Delirio di piccoli fans per Peppa Pig a Pordenonelegge

DAL NOSTRO INVIATO A PORDENONE - Sono solo due sillabe, ma determinano un mondo intero. Pep-pa, Pep-pa Pep-pa scandiscono centinaia di bambini estasiati, rapiti, emozionati e il team della sicurezza di Pordenonelegge vacilla...

PORDENONE – Sono solo due sillabe, ma determinano un mondo intero. Pep-pa, Pep-pa Pep-pa scandiscono centinaia di bambini estasiati, rapiti, emozionati e il team della  sicurezza di Pordenonelegge vacilla. Non è un reading, non è uno spettacolo, non è una fiaba raccontata ma un’ attesa quasi messianica quella che ha circondato a Pordenonelegge l’arrivo della star della manifestazione.


PEPPA PIG LA DIVA
Peppa Pig è la maialina più amata dai piccoli: frequenta la scuola materna, vive in una casa colorata con il fratellino George, Mamma Pig e Papà Pig e come tutti i bambini adora giocare con i suoi amici come Suzy Pecora, saltando su e giù nelle pozzanghere di fango con galosce color giallo canarino e combinandone di tutti i colori. Dapprima protagonista di un cartone animato inglese ideato da Astley Baker Davies e trasmesso da Rai Yoyo, quindi idolo indiscusso dei libri illustrati per i più piccoli, in Italia editi da Giunti con la cui collaborazione è stato promosso l’incontro. Prima dell’arrivo della diva, assieme ai bambini si sono riassunti i tratti fondamentali della storia: Peppa Pig: è la figlia maggiore di Papà Pig e Mamma Pig. Partecipa con entusiasmo alle attività scolastiche, e alle iniziative dei suoi genitori. È abbastanza ubbidiente, un pochino vanitosa, ed ogni tanto perde la pazienza. È leale e sincera, ma a volte le capita di prevaricare un po’ il fratellino George e di litigare con gli amici. Ma è sempre conciliante e pronta a giocare di nuovo e a ridere con tutti. Peppa ama molto stare al centro dell’attenzione come si può notare alla festa in maschera organizzata da Mamma Pig, lei doveva decidere qual è il costume migliore e lei dice subito il suo, in seguito però dice che il migliore e quello di Rebecca Coniglio da carota.


DAL CARTONE AI LIBRI
– A Pordenonelegge si racconta anche l’avventura della famiglia Pig nel bosco: dimenticano il cestino da pic-nic, smarriscono la strada e non riconoscono le loro impronte perché piove, ma sono salvati dalle anatre, come dire che bisogna ascoltare la voce della natura, qui sovrastata dai pianti, dalle urla e dagli applausi dei piccini, che bandierina di Peppa alla mano, invocano il suo arrivo. E lei arriva più grande di come loro se la sono immaginata ed anche più bella, canta, salta le pozzanghere ed accetta di farsi fotografare accanto ai suoi fan in delirio. Il grande successo è partito dal cartone animato ma ora si è riversato anche nei libri che, a conclusione dell’incontro, sono stati presi d’assalto.

PICCOLE LEZIONI DI VITA – Il successo sta forse nel fatto che le avventure di Peppa Pig, non sono sdolcinate ma raccontano fatti reali, quotidiani, come il valore dell’amicizia, che a volte è messa in discussione da litigi e capricci. Oppure, piccole incomprensioni con i genitori o, anche il fatto, che mamme e papà, a volte, possono commettere errori, ma che poi a tutto si trova una soluzione. Insomma, piccole lezioni di vita quotidiana contornate da debolezze e insicurezze, farcite sempre dall’ironia e dal lieto fine. Forse un po’ troppo capricciosa, Peppa Pig ha avuto anche qualche critica soprattutto in ambiente british, ma la chiave del successo sta forse anche nel fatto che proprio con il suo lato irriverente e capriccioso, tira fuori il bambino che c’è nell’adulto e molti genitori si sono divertiti assieme ai propri piccini in una festa che Pordenonelegge ricorderà a lungo.

 

Alessandra Pavan

 

20 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti