LIBRI - Aveva 87 anni

E’ morto lo scrittore e poeta tedesco Günter Grass, Premio Nobel nel 1999

Scompare uno dei più improtanti scrittori tedeschi del Novecento. E' morto all'età di 87 anni Gunter Grass, lo scrittore e poeta tedesco che, nel 1999, fu insignito del Premio Nobel per la Letteratura. è nato a Danzica nel 1927...

Si è spento all’età di 87 anni lo scrittore e poeta tedesco aveva 87 anni, nel 1999 insignito del premio Nobel per la letteratura

 

MILANO – Scompare uno dei più improtanti scrittori tedeschi del Novecento. E’ morto all’età di 87 anni Günter Grass, lo scrittore e poeta tedesco che, nel 1999, fu insignito del Premio Nobel per la Letteratura. è nato a Danzica nel 1927. All’età di 15 anni il giovane cerca di arruolarsi nella marina del Terzo Reich. Solo dopo aver ricevuto la lettera di coscrizione, si rende conto che avrebbe invece indossato l’uniforme delle SS. Nel 1945 viene ferito e catturato dagli statunitensi, finendo in un campo di prigionia. Nei due anni successivi lavora in una miniera e impara a scolpire.

 

LA VITA – Nel 1954 si sposa e divorzia nel 1978, per unirsi nuovamente in matrimonio l’anno successivo. Il suo primo lavoro letterario, ‘Il tamburo di latta‘, esce nel 1959 ed è subito un successo che lo fa conoscere anche a livello internazionale. Dal 1960 si stabilisce a Berlino. In campo politico ha un ruolo attivo nell’SPD, il partito socialdemocratico tedesco. In occasione della caduta del muro di Berlino, Grass dichiara che sarebbe stato meglio tenere la Germania divisa.

 

L’ASSEGNAZIONE DEL NOBEL PER LA LETTERATURA – Dopo questi avvenimenti storici abbandona la sua missione politica e adotta una filosofia dell’azione diretta, ispirata ai movimenti del 1968. Per la sua opera letteraria riceve nel tempo numerosi premi internazionali, tra i quali il Premio Grinzane Cavour nel 1992, fino al più prestigioso e importante, il premio Nobel per la Letteratura, nel 1999. La letteratura di Grass è comunemente inserita nel movimento artistico del Geschichtsaufarbeitung, movimento diffuso in Germania ed Austria che descrive la riflessione critica sul periodo nazista ed in particolar modo sull’Olocausto. A Brema viene in seguito creata una fondazione a nome di Günter Grass, con lo scopo di stabilire una collezione centralizzata delle sue opere, con speciale attenzione alle sue molte letture personali, ai suoi video e film. Esiste inoltre a Lubecca un museo a lui dedicato che comprende un archivio e una biblioteca. L’ultima fatica letteraria di Grass si intitola ‘Sbucciando la cipolla‘, un’autobiografia che ha fatto molto discutere, soprattutto per il capitolo in cui racconta la sua gioventù durante gli ultimi anni del nazismo.

 

13 aprile 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti