”Dimmi chi sei e ti dirò cosa leggi”. Torna Tabùk, il coinvolgente gioco letterario

Torna a Milano Tabùk, un gioco letterario già proposto al festival Bookcitymilano. Il gioco, ideato da Alice Angelotti, Arianna Occhipinti e Tieta Madia, tre lettrici milanesi che dato vita al gruppo di Librezze, si svolgerà alla libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte e diventerà un appuntamento mensile fisso...
I giocatori diventano protagonisti dei loro libri preferiti con Tabùk, che riparte oggi alla libreria Feltrinelli

MILANO – Torna a Milano Tabùk, un gioco letterario già proposto al festival Bookcitymilano. Il gioco, ideato da Alice Angelotti, Arianna Occhipinti e Tieta Madia, tre lettrici milanesi che dato vita al gruppo di Librezze, si svolgerà a partire da oggi alla libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte e diventerà un appuntamento mensile fisso. Tabùk è un gioco semplice e divertente, un modo diverso per conoscere persone che amano la lettura, per scambiarsi consigli, titoli e opinioni sui libri preferiti e passare una serata in compagnia.
   
COME SI GIOCA – Durante la fase di iscrizione online i partecipanti scelgono un libro, non lo rivelano a nessuno e si presentano all’appuntamento nella veste dei protagonisti del libro. In apertura di serata viene consegnata a ognuno la lista dei nomi dei giocatori e l’elenco di tutti i libri scelti in ordine sparso. Allo scoccare del gong si formano le coppie. Possono giocare un massimo di 30 persone, per un totale di 15 coppie, e da quel momento ogni incontro dura 5 minuti. Il tempo a disposizione è dedicato al tentativo di scoprire il titolo segreto dell’interlocutore attraverso un susseguirsi di rapide domande. Gli interrogativi devono essere diretti, ciascuno risponde come se fosse “nel” libro, non sono quindi concesse domande “tabùk”, ovvero quelle a cui il protagonista non saprebbe rispondere, relative quindi all’autore, al titolo, all’editore. Il gioco si conclude una volta incontrati circa la metà dei concorrenti. Il vincitore, colui chi indovina il maggior numero di associazioni, si aggiudicherà, naturalmente, un libro. A fine serata i partecipanti possono scegliere di fare book-crossing regalando il proprio volume a chi desiderano.

LIBREZZE – Il gioco è organizzato da Librezze, un gruppo di tre lettrici milanesi, Alice Angelotti, Arianna Occhipinti e Tieta Madia, che ha l’obiettivo di unire le persone attraverso un unico filo: l’hobby della lettura. L’idea di Librezze è organizzare cicli di appuntamenti durante i quali le persone possano condividere gli ultimi libri letti o quelli preferiti e conoscerne di nuovi attraverso formule originali e coinvolgenti, dando vita a momenti di divertimento e convivialità.

APPUNTAMENTI – Gli appuntamenti successivi sono fissati per il 16 febbraio, e a seguire il 16 marzo, il 20 aprile e il 18 maggio, sempre di sabato. Tabùk è pensato per essere organizzato in uno spazio che abbia un bar: l’idea infatti è di unire l’evento al tanto amato rito dell’aperitivo. Dall’esperienza passata inoltre le organizzatrici ritengono che i momenti migliori per organizzare Tabùk siano i giorni feriali, all’orario dell’aperitivo, proponendo come momentoideale di ritrovo le 20.00 e iniziando a giocare intorno alle 20.30/21.00. La durata del gioco è di 2 ore circa, per un totale di 3 ore circa a serata – inclusa l’elaborazione dei risultati e le premiazioni.

19 gennaio 2013

© Riproduzione Riservata
Commenti