso vi abbiamo parlato di quanto si bello (e sano) leggere i libri. Ma essere un vero appassionato di lettura, a volte, è anche difficile. Dai problemi più pratici (non avete più spazio in libreria) a quelli più emotivi (come faccio ad esprimere a parole il dolore per la morte di quel personaggio?!). Insomma, secondo il Dailyedge, ci sono ben 13 motivi che spiegano perché il ‘mestiere’ di booklover è davvero complicato.

1– A volte capita che quando si è nel pieno della storia, al punto cruciale del libro, a solo dieci pagine dalla fine…qualcuno ti chieda: “Scusa, puoi venire a darmi una mano?”. Possibile che la gente non capisca che questo è un momento importantissimo per ogni booklover?

2 – Quando ci si affeziona ad un personaggio, ci  capita di gioire o soffrire per le sue avventure. Quanto ci piacerebbe poter condividere con qualcuno tutto questo…ma, è così difficile trovare persone che hanno letto il nostro stesso libro…e che ci capiscono!

3 – E’ capitato a tutti i booklovers, almeno una volta nella vita, di cedere alla tentazione di vedere un film tratto da uno dei propri romanzi preferiti. Nessuno può capire che terribile shock sia vedere degli attori interpretare il ruolo di un personaggio che tanto abbiamo amato e che ci eravamo immaginati completamente diverso….La storia non avrà più lo stesso sapore.

4 – E’ impossibile trattenere le proprie emozioni quando si è totalmente coinvolti nella storia di un libro. Ed è davvero imbarazzante quando la gente ci guarda strano se ridiamo o ci commuoviamo in pubblico mentre leggiamo….

5 – E’ già difficile che riusciamo a prestare un libro a qualcuno, ma quando questo accade (semplicemente perché siamo convinti che sia il libro perfetto per quella persona e che ne rimarrà entusiasta) è decisamente straziante sapere che in realtà non l ha mai letto. Anzi, non ha mai preso in considerazione di leggerlo. La terribile sensazione di non essere stati apprezzati…

6 – Ancora peggio: è terribile fare tanto fatica per prestare un libro….e non riceverlo più indietro!!

7 – Ancora peggio del peggio:  la persona a cui hai faticosamente prestato il libro te lo riporta indietro rovinato e con le ‘orecchie’ alle pagine. Una pugnalata al cuore!

8 – E’ imbarazzante quando si inizia a leggere un libro e, a metà, ci si accorge che la storia non vi è nuova e che probabilmente lo si aveva già letto tempo fa…

9 – Dover aspettare secoli per l’uscita del sequel della nostra saga preferita….una tortura!

10 – Non riuscire a leggere durante un viaggio (in auto, treno o areo) perché rischiamo di star male.

11 – Tentare in tutti i modi di tenere il libro aperto mentre si mangia, per continuare a leggere ….ahia! la mano…

12 – Quante volte, soprattutto quando eravamo piccoli, ci siete sentiti dire “Ma perc hé stai sempre chiuso in casa con quel libro, vai fuori a giocare come tutti gli altri bambini normali!”

28 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti